Come curare la nevrosi?

Una delle malattie nervose più comuni oggi è la nevrosi. Questo disturbo psico-emotivo di solito non è associato a danni cerebrali organici. Le nevrosi si sviluppano a seguito di forti stimoli esterni che agiscono sulla psiche umana. Questi includono stress e varie situazioni traumatiche..

Se una persona vive a lungo in condizioni di sovraccarico emotivo, è più probabile che sviluppi la nevrosi. Molte persone vorrebbero sapere come curare la nevrosi. È necessario iniziare il trattamento con la consapevolezza del problema e la ricerca di un aiuto qualificato.

CAUSE DI DISTURBO

Un disturbo come la nevrosi può insorgere sotto l'influenza di una varietà di fattori. Molto spesso, gli psicoterapeuti vengono avvicinati da pazienti le cui nevrosi sono dovute ai seguenti motivi:

  • esperienze emotive che si verificano per molto tempo. Tra questi fattori, si può individuare l'insoddisfazione per la vita e la situazione finanziaria, la perdita del lavoro o della fonte di reddito, la separazione da una persona cara o il divorzio e molto altro;
  • stress mentale eccessivo. Il superlavoro può portare allo sviluppo di nevrosi nei bambini;
  • le persone distratte possono sviluppare nevrosi dopo un incidente a causa della loro distrazione. Una persona può pensare costantemente di aver dimenticato di fare qualcosa di importante;
  • le nevrosi possono svilupparsi sullo sfondo di varie malattie, così come l'alcol o la tossicodipendenza. Una persona con un corpo impoverito è meno resistente allo stress e ad altre influenze negative.

In alcuni casi, le cause dello sviluppo della nevrosi sono difficili da identificare. A prima vista, può sembrare che non ci siano prerequisiti per i disturbi nervosi negli esseri umani. Ma questi stati possono sorgere a causa delle peculiarità del mondo interiore o dell'eccessiva autoipnosi, che è particolarmente tipica per le donne che sono inclini a una vivida espressione di emozioni..

Disturbi di natura nevrotica possono anche essere causati da patologie nello sviluppo del sistema nervoso centrale umano. Ad esempio, una malattia come l'astenia congenita è caratterizzata dall'incapacità del paziente di impegnarsi in un lavoro mentale o fisico prolungato..

TIPI DI NEUROSI

Gli specialisti identificano diversi tipi di nevrosi, ognuno dei quali richiede un approccio speciale. Pertanto, prima di decidere come trattare la nevrosi, il medico deve diagnosticare e identificare il tipo di disturbo:

  1. La neurastenia si sviluppa a seguito della presenza a lungo termine di una persona in una situazione traumatica. Questo tipo di disturbo si manifesta in mal di testa costanti, aumento della vulnerabilità e affaticamento, con nevrastenia, la capacità di concentrazione diminuisce. La neurastenia ha tre fasi di sviluppo. All'inizio, la persona diventa irritabile, ma non ci sono segni somatici evidenti del disturbo. Quindi c'è una diminuzione dell'efficienza e un peggioramento della condizione. L'ulteriore progressione della nevrastenia porta allo sviluppo della sindrome astenica.
  2. La nevrosi isterica si manifesta con attacchi convulsi di isteria, paralisi, a volte dolore in diverse parti del corpo e dei sistemi corporei, vomito, sensazione di nodo alla gola, ecc. Le persone che soffrono di una forma isterica di nevrosi sono spesso imprevedibili, il loro comportamento diventa inadeguato. Somaticamente, questo disturbo si manifesta in disturbi autonomici e motori. I capricci non sono sempre una manifestazione di nevrosi: alcune persone in questo modo vogliono attirare l'attenzione su se stesse. A volte la nevrosi isterica è un sintomo di un altro disturbo.
  3. La nevrosi depressiva può essere causata da vari fattori. Distinguere tra tipi nevrotici, psicogeni ed endogeni di questo disturbo. Ogni caso richiede un approccio speciale al trattamento.
  4. Disturbo ossessivo-compulsivo. Una persona in questo stato sperimenta paure ed esperienze infondate, dubita costantemente di tutto e ha paura di tutto. Si verificano disturbi emotivi e volitivi.
  5. La nevrosi ipocondriaca si sviluppa sullo sfondo di paure di malattie mortali o altre situazioni disperate. Questo disturbo ha manifestazioni tipiche della nevrosi, ma allo stesso tempo il malato si considera gravemente ammalato. Visita costantemente i medici, chiedendo che lo curino da una malattia inesistente..

Le manifestazioni di qualsiasi forma di nevrosi non sono sempre evidenti. La diagnosi e il trattamento di questo disturbo nervoso dovrebbero essere effettuati da specialisti qualificati..

TRATTAMENTO DEI DISTURBI NEUROTICI

Nonostante il gran numero di teorie e metodi, il trattamento delle nevrosi viene effettuato in due direzioni principali. Il ruolo guida nella correzione di queste condizioni è assegnato alla psicoterapia, mentre il trattamento farmacologico viene effettuato in casi estremi.

Il compito principale dello psicoterapeuta nel trattamento dei disturbi nevrotici è normalizzare le opinioni del paziente sul mondo che lo circonda. Innanzitutto vengono identificati i fattori che hanno portato allo sviluppo del disturbo, dopodiché il paziente deve realizzare le proprie paure e accettare la loro infondatezza.

Tra i metodi psicoterapeutici più popolari per il trattamento delle nevrosi ci sono:

  • la psicoterapia cognitiva consiste nel riprodurre una situazione che provoca ansia e ansia nel paziente in un ambiente sicuro. Dopodiché, la persona valuta il suo comportamento dall'esterno e trae le giuste conclusioni. Sotto la guida di uno psicoterapeuta, il paziente non solo risolve i problemi interni esistenti, ma impara anche a resistere agli stimoli esterni in futuro;
  • l'ipnosi viene spesso utilizzata nelle sessioni di terapia cognitiva. Questo approccio consente di identificare situazioni traumatiche che si sono verificate per molto tempo, ad esempio, nell'infanzia del paziente;
  • La conversazione psicoterapeutica è anche un metodo efficace per lavorare con pazienti affetti da disturbi nevrotici. Lo psicoterapeuta parla con loro del loro stile di vita, trova il proprio posto nel mondo che lo circonda, normalizza la salute e il benessere generale. Al paziente può essere consigliato di cambiare l'ambiente, cercare un nuovo hobby o hobby.

La necessità di assumere farmaci può sorgere quando i metodi di influenza psicoterapeutica non danno i risultati desiderati. Oggi esistono diversi gruppi di farmaci che possono aiutare una persona a sbarazzarsi di una nevrosi. I tranquillanti sopprimono le paure, l'ansia e alleviano la tensione emotiva. Dopo aver assunto questi rimedi, il malato diventa più ricettivo alla psicoterapia. Sono più spesso utilizzati nel trattamento del disturbo ossessivo-compulsivo..

