Aloperidolo

Il farmaco aloperidolo è un derivato neurolettico, antipsicotico e butirrofenonico.
Ha un potente effetto antipsicotico, moderato sedativo (la clorpromazina 50 mg è equivalente a 1 mg di aloperidolo). Il meccanismo dell'azione antipsicotica dell'aloperidolo è molto probabilmente associato al blocco dei recettori della dopamina nella mesocorteccia e nel sistema limbico. Blocca l'attività dopaminergica nella via nigrostriale, che è associata a disturbi del sistema extrapiramidale (disturbi extrapiramidali).
Ha un debole blocco centrale α-adrenergico, effetti antistaminici e anticolinergici, interrompe il processo di ricaptazione e deposizione di norepinefrina.
L'aloperidolo a piccole dosi inibisce i recettori della dopamina della zona trigger del centro del vomito, motivo per cui è usato per trattare il vomito (ad esempio durante la chemioterapia). Il blocco dei recettori D2 nell'ipotalamo porta ad una diminuzione della temperatura corporea, un aumento della produzione di prolattina (che è associata all'ingrossamento del seno e alla secrezione di latte in entrambi i sessi).
Farmacocinetica
Quando somministrato per via endovenosa, la biodisponibilità è del 100%, inizia ad agire molto rapidamente - entro 10 minuti. La durata dell'azione va dalle 3 alle 6 ore.
Con il gocciolamento, l'inizio dell'effetto è lento, ma l'azione è più lunga.
Con la somministrazione intramuscolare, la Cmax viene raggiunta dopo 20 minuti.
Se assunto per via orale, la biodisponibilità del 60-70% subisce un effetto di "primo passaggio" attraverso il fegato.
Viene assorbito principalmente dall'intestino tenue, in forma non ionizzata, dal meccanismo di diffusione passiva. Cmax in sangue è raggiunto in 3-6 ore.
Per un'azione efficace è necessaria una concentrazione plasmatica da 4 μg / L a 20-25 μg / L. La determinazione del contenuto del farmaco nel plasma è necessaria per il calcolo della dose, specialmente con un uso prolungato. Il rapporto tra la concentrazione negli eritrociti e la concentrazione nel plasma è 1:12. La concentrazione di aloperidolo nei tessuti è più alta che nel sangue e il farmaco tende ad accumularsi nei tessuti. Penetra facilmente nelle barriere istoematogene, compreso il BBB. L'aloperidolo viene metabolizzato nel fegato attraverso il processo di N-dealchilazione con la partecipazione dei citocromi CYP2D6, CYP3A3, CYP3A5, CYP3A7; è un inibitore del CYP2D6. Il metabolita è inattivo. L'aloperidolo viene escreto dai reni (40%) e dalle feci (60%). L'emivita plasmatica dopo somministrazione orale è in media di 24 ore (12-37 ore), con somministrazione intramuscolare - 21 ore (17-25 ore), con somministrazione endovenosa - 14 ore (10-19 ore).

Indicazioni per l'uso:
Le indicazioni per l'uso di aloperidolo sono: agitazione psicomotoria di varia origine (mania, ritardo mentale, psicopatia, schizofrenia, alcolismo cronico), delirio e allucinazioni (condizioni paranoiche, psicosi acuta), sindrome di Gilles de la Tourette, corea di Huntington, disturbi psicosomatici, disturbi comportamentali nella vecchiaia e nell'infanzia, balbuzie, a lungo termine e resistente alla terapia, vomito e singhiozzo.

Per aloperidolo decanoato: schizofrenia (terapia di supporto).