Nel trattamento della nevrosi isterica possono essere raccomandati antipsicotici. Questo gruppo di farmaci ha un effetto sedativo e ipnotico. Tuttavia, devono essere assunti solo sotto la supervisione di un medico: se la terapia con neurolettici è troppo lunga, il paziente può sviluppare depressione..

Gli antidepressivi hanno un pronunciato effetto sedativo. La loro ricezione sarà giustificata in caso di disturbi nevrotici, accompagnati da ansia e paure. Gli psicostimolanti e i farmaci nootropici, al contrario, eccitano il sistema nervoso, quindi vengono utilizzati nel trattamento delle forme depressive di nevrosi. Questo gruppo di farmaci utilizza le capacità di riserva interne del corpo umano. Lo stato emotivo migliora, l'efficienza aumenta, la persona avverte un'ondata di vivacità.

Inoltre, alle persone che soffrono di varie forme di nevrosi possono essere consigliate piccole dosi di sonniferi. Ciò migliorerà la qualità del sonno e allevierà parte della tensione..

TRATTAMENTO DELLA NEUROSI CON L'AIUTO DELLA MEDICINA POPOLARE

Se sei interessato alla risposta alla domanda su come curare una nevrosi, puoi rivolgerti alla medicina tradizionale. Molte piante medicinali possono essere utilizzate per preparare sedativi, tonici o tonici generali. Tale trattamento può servire in aggiunta alla terapia tradizionale. Con le nevrosi, puoi usare i seguenti rimedi erboristici:

  1. La radice di ginseng può essere acquistata come pillola o tintura. La forma della compressa contiene 0,15 grammi di ingrediente attivo. Devi prendere le pillole tre volte al giorno. La tintura viene anche presa tre volte al giorno, 25 gocce prima dei pasti..
  2. La tintura di citronella viene presa al mattino e alla sera. Una singola dose è di 20 gocce. Un regime simile per il trattamento con estratto di leuzea o tintura di sterculia.
  3. L'estratto di eleuterococco dovrebbe essere assunto 30 minuti prima del pasto principale tre volte al giorno, ½ cucchiaino.
  4. Il pantocrinum ha un marcato effetto tonico, viene assunto 2 o 3 volte al giorno prima dei pasti, 30 gocce.

Inoltre, puoi bere tisane o preparare decotti di erbe che hanno un effetto calmante, come menta piperita, valeriana o motherwort..

Quando si utilizzano preparati con ingredienti a base di erbe, è necessario fare attenzione, poiché esiste il rischio di sviluppare reazioni allergiche.

TRATTAMENTO NON CONVENZIONALE E PREVENZIONE DELLA NEUROSI

Nel trattamento di vari disturbi mentali vengono spesso utilizzati metodi che a prima vista sembrano strani e non hanno nulla a che fare con la medicina. Ma l'arte e la scultura, il contatto con gli animali e lo sport hanno un effetto positivo sullo stato emotivo di una persona. Nel corso di tale terapia, il paziente ha l'opportunità di sfuggire a pensieri inquietanti, buttare fuori le sue emozioni e ottenere una carica di buon umore..

La musica rilassante è molto utile nel trattamento delle nevrosi. Se lo scegli correttamente, puoi influenzare i processi fisiologici più importanti del corpo e l'attività del sistema nervoso. Gli psicoterapeuti usano spesso varie composizioni musicali nel loro lavoro. Durante l'ascolto della musica, una persona può provare le emozioni più desiderabili al momento. La musica energizzante aiuta a rallegrarsi quando si trattano le condizioni depressive e le composizioni rilassanti aiutano a rilassarsi e distrarre dai pensieri ossessivi.

I disturbi di natura nevrotica sono abbastanza facili da trattare. Ma il trattamento delle nevrosi richiede tempo e costi finanziari significativi, quindi viene prestata particolare attenzione alla loro prevenzione. Per prevenire lo sviluppo di disturbi nevrotici, è necessario tenere conto dei seguenti punti:

  • adoperarsi per uno stile di vita sano. Lo sport è la chiave per un normale stato psico-emotivo. Per ottenere un risultato stabile è sufficiente esercitarsi per 20 minuti al giorno all'aria aperta o in una zona ben ventilata;
  • normalizzare i rapporti familiari. La maggior parte dei problemi psicologici inizia durante l'infanzia. Pertanto, è molto importante fornire ai bambini un ambiente normale: devono provare amore, sostegno e comprensione da parte dei propri cari;
  • creare comfort a casa. Gli scienziati hanno dimostrato che i colori che ci circondano influenzano il nostro benessere e il nostro umore. Le persone inclini allo sviluppo di depressione e nevrosi non dovrebbero decorare l'interno nei toni del rosso, del blu e del nero. Meglio scegliere tonalità pastello calme di beige, arancione, giallo chiaro e verde.

Un altro aspetto della prevenzione dei disturbi nevrotici è una corretta alimentazione. È necessario includere nella dieta cibi ricchi di proteine, come pesce, pollo, vitello. Non dimenticare di sbizzarrirti con i dolci: se sei di cattivo umore, puoi mangiare un pezzo di cioccolato. Ma non abusare di cibi ipercalorici: questo può portare ad un aumento di peso e questo può anche causare nevrosi.

Le nevrosi non si verificano quasi mai nelle persone soddisfatte di se stesse e della propria vita. Comunica di più, trova attività che ti piacciono, conduci uno stile di vita attivo e non avrai problemi di salute mentale.

Psicoterapia per nevrosi in bambini e adulti: una rassegna di tecniche efficaci

La nevrosi (altri nomi - psiconevrosi, disturbo nevrotico) è un gruppo di malattie neuropsichiche derivanti da psicotrauma. Non ci sono cambiamenti significativi nell'attività mentale. Ma si osservano manifestazioni asteniche, ossessive e isteriche, una diminuzione delle prestazioni mentali e fisiche. Secondo le statistiche, circa il 20% della popolazione soffre di tale diagnosi, ma solo pochi si rivolgono agli specialisti, preferendo l'automedicazione o vivendo secondo il principio "passerà da sola"..

Poiché tali disturbi si riflettono non solo nella condizione mentale, ma anche fisica, non possono essere attivati. Un trattamento tempestivo ti salverà da molti problemi in futuro. La psicoterapia è la più efficace per le nevrosi, garantendo il pieno recupero in poche sedute.

Diagnostica

Prima di sottoporsi al trattamento, la diagnosi deve essere confermata. La diagnosi dei disturbi nevrotici viene effettuata in due fasi.

Fase 1. Diagnostica dello stato mentale

L'obiettivo è scoprire le cause dei traumi e dei sintomi a livello della psiche. Per questo, lo specialista conduce una conversazione con il cliente. Durante il processo, viene rivelato quale fattore è stato l'impulso per lo sviluppo del disturbo. Molto spesso sono:

  • contraddizioni tra atteggiamenti personali interni e norme morali nella società;
  • umiliazione, isolamento sociale;
  • controllo totale da parte dei genitori o del coniuge;
  • modi per proteggere un individuo “dalle persone”, “contro le persone”, “dalle persone”;
  • livello di sinistri sovrastimato;
  • situazioni traumatiche specifiche (violenza, perdita dello status sociale, morte di una persona cara);
  • forte stress;
  • depressione prolungata.

Il compito di uno specialista è identificare definitivamente la causa di una nevrosi, poiché la psicoterapia mirerà principalmente ad eliminarla, bloccarla, livellarla. Il cliente deve cambiare l'atteggiamento nei confronti del fattore traumatico nel corso del trattamento, altrimenti sarà inefficace.

Dopo aver identificato lo psicotrauma, uno specialista nella stessa forma di dialogo determina i sintomi di un disturbo nevrotico a livello della psiche. I marker sono:

  • autostima sovrastimata o sottostimata;
  • sistema di valori incerto o in conflitto;
  • sbalzi d'umore;
  • irritabilità, aggressività;
  • aumento del livello di ansia, attacchi di panico, fobie;
  • pianto, vulnerabilità, risentimento;
  • ossessioni;
  • diminuzione delle capacità cognitive (pensiero, memoria, attenzione);
  • disturbi del sonno e molti altri.

Di particolare difficoltà in questa fase è la diagnosi del disturbo ossessivo-compulsivo (disturbo ossessivo-compulsivo). Poiché la malattia è caratterizzata principalmente da pensieri e impulsi persistenti costantemente ripetuti, il cliente viene monitorato per 2 settimane. Se l'ossessione per le stesse immagini patologiche è confermata, viene diagnosticato il DOC e solo dopo che viene prescritto il trattamento..

Fase 2. Diagnosi della condizione fisica

Nella seconda fase della diagnosi, lo psicoterapeuta identifica i sintomi a livello fisiologico:

  • controlla il polso;
  • misura la pressione;
  • esamina la pelle del cliente (per la presenza di eruzioni cutanee, dermatiti, iperidrosi), le mucose degli occhi e della bocca;
  • controlla le condizioni dell'apparato vestibolare, il cui lavoro può essere interrotto;
  • può chiedere al cliente di intervenire.

Durante la seduta, lo psicoterapeuta controlla le condizioni fisiche del cliente e durante la conversazione rivela nervosismo generale, aumento della sudorazione, tremori alle mani, contrazioni alle gambe, balbuzie. Alla fine, scrive le lamentele personali sui problemi di salute.

Sulla base dei dati ottenuti, viene fatta una diagnosi preliminare: è una nevrosi. Se è così, quale forma. In casi ambigui, è possibile assegnare studi aggiuntivi: analisi, metodi di esame strumentali, consultazioni di specialisti ristretti.

Recentemente, la diagnostica rapida di K. Heck e H. Hess è sempre più utilizzata. Contiene 40 domande, basate sulle risposte a cui viene fatta una diagnosi. È vero, alcuni esperti criticano questo questionario per un'immagine non sufficientemente chiara dell'identificazione dei sintomi somatici della malattia..

Diagnostica espressa delle nevrosi di K. Heck e H. Hess

Dopo aver chiarito la diagnosi, vengono determinati i metodi più efficaci di psicoterapia. Il compito principale è allenare lo psicotrauma, ripristinare l'armonia interiore. L'eliminazione dei blocchi nella coscienza porta al miglioramento delle condizioni fisiche.

Sessioni

Qualsiasi sessione di psicoterapia con nevrosi è caratterizzata dai seguenti punti generali:

  • rapporto di fiducia con uno psicoterapeuta;
  • ambiente rilassante (stanza ben ventilata, musica piacevole, candele aromatiche, minimalismo negli interni, ecc.);
  • il tempo viene concordato in anticipo di comune accordo, in modo che il cliente sia a suo agio;
  • la durata media di una sessione per i bambini dipende dall'età: per i bambini - non più di 20 minuti, per gli scolari di età più giovane e di mezza età - mezz'ora, per gli adolescenti - 40-45 minuti;
  • una seduta di psicoterapia per adulti dipende dal metodo di trattamento scelto e varia da 40 minuti a 1,5 ore;
  • la frequenza è determinata da uno specialista, di solito 1-2 volte a settimana.

Molti sono interessati a quanto dura il corso di psicoterapia. Dipende dalle caratteristiche del decorso della malattia e dalla tecnica scelta. In media, il corso del trattamento è di 8-15 sessioni. Nei casi avanzati, si estende per 3-4 mesi con il coinvolgimento di ulteriori specialisti.

Psicoterapia delle nevrosi infantili

Come notano gli stessi esperti, il trattamento delle nevrosi nei bambini e negli adolescenti in psicoterapia è un compito molto più difficile che lavorare con la stessa diagnosi negli adulti. Il bambino potrebbe non entrare in contatto, il che ritarda l'identificazione della verità della causa del trauma. La seconda caratteristica è che le conseguenze di tali disturbi sono molto più gravi. Nei casi avanzati si può diagnosticare una regressione delle funzioni mentali: un rollback nello sviluppo indietro e la perdita di alcune abilità acquisite.

I genitori dovrebbero capire che un trattamento tempestivo è la chiave per un rapido recupero senza conseguenze..

Se durante la prima seduta sorge il problema della sfiducia, il bambino non si apre e lo psicoterapeuta non è in grado di identificare il conflitto principale, per la diagnosi vengono utilizzati metodi proiettivi. Si propone di disegnare (o descrivere verbalmente) una casa, un albero, una famiglia, un animale fantastico, ecc..

I metodi più efficaci per trattare le psiconevrosi infantili sono l'arteterapia e la psicoterapia cognitiva.

Terapia artistica

Viene spesso utilizzato nella prima fase del trattamento, poiché risolve i problemi chiave che sorgono quando si lavora con la psiche del bambino e dell'adolescente:

  • rivela il potenziale interiore;
  • trova risorse con l'aiuto di cui è possibile risolvere il conflitto;
  • trasforma e traduce le paure inconsce in immagini reali;
  • espande lo spazio interno;
  • rimuove barriere e tensioni.

L'isoterapia è particolarmente efficace per le nevrosi nei bambini. Il bambino spesso non è in grado di parlare del problema, non perché non vuole o non si fida. Il motivo potrebbe risiedere nell'incoscienza o nell'incapacità di tradurlo in una formula vocale (non ci sono abbastanza parole nel vocabolario). L'unico modo per scoprirlo è chiedere di disegnare ciò che emoziona. Di solito, agli adolescenti non viene affidato un compito così aperto: analizzano semplicemente i leitmotiv che attraversano tutti i disegni e lavorano con essi..

Per trattare i bambini in età prescolare, vengono spesso utilizzate situazioni di gioco di ruolo con le bambole. Sono praticati nei casi in cui c'è un problema di rapporti con i coetanei, un educatore, uno dei parenti. Le frasi pronunciate dal bambino, lo stile di comportamento nella scena lo aiutano a trovare una via d'uscita da questa situazione.