Modalità di applicazione:
L'aloperidolo viene somministrato per via endovenosa, intramuscolare e orale. Il regime di dosaggio è impostato individualmente. Per alleviare l'agitazione psicomotoria negli adulti - 5-10 mg i / mo i / v con una possibile una o due reintroduzione dopo 30-40 minuti. All'interno, la dose iniziale per gli adulti è 0,5-5 mg 2-3 volte al giorno, quindi la dose viene gradualmente aumentata fino a ottenere un effetto terapeutico stabile (in media, fino a 10-15 mg / die, nelle forme croniche di schizofrenia - fino a 20-60 mg / giorno), seguito da un passaggio a una dose di mantenimento inferiore. La dose massima giornaliera è di 100 mg.
La dose per i bambini di età superiore a 3 anni è calcolata in base al peso corporeo.
Ai pazienti anziani e debilitati viene prescritta una dose inferiore.
Soluzione iniettabile contenente aloperidolo decanoato - rigorosamente i / m, dose iniziale - 25-75 mg una volta ogni 4 settimane.

Effetti collaterali:
Dal sistema nervoso e dagli organi sensoriali: acatisia, disturbi extrapiramidali distonici (inclusi spasmi dei muscoli del viso, del collo e della schiena, movimenti simili a tic o contrazioni, debolezza delle braccia e delle gambe), disturbi extrapiramidali parkinsoniani (inclusi difficoltà a parlare e deglutire, viso simile a una maschera, andatura strascicata, tremori alle mani e alle dita), mal di testa, insonnia, sonnolenza, ansia, ansia, agitazione, agitazione, euforia o depressione, letargia, convulsioni epilettiche, confusione, esacerbazione di psicosi e allucinazioni, discinesia tardiva (vedere " Precauzioni"); compromissione della vista (inclusa acuità), cataratta, retinopatia.
Dal lato del sistema cardiovascolare e del sangue (emopoiesi, emostasi): tachicardia, ipotensione arteriosa / ipertensione, prolungamento dell'intervallo QT, aritmia ventricolare, alterazioni dell'ECG; ci sono segnalazioni di morte improvvisa, prolungamento dell'intervallo QT e disturbi del ritmo cardiaco come "piroetta" (vedere "Precauzioni"); leucopenia transitoria e leucocitosi, eritropenia, anemia, agranulocitosi.
Dal sistema respiratorio: laringospasmo, broncospasmo.
Dal tratto digerente: anoressia, costipazione / diarrea, ipersalivazione, nausea, vomito, bocca secca, funzionalità epatica anormale, ittero ostruttivo.
Dal sistema genito-urinario: ingorgo delle ghiandole mammarie, insolita secrezione di latte, mastalgia, ginecomastia, irregolarità mestruali, ritenzione urinaria, impotenza, aumento della libido, priapismo.
Dalla pelle: alterazioni cutanee maculopapulari e simili all'acne, fotosensibilità, alopecia.
Altri: sindrome neurolettica maligna, accompagnata da ipertermia, rigidità muscolare, perdita di coscienza; iperprolattinemia, sudorazione, iperglicemia / ipoglicemia, iponatriemia.

Controindicazioni:
Le controindicazioni all'uso di aloperidolo sono: ipersensibilità, grave depressione tossica del sistema nervoso centrale o coma causato dall'uso di farmaci; malattie del sistema nervoso centrale, accompagnate da sintomi piramidali ed extrapiramidali (inclusi.

Morbo di Parkinson), epilessia (la soglia convulsiva può diminuire), disturbi depressivi gravi (possibile peggioramento dei sintomi), malattie cardiovascolari con sintomi di scompenso, gravidanza, allattamento, età fino a 3 anni.
Accuratamente. Glaucoma o predisposizione ad esso, insufficienza polmonare, ipertiroidismo o tireotossicosi, funzionalità epatica e / o renale compromessa, ritenzione urinaria.

Gravidanza:
È controindicato l'uso di aloperidolo durante la gravidanza.
Categoria di azione FDA C.
Durante il trattamento, l'allattamento al seno deve essere interrotto (passa nel latte materno).

Interazione con altri medicinali:
L'aloperidolo aumenta l'effetto di farmaci antipertensivi, analgesici oppioidi, antidepressivi, barbiturici, alcol, indebolisce - anticoagulanti indiretti. Inibisce il metabolismo degli antidepressivi triciclici (il loro livello plasmatico aumenta) e aumenta la tossicità. Con la somministrazione a lungo termine di carbamazepina, il livello plasmatico di aloperidolo diminuisce (è necessario aumentare la dose). Può causare una sindrome simile all'encefalopatia se combinato con il litio.