Il vantaggio principale dell'arteterapia è l'immediatezza. Le tecniche di lavoro proposte sono percepite come un passatempo interessante e divertente, e non come una procedura terapeutica. Questi sono metodi indolori per eliminare il trauma..

Psicoterapia cognitiva

La terapia cognitiva viene solitamente utilizzata nella seconda fase del trattamento delle nevrosi dell'infanzia e dell'adolescenza - dopo che l'isoterapia e il gioco di ruolo hanno identificato il problema sottostante e aiutato a comprenderlo. Ora la cosa principale è sbarazzarsi di modelli di comportamento stabili, paure, atteggiamenti errati che si sono sviluppati a seguito di un trauma. Ciò avviene secondo il seguente schema:

  • conoscenza dei metodi più semplici di rilassamento e rilassamento disponibili per una determinata età;
  • lavorare con l'immaginazione;
  • immersione nell'ansia e pratica delle abilità per uscirne.

Allo stesso tempo, i metodi del dramma simbolico sono attivamente coinvolti al fine di superare la paura di base e la terapia orientata al corpo per alleviare i morsetti muscolari..

Trattamento farmacologico

La psicoterapia delle psiconevrosi infantili e adolescenziali prevede la nomina di sedativi. Normalizzano il sonno, eliminano il mal di testa, alleviano l'irritabilità, migliorano l'umore, migliorano la concentrazione e le capacità intellettuali. I bambini possono essere assegnati:

  • Anvifen;
  • Bayu-Bay (gocce);
  • Viburkol (candele);
  • Glicina;
  • Leovit (alle erbe);
  • Pantogam;
  • Persen;
  • Tenoten;
  • Phenibut;
  • Citral (pozione) e altri.

Le sessioni di psicoterapia delle nevrosi nei bambini e negli adolescenti vengono svolte alla presenza di uno dei genitori.

Psicoterapia delle nevrosi negli adulti

Per gli adulti, i metodi di psicoterapia per la nevrosi sono presentati da un arsenale più ampio. Inoltre, la tecnica principale e la forma della lezione devono essere concordate con il cliente. Se lo psicoterapeuta ti costringe letteralmente ad andare a corsi di formazione di gruppo, contro la tua volontà, ciò può ritardare il corso del trattamento e aggravare le manifestazioni somatiche. Non importa quanto sia efficace una particolare tecnica, non dovrebbe causare il rifiuto..

Tecniche di base

I metodi più efficaci di psicoterapia per le nevrosi negli adulti:

  • Terapia di biofeedback;
  • la terapia cognitivo comportamentale ripristina l'equilibrio mentale;
  • le tecniche di meditazione riducono il livello di ansia, creano una base per instillare nuove convinzioni (sane);
  • l'ipnosi aiuta il cliente a comprendere le cause del conflitto interno, a sopravvivere e ad abbandonare i traumi di lunga data;
  • la fototerapia ripristina la carenza di vitamina D;
  • psicoterapia orientata alla personalità;
  • psicoterapia razionale;
  • l'arteterapia e la terapia della sabbia permettono di buttare fuori le emozioni all'esterno, liberarsi della pesante zavorra dei problemi;
  • esercizi di respirazione.

Molto spesso, le tecniche meditative diventano la base del corso di psicoterapia delle nevrosi, tra le quali le più efficaci sono:

  • la meditazione più semplice;
  • auto-addestramento;
  • affermazioni verbali.

Musico-terapia

La musica è spesso usata da molti professionisti per la psicoterapia. La sua efficacia è dettata dalla stimolazione delle zone di piacere cerebrale. Inoltre, normalizza la pressione sanguigna, migliora la frequenza cardiaca, calma, aumenta la concentrazione e attiva i processi mentali..

Quali opere sono solitamente prescritte per la musicoterapia:

  • opere di P. Tchaikovsky;
  • "Peer Gynt" di E. Grieg;
  • Ave Maria di F. Schubert;
  • notturni;
  • valzer;
  • composizioni jazz;
  • melodie moderne per il relax.

Trattamento farmacologico

Tra i farmaci per il trattamento delle nevrosi, uno psicoterapeuta può prescrivere:

  • antidepressivi: Azafen, Amitriptilina, Fluoxetina, Fevarin, Mianserin, Paroxetina;
  • tranquillanti: Seduxen, Relanium, Lorma, Sibazon, Elenium;
  • sedativi: tinture di valeriana, peonia, biancospino, motherwort, Novo-passit, Herbion.

Quando si diagnostica il disturbo ossessivo-compulsivo, vengono prescritti farmaci più potenti: antipsicotici e normotimici.

La nevrosi è una malattia grave che colpisce contemporaneamente la salute fisica e mentale. Non puoi lasciarlo incustodito. In uno stato di abbandono, può trasformarsi in forme cliniche più gravi, il cui trattamento richiederà molto più tempo e non garantirà più un completo recupero senza conseguenze. Inoltre, i moderni metodi di psicoterapia ti consentono di sbarazzarti di tali disturbi nel più breve tempo possibile.

Psicoterapia per le nevrosi: diagnostica, sedute, modalità di trattamento

La maggior parte della popolazione mondiale soffre di nevrosi (disturbi nevrotici). La malattia è un disturbo psicogeno reversibile che ha un decorso prolungato. Una nevrosi si manifesta sotto forma di stato astenico (aumento della stanchezza, umore instabile, ecc.) E isteria. Il paziente spesso avverte una diminuzione delle capacità mentali e fisiche. Il problema sorge principalmente a causa del costante sovraccarico emotivo e del ritmo veloce della vita. In una tale situazione, viene utilizzata la psicoterapia. Aiuta a rilassarsi e cura efficacemente i disturbi mentali. Uno specialista esperto dovrebbe condurre sessioni di psicoterapia, quindi la scelta di un medico dovrebbe venire prima..

Cause e sintomi della nevrosi

La nevrosi o disturbo nevrotico è un concetto che unisce un gruppo di disturbi funzionali del sistema nervoso, accompagnati da un cambiamento nello stato psicoemotivo, una diminuzione della capacità lavorativa, la labilità dell'umore e un deterioramento della salute somatica.

Questo gruppo di malattie, prima di tutto, è caratterizzato dall'assenza di patologia organica grossolana del sistema nervoso - le nevrosi si verificano in persone mentalmente completamente sane quando la comunicazione e l'interazione tra il sistema nervoso e altri organi sono interrotte nel loro corpo e allo stesso tempo si sviluppa un cambiamento nello stato psico-emotivo e fisico.

Le cause della nevrosi, molto spesso, sono l'esaurimento nervoso e mentale causato da un programma di lavoro eccessivamente teso, stress cronico (più su come aumentare la resistenza allo stress) o costante mancanza di sonno e mancanza di riposo.

Una condizione acuta di solito si verifica sullo sfondo di un evento traumatico o di un sovraccarico nervoso prolungato.

La nevrosi si manifesta con aumento dell'ansia, paura, ansia, irritabilità, pianto, riduzione delle prestazioni, deterioramento delle funzioni cognitive, dimenticanza, distrazione. Il paziente è costantemente di cattivo umore, non riesce a calmarsi, riposare, rilassarsi, si preoccupa tutto il tempo, si preoccupa, percepisce negativamente eventuali notizie e cambiamenti. La capacità di umore e un forte aumento della sensibilità sono caratteristici. Preoccupa e infastidisce letteralmente tutto: suoni forti, luce intensa, odori, sbalzi di temperatura e altri fattori.

Oltre alle manifestazioni psicoemotive, anche le condizioni fisiche si deteriorano: compaiono mal di testa, debolezza, vertigini, aumento o diminuzione della pressione sanguigna, aumento della sudorazione, disturbi del sonno e appetito. Meno spesso ci sono dolori al petto, all'addome, ai muscoli e alle articolazioni in assenza di patologia di organi e sistemi. Pertanto, è importante trattare la nevrosi in tempo. Scopriamo come curare la nevrosi.

Quadro clinico

Nella clinica della nevrastenia, il posto principale è occupato dalla sindrome astenica. I pazienti lamentano mancanza di energia, cattiva salute generale, mancanza di vigore, intolleranza al normale stress, debolezza. L'attività lavorativa diventa difficile per loro e talvolta impossibile a causa della rapida stanchezza. Allo stesso tempo, sono irritabili, si preoccupano tutto il tempo, senza completare un'attività, se ne assumono un'altra.

Uno dei sintomi persistenti è il mal di testa. Le sensazioni dolorose sono diverse e mutevoli. Possono manifestarsi con formicolio, compressione, dato alla colonna vertebrale, accompagnato da rumore e ronzio nelle orecchie e vertigini. A volte la testa non può essere toccata e persino pettinarsi è doloroso. La condizione peggiora quando il tempo cambia, guida, ecc..

Questa patologia è caratterizzata da disturbi vegetativi e disturbi funzionali nel lavoro di vari sistemi corporei. I pazienti sono preoccupati per mancanza di respiro, palpitazioni, interruzioni nel lavoro del cuore, disagio o dolore vago nella parte sinistra del torace (pesantezza, formicolio, palpitante, bruciore, ecc.), Sudorazione. Possono anche comparire disturbi gastrointestinali, vale a dire nausea, disturbi addominali, scarso appetito, eruttazione, ecc..

Spesso c'è una violazione della termoregolazione (un aumento della temperatura corporea), sonno agitato, insonnia, irregolarità mestruali nelle donne e funzione sessuale negli uomini. I pazienti sono permalosi, lamentosi, ma sono consapevoli del fatto di disturbi psicologici e valutano criticamente la loro condizione.

I sintomi della malattia possono aumentare gradualmente o apparire improvvisamente. Con un decorso lieve, sono transitori, con uno grave - permanente, estenuante il paziente. Nella clinica della nevrastenia, può prevalere l'uno o l'altro dei suddetti sintomi.

Trattamento di una condizione nevrotica

Con le nevrosi, la concentrazione di neurotrasmettitori responsabili della trasmissione degli impulsi nervosi e dello stato psicoemotivo di una persona diminuisce. Ciò provoca un deterioramento dell'umore, apatia e irritabilità..

Inoltre, l'intero lavoro del sistema nervoso è "disordinato", la resistenza allo stress, la capacità di tollerare vari stimoli e diminuisce lo stress, a causa del costante sovraccarico nervoso, aumenta la sintesi degli ormoni dello stress: adrenalina e cortisolo, che causano spasmi dei vasi sanguigni e del tessuto muscolare, tachicardia, aumento della sudorazione e anche paura, ansia o aggressività. Antidepressivi, tranquillanti, farmaci che hanno un effetto sedativo e stabilizzano l'umore aiutano a far fronte a queste spiacevoli manifestazioni..

Se la terapia farmacologica è progettata per affrontare le manifestazioni esistenti di nevrosi, il trattamento e la psicoterapia non farmacologici aiutano ad affrontare le cause delle nevrosi, a trovare modi per affrontare lo stress senza danni alla salute, al comportamento e al benessere.

Danni all'automedicazione

Molti stanno cercando di essere trattati secondo i consigli presi da un sito dubbioso. È estremamente pericoloso seguire tali raccomandazioni e prendere misure da soli. In risposta a un trattamento improprio, possono verificarsi le seguenti situazioni:

  • Progressione della nevrosi;
  • Sviluppo di disturbo irreversibile persistente;
  • La comparsa di altre malattie del decorso cronico;
  • Pensieri suicidi;
  • Avvelenamento con droghe;
  • Problemi sociali;
  • Relazioni interrotte con persone care e colleghi.

Trattamento farmacologico

I seguenti gruppi di farmaci vengono utilizzati per il trattamento:

  1. Antidepressivi: i farmaci di questo gruppo sono coinvolti nell'assorbimento diretto e inverso di serotonina, dopamina e norepinefrina o bloccano un enzima che distrugge questi ormoni, aumentando così la concentrazione di questi ormoni nel sangue e migliorando l'umore del paziente. Gli antidepressivi non creano dipendenza, non hanno alcun effetto sulla velocità di reazione e hanno pochi effetti collaterali. Il principale svantaggio dei farmaci è la necessità di accumulare una certa dose nel sangue, motivo per cui un effetto tangibile si verifica solo 2-3 settimane dopo l'inizio del ricovero e il corso del trattamento dovrebbe essere di almeno 2-3 mesi consecutivi. Per il trattamento del disturbo nevrotico vengono utilizzati o gli antidepressivi classici, i cui effetti e gli effetti collaterali sono i più studiati, oppure i farmaci delle ultime generazioni, che sono considerati i più efficaci e sicuri. Gli antidepressivi devono essere assunti solo come indicato da un medico, poiché il dosaggio e la durata del corso sono selezionati individualmente, in base alla gravità delle condizioni del paziente e ad altri fattori. Più spesso usato per il trattamento: Azafen, Amitriptilina, Mianserina, Fluoxetina, Fevarin, Paroxetina e altri.
  2. Tranquillanti - influenzano la trasmissione degli impulsi nervosi nel cervello, a causa dell'inibizione del sistema nervoso e della risposta del paziente agli stimoli diminuisce, i farmaci hanno un effetto sedativo e anti-ansia. I tranquillanti sono considerati farmaci "pericolosi" perché creano dipendenza, influiscono negativamente sulla velocità delle reazioni e sulla concentrazione dell'attenzione, e quando vengono assunti è vietato guidare un veicolo o eseguire lavori che richiedono un preciso coordinamento dei movimenti e concentrazione. Tranquillanti popolari: Seduxen, Relanium, Elenium, Loram, Sibazon e altri.
  3. Sedativi: per i tipi più lievi di nevrosi, è possibile rinunciare ai sedativi, ma solo uno psichiatra o uno psicoterapeuta può valutare le condizioni del paziente e decidere se la psicoterapia e i sedativi saranno sufficienti in questo caso. I sedativi hanno un effetto simile ai tranquillanti, ma sono molto meno efficaci e non causano tanti effetti collaterali e dipendenza. Molto spesso vengono utilizzati sedativi a base di erbe praticamente innocui: tintura di radice di valeriana, peonia, motherwort, biancospino e loro derivati: Novo-passit, Valoferin, Gerbion, Phytorelax e altri.