Overdose:
Sintomi di un sovradosaggio di aloperidolo: gravi disturbi extrapiramidali, ipotensione arteriosa, sonnolenza, letargia, nei casi gravi - coma, depressione respiratoria, shock.
Trattamento: nessun antidoto specifico. Forse lavanda gastrica, la successiva nomina di carbone attivo (se il sovradosaggio è associato all'ingestione). Con depressione respiratoria - ventilazione meccanica, con una pronunciata diminuzione della pressione sanguigna - l'introduzione di fluidi sostitutivi del plasma, plasma, norepinefrina (ma non adrenalina!), Per ridurre la gravità dei disturbi extrapiramidali - bloccanti anticolinergici centrali e farmaci antiparkinson.

Condizioni di archiviazione:
Elenco B. In un luogo fresco e asciutto.

Modulo per il rilascio:
Haloperidol - compresse in confezioni da 50 pezzi da 0,0015 ge 0,005 g ciascuna.
Haloperidol - fiale da 1 ml di soluzione allo 0,5% in una confezione da 5 pezzi; in flaconcini da 10 ml di soluzione allo 0,2%.

Composizione:
1 ml - 5 mg di aloperidolo del farmaco contiene: aloperidolo.
Eccipienti: acido lattico, acqua per preparazioni iniettabili.

Inoltre:
Aumento della mortalità nei pazienti anziani con psicosi associata a demenza. Secondo la Food and Drug Administration (FDA) 1, i farmaci antipsicotici aumentano la mortalità nei pazienti anziani nel trattamento della psicosi associata alla demenza. Un'analisi di 17 studi controllati con placebo (della durata di 10 settimane) in pazienti che assumevano farmaci antipsicotici atipici ha rivelato un aumento della mortalità associata all'assunzione di farmaci di 1,6-1,7 volte rispetto ai pazienti che ricevevano placebo. In tipici studi controllati di 10 settimane, il tasso di mortalità associata al farmaco era di circa il 4,5%, rispetto al 2,6% nel gruppo placebo. Sebbene le cause di morte fossero diverse, la maggior parte era associata a problemi cardiovascolari (come insufficienza cardiaca, morte improvvisa) o polmonite. Studi osservazionali suggeriscono che, come gli antipsicotici atipici, anche il trattamento con antipsicotici convenzionali può essere associato ad un aumento della mortalità.
Discinesia tardiva. Come con altri antipsicotici, l'aloperidolo è stato associato allo sviluppo di discinesia tardiva, una sindrome caratterizzata da movimenti involontari (può comparire in alcuni pazienti con trattamento a lungo termine o verificarsi dopo l'interruzione della terapia farmacologica). Il rischio di sviluppare discinesia tardiva è maggiore nei pazienti più anziani con terapia ad alte dosi, specialmente nelle donne. I sintomi sono persistenti e in alcuni pazienti - irreversibili: movimenti ritmici involontari della lingua, del viso, della bocca e della mascella (ad esempio, sporgenza della lingua, sbuffo dalle guance, arricciatura delle labbra, movimenti masticatori incontrollati), a volte possono essere accompagnati da movimenti involontari degli arti e del tronco. Con lo sviluppo della discinesia tardiva, si raccomanda la sospensione del farmaco.
I disturbi extrapiramidali distonici sono più comuni nei bambini e nei giovani, così come all'inizio del trattamento; può regredire entro 24-48 ore dall'interruzione dell'aloperidolo. Gli effetti extrapiramidali parkinsoniani si sviluppano più spesso negli anziani e vengono rilevati nei primi giorni di trattamento o con terapia prolungata.
Effetti cardiovascolari. Sono stati segnalati decessi improvvisi, prolungamento dell'intervallo QT e torsioni di punta in pazienti che assumevano aloperidolo. Si deve usare cautela nel trattamento di pazienti