Psicoterapia per disturbi della personalità e del comportamento negli adulti

I nomi di questi disturbi tendono a cambiare storicamente. Nel diciannovesimo secolo, si sono verificati i seguenti termini: "comportamento sbagliato" (P. Pinel, 1809), "follia morale" (J. Prichard, 1835), "degenerazione mentale" (B. Morel, 1868).

Il termine che caratterizza questi disturbi ed è diventato generalmente accettato è stato introdotto da I. Koch (1891) con il nome di psicopatia. Il termine è rimasto a lungo e non ha perso il suo significato nemmeno ora, nonostante il fatto che nell'ICD-9, a causa della tendenza all'umanizzazione, questa sezione di disturbi fosse chiamata "disturbi della personalità", e nell'ICD-10 - "disturbi della personalità matura e del adulti ".

I risultati della sistematizzazione delle psicopatie hanno dato molte classificazioni, sia straniere (E. Kraepelin, R. Sheider, E. Krechmer) che nostre (S. Korsakov, G. Sukhareva, O. Kerbikov, A. Lichko, A. Smulevich, M. Burno e così via.).

La classificazione di P.B. Gannushkin. Gli psichiatri domestici P.B. Ganushkin, OV Kerbikov hanno dato un grande contributo allo sviluppo della teoria delle psicopatie. Ganushkin ha formulato i segni cardinali delle psicopatie, che consentono di distinguere le psicopatie dalle varianti estreme delle norme caratterologiche (accentuazioni del carattere).

Secondo P.B. Le psicopatie di Gannushkin hanno criteri: congenitalità, irreversibilità, totalità, ad es. tratti patologici della personalità manifestati in tutte le sfere della vita.

Le psicopatie sono una patologia del carattere, di cui soffre il paziente stesso o il suo ambiente o lui stesso e l'ambiente. La psicopatia è un prodotto di sviluppo anormale, maturazione della personalità, causato dall'influenza di fattori costituzionali, biologici ed esogeni sfavorevoli.

Tipologia clinica delle personalità:

  1. Psicopatia astenica
  2. Psicopatia psicastenica
  3. Tipo di personalità anancastica (ossessivo-compulsiva)
  4. Tipo di personalità infantile instabile
  5. Personalità isteriche
  6. Psicopatici epilettici
  7. Psicopatici schizoidi
  8. Psicopatici cicloidi
  9. Tipo di personalità paranoica
  10. Tipo di personalità esplosiva (eccitabile)

Le psicopatie sono nella fase di compensazione, ad es. adattato all'ambiente e allo scompenso causato da qualche tipo di trauma, frustrazione e su base costituzionale, è possibile l'inizio di fasi. Lo scompenso è spesso considerato come reazioni nevrotiche, il che porta a tattiche psicoterapeutiche inadeguate.

Il ruolo della psicoterapia nei disturbi della personalità

è determinato dal valore dei fattori psicogeni nella dinamica delle condizioni del paziente. Maggiore è la loro quota nello scompenso del paziente rispetto all'insufficienza biologica, maggiore è il successo che ci si può aspettare dalla psicoterapia. L'approccio psicoterapeutico, a partire dall'instaurazione dei primi contatti con il paziente, dovrebbe focalizzarsi sul tipo di psicopatia (ME Burno, IS Pavlov, ecc.), Sull'uso delle caratteristiche della personalità nello sviluppo di uno stato di compensazione. Questa è l'evitamento di situazioni che portano allo scompenso (V.E. Rozhnov N.K. Shubina), consapevolezza delle loro caratteristiche personali, comprensione delle caratteristiche personali di altre persone dal loro ambiente. Un altro percorso parallelo delle tattiche psicoterapeutiche dovrebbe essere basato sullo sviluppo della personalità, sulla formazione della maturità mentale e sui meccanismi di crescita personale. Questo percorso porta alla "eliminazione" dei disturbi di personalità, alla "normalizzazione" del carattere, alla formazione di meccanismi e abilità che contribuiscono alla capacità di far fronte a una situazione che in precedenza porta allo scompenso..

L'acquisizione dell'esperienza di vita, la maturazione della personalità della maturità mentale è facilitata da:

  1. la capacità del paziente di determinare che in una data situazione la cosa principale è obbedire al compito della situazione;
  2. comprendendo che in alcune situazioni non si può fare nulla, devi solo affrontarlo con calma, e poi il tempo metterà tutto al suo posto. Questo è uno dei meccanismi di compensazione più importanti insieme ai meccanismi per evitare situazioni che portano allo scompenso;
  3. allenare le capacità di superare la coscienza situazionale affettivamente ristretta, la formazione in questi casi di atteggiamenti verso una percezione olistica della realtà; la capacità di non elevare questa situazione fugace al rango di decisione del proprio destino e del proprio futuro. È importante condurre allenamenti funzionali, episodi di giochi di ruolo, elementi di psicodramma.
  4. riducendo l'attitudine a vincere in una discussione, la tendenza ad avere sempre ragione. È importante che un astenico con la sua timidezza, sospettosità e uno psicastenico con i suoi dolorosi dubbi e un epilettico con il suo pensiero schietto si elevi al di sopra della situazione della controversia, per vedere se stesso e l'interlocutore come dall'esterno. Vedere i reali benefici per se stessi in una disputa è la comprensione della verità, e non un desiderio infantile, qualunque cosa accada, di sconfiggere l'interlocutore. Sospendere tatticamente la controversia se c'è una tale tendenza indicando educatamente al paziente.
  5. la formazione di un sentimento che l'altro è uguale a me, inizialmente siamo uguali.
  6. considerare il rapporto tra "io" e "io" del paziente in una situazione conflittuale, psicotraumatica del paziente;
  7. comprendere la situazione di aggressività delle altre persone. Se una persona è aggressiva, allora ha problemi, non tu..
  8. tattiche psicoterapeutiche finalizzate allo sviluppo personale, stabilendo il processo di crescita personale e stabilità mentale

tale lavoro psicoterapeutico richiede tempo. L'approccio più efficace è quando viene eseguito un ciclo completo di psicoterapia, dopo di che il paziente continua a vivere senza psicoterapia di supporto..

L'esperienza di utilizzo della "psicoterapia clinica per creatività" (Burno) è di grande interesse..

Terapia di autoespressione creativa, profondamente individualizzata, basata su una conoscenza sottile delle caratteristiche di una personalità psicopatica, la sua struttura, stato clinico, include la creazione di opere creative (in pittura, scultura, fotografia d'arte), comunicazione con la natura. Indica violentemente tre fattori terapeutici in psicoterapia con questo metodo: 1) il ritorno della propria individualità, 2) catarsi, 3) l'emergere di contatti, la comunicazione con altre persone a causa della loro creatività. La psicoterapia viene svolta in forma individuale e di gruppo. Quest'ultima forma è particolarmente indicata per i pazienti con psicopatie psicofisiche, isteriche e altri tipi di psicopatie e accentuazioni del carattere.

La psicoterapia familiare è di grande importanza nelle psicopatie (Eidemiller, Yustitskis).

Indica due fasi del processo psicoterapeutico: la registrazione (ottenere informazioni sul paziente e la sua famiglia, per la quale vengono utilizzati sia il metodo clinico che la ricerca psicologica speciale) e ricostruttiva.

La psicoterapia familiare è finalizzata allo studio delle relazioni interpersonali e ha come obiettivo l'eliminazione dei disturbi emotivi in ​​famiglia o la loro compensazione (Eidemiller, Yustickis).

Nel processo di psicoterapia, ogni conflitto viene analizzato tenendo conto della storia della famiglia, della sua esperienza passata, delle caratteristiche psicologiche dei suoi membri, ecc..

Recentemente, la psicoterapia di gruppo è stata sempre più utilizzata per le psicopatie. Consente ai pazienti di valutare meglio le loro reazioni alle difficoltà della vita, di identificare situazioni individualmente intollerabili che contribuiscono allo scompenso, di dimostrare le reazioni del gruppo al loro comportamento. Il confronto di questi pazienti con persone con problemi simili renderà i primi più suscettibili al trattamento e raggiungerà la loro maggiore socializzazione, livellando le deviazioni caratterologiche. La cosa principale che può essere raggiunta dalla psicoterapia di gruppo per le psicopatie è insegnare ad anticipare le conseguenze del loro comportamento ea correggerlo in condizioni specifiche. Si raccomanda di trattare i pazienti con psicopatia in piccoli gruppi (soprattutto, combinandoli con pazienti con nevrosi e altre condizioni borderline).

Vengono utilizzati moduli di discussione e altre tecniche

Metodi non farmacologici

Tra i metodi non farmacologici per eliminare la nevrosi, la fototerapia e l'ipnosi, la musicoterapia del colore, il training autogeno, gli esercizi di respirazione, l'aromaterapia, la biofeedback, l'arte, la terapia della sabbia e alcuni altri tipi sono considerati i più efficaci.

La scelta di una tecnica specifica nel trattamento della nevrosi dipende dalla causa della malattia e dalla natura della persona..

Quindi, la fototerapia o la terapia della luce aiuta con lo sviluppo della depressione stagionale nelle persone che vivono nelle zone temperate o settentrionali e che soffrono di un deficit di luce solare necessario per la sintesi della vitamina D. L'ipnosi è indicata quando il paziente non vuole rendersi conto delle ragioni del conflitto interno, la necessità di sopravvivere e "lasciarsi andare" trauma che potrebbe essere già stato dimenticato dal paziente.
Continuando ad affrontare la questione di come sbarazzarsi della nevrosi, va notato che la cromoterapia e la musicoterapia mirano a stimolare le zone di piacere nel cervello del paziente. Esercizi di respirazione, arteterapia, terapia della sabbia e altri tipi di creatività aiutano a sbarazzarsi dello stress interno, rivelano i tuoi sentimenti e "buttano via" le emozioni negative.

Caratteristiche del corso negli uomini

La nevrosi procede in tutte le persone in modi diversi. Nelle donne, la varietà isterica si trova più spesso. Sono caratteristici il comportamento instabile, la drammatizzazione delle situazioni, le lacrime e le urla. I sintomi nel trattamento della nevrosi negli uomini, che richiedono un trattamento, sono leggermente diversi. Hanno meno probabilità di incontrare una diagnosi, ma più spesso iniziano la condizione agli stadi estremi. Nel sesso più forte, la diagnosi è spesso associata a sforzo eccessivo e maniaco del lavoro. Caratteristiche come sono comuni:

  • Aggressione. Le reazioni a cose familiari diventano acute. Un uomo risponde agli eventi quotidiani con rabbia.
  • Bassa autostima. La persona non crede in se stessa, ha paura di iniziare una nuova attività.
  • Forte autocritica. Si impongono requisiti elevati e talvolta irraggiungibili.
  • Incapacità di adattarsi alla situazione. Anche un piccolo contrattempo mette fuori strada un uomo con nevrosi..

Di particolare importanza per il sesso più forte è una manifestazione come la diminuzione della libido. La vita sessuale attrae sempre meno. Inoltre, c'è una mancanza totale o parziale di erezione. Questo porta alla progressione di un esaurimento nervoso e ti fa finalmente ritirare in te stesso. È importante che la metà maschile della società si sia sempre distinta per il silenzio dei propri problemi. Anche l'occultamento dei fatti e la mancanza di misure adottate provocano lo sviluppo di HP negli uomini..

Prevenzione

La prevenzione primaria e secondaria dell'ADR gioca un ruolo importante. Anche dopo una cura completa, è importante seguire le raccomandazioni per prevenire le ricadute. Un programma preventivo prevede azioni come:

  • Condurre uno stile di vita sano. Una dieta equilibrata, l'aderenza al sonno e al riposo, lo sport sono le principali "balene" di un sano sistema nervoso. Le sostanze stupefacenti sono severamente vietate. Non dovresti bere bevande alcoliche regolarmente e in grandi quantità. Si consiglia di abbandonare completamente i prodotti del tabacco.
  • Prevenzione delle influenze traumatiche. Uno degli obiettivi principali è ridurre al minimo lo stress, evitare conflitti e mantenere un'atmosfera emotiva favorevole..
  • Seguendo i principi di una corretta educazione. Non dovresti instillare nei bambini pensieri sulla loro esclusività e superiorità o, al contrario, sminuire artificialmente successi e meriti..
  • Mantenere un'illuminazione adeguata. Una banale mancanza di luce porta spesso alla comparsa dei primi segni di nevrosi e depressione. Vale la pena abbandonare le tende spesse e usare un'illuminazione intensa la sera. La luce aiuta la produzione di serotonina, un mediatore che influisce positivamente sull'umore.
  • Rilevazione tempestiva e terapia delle patologie. È importante essere esaminati regolarmente e interrompere urgentemente i disturbi dei sistemi endocrino, nervoso, cardiovascolare e di altro tipo. Le patologie trascurate aumentano significativamente il rischio di un disturbo nervoso.

Trattamento della nevrosi. Come trovare uno psicoterapeuta?

Una persona che soffre di nevrosi, distonia vegetativa-vascolare e attacchi di panico ha un desiderio naturale di sbarazzarsi di questi problemi e vivere una vita piena e, per ottenere un risultato, è pronto a pagare qualsiasi soldo agli specialisti. Ma spesso, rivolgendosi a uno psicologo o psicoterapeuta, non riesce ancora a sbarazzarsi di stati ossessivi, panico e fobie, e somme cospicue spese per il trattamento della nevrosi vanno nel vuoto.

Quali fattori rendono difficile il trattamento della nevrosi?

Specialista senza scrupoli

In questa categoria ci sono sia veri e propri truffatori, che guardano alle persone come fonte di arricchimento, sia coloro che hanno conseguito una laurea in psicologia o psicoterapia, ma non hanno esperienza pratica nel trattamento della nevrosi..

Nel primo caso si tratta di persone lontane dalla psicologia e dalla medicina. Il massimo che hanno fatto è stato accumulare idee superficiali sul trattamento della nevrosi, attacchi di panico e distonia vascolare nei libri o su Internet e hanno iniziato a fingere di essere specialisti a scopo di lucro. Alcuni truffatori, sulla base delle stesse informazioni da Internet, inventano una leggenda secondo cui loro stessi una volta soffrivano di nevrosi, ma se ne sono sbarazzati con successo con l'aiuto di tecniche sviluppate in modo indipendente. Questo viene fatto al fine di ispirare fiducia a quelle persone che cercano uno specialista esperto in grado di trattare efficacemente nevrosi e attacchi di panico. È vero, queste leggende sono progettate per persone lontane da questi problemi. E quelli che si sono davvero sbarazzati della nevrosi e del VSD sono in grado di rivelare rapidamente l'inganno.

Questi ultimi semplicemente non hanno idea della pratica e la teoria da sola non è sufficiente per salvare efficacemente una persona dai suoi problemi. Si tratta di persone che stanno appena muovendo i primi passi nella professione di psicologo o psicoterapeuta, spesso vengono chiamate "precoci". In effetti, non sanno nulla di psicoterapia e si limitano a raccontare alcune cose ben note..

In entrambi i casi, nonostante le forti promesse, non saranno utili..

Psicologo che offre servizi di psicoterapeuta

Ora in Russia, le persone con un'istruzione superiore in discipline umanistiche hanno l'opportunità di ricevere una riqualificazione, ovvero un diploma di psicologo può essere ottenuto in sei mesi. Allo stesso tempo, infatti, non è uno specialista. Pertanto, non sarà in grado di aiutare una persona nel trattamento della nevrosi, sbarazzandosi di attacchi di panico e VSD. Inoltre, alcuni psicologi autorizzati offrono servizi di psicoterapia. Ma devi capire chiaramente che il diploma di uno psicologo non fornisce le competenze che dovrebbe avere uno psicoterapeuta. Nonostante il fatto che un tale specialista abbia una conoscenza psicologica generale, non possiede tecniche psicoterapeutiche con l'aiuto di cui viene trattata la nevrosi. Per fare questo, ha bisogno di studiare, sottoporsi a una formazione avanzata, ricevere conoscenze teoriche e abilità pratiche..

Uno psicologo che non conosce i metodi per curare la nevrosi e il VSD

Questa categoria di persone - dilettanti nella professione, ma buoni venditori. Armati di un diploma di psicologia (non sempre autentico), iniziano a pubblicizzare energicamente i loro servizi. Girano un numero enorme di video pubblicitari con recensioni o recensioni di sinistra di quelle persone che hanno appena iniziato a sbarazzarsi della nevrosi e hanno ricevuto i primi risultati. Usano mosse di marketing brillanti con l'uso di frasi così forti e ambiziose come "Liberarsi di un attacco di panico e curare la nevrosi in 2 giorni, in 2 consultazioni, in 5 consultazioni". E la gente crede a slogan pubblicitari ad alto volume. Portano loro i soldi nella speranza di sbarazzarsi dei loro problemi. In effetti, tutte queste affermazioni sono manichini pubblicitari, infatti, non danno alcun risultato..

Uno specialista che si è sbarazzato di nevrosi, distonia vegetativa e attacchi di panico

Queste persone una volta avevano davvero un problema di cui si sono sbarazzate con successo. Quindi, quando ne parlano nelle loro promozioni, non mentono. E spesso sono esperti nell'argomento. Ma bisogna capire che una persona che si è sbarazzata di una nevrosi è una cosa, e ben altra è uno specialista che può aiutare decine, centinaia e migliaia di persone. Le esperienze personali possono essere efficaci per una persona, ma completamente inutili per gli altri. Pertanto, non sorprende che tali specialisti (che in realtà non lo sono) possano molto raramente aiutare le persone nel trattamento di nevrosi, ansia e attacchi di panico..

Come evitare di perdere tempo e denaro nella scelta di uno specialista?

Per le persone alla ricerca di uno psicoterapeuta che possa fornire un'efficace assistenza qualificata nella cura delle nevrosi, consigliamo di prestare attenzione ai seguenti punti:

- la presenza di diploma, certificati, attestati non garantisce un'assistenza di qualità;

- più forte e aggressivo è l'annuncio, più è probabile che sia solo una banale truffa di denaro;

- anche il prezzo troppo basso dei servizi di uno psicologo o psicoterapeuta è motivo di sfiducia, poiché molto probabilmente si tratta di un dilettante precoce o di un truffatore di un giorno il cui obiettivo è attrarre quante più persone possibile in breve tempo per raccogliere denaro da loro secondo il principio "Con il mondo su una corda" e poi scompaiono per sempre.

Veri segni di uno psicologo o psicoterapeuta professionista:

- gli specialisti esperti non pubblicizzano quasi mai i loro servizi - non hanno tale necessità. In primo luogo, i loro nomi sono già noti e, in secondo luogo, non hanno bisogno di pubblicità: per prendere un appuntamento con loro a volte le persone aspettano il loro turno per più di un mese. È vero, le consultazioni di tali professionisti e il trattamento della nevrosi nelle loro cliniche non sono economici;

- queste persone registrano anche video e pubblicano sia su Internet che sulla carta stampata. L'unica differenza è che il loro contenuto non contiene pubblicità. Di norma, si tratta di articoli scientifici seri su riviste mediche specializzate o di una rassegna video di alcuni importanti argomenti del campo professionale. Possono anche essere filmati riflessi per persone pensanti in modo che non affrontino truffatori o dilettanti..

Qual è il posto migliore per cercare uno psicoterapeuta?

Se vuoi trovare uno psicoterapeuta per consulenze personali, prova a cercarlo nella tua città. Il fatto che tutti i migliori specialisti vivano a Mosca, San Pietroburgo o all'estero non è altro che un mito. Ci sono professionisti esperti che offrono cure efficaci per la nevrosi in ogni grande città e in ogni regione. In media, i loro servizi di consulenza costano da 2 a 3 mila rubli: questo è un importo piuttosto elevato per le persone di qualsiasi reddito che vogliono sbarazzarsi di nevrosi, attacchi di panico e distonia vascolare vegetativa.

È meglio cercare uno specialista nel passaparola, cioè secondo recensioni reali di persone che conoscono personalmente uno psicologo o uno psicoterapeuta. Idealmente, è consigliabile trovare una persona che questo specialista ha aiutato a sbarazzarsi dei loro problemi. Sarà sia la migliore pubblicità di cui ti puoi fidare sia un'alta probabilità che nel trattamento della nevrosi sarai effettivamente aiutato a ottenere risultati positivi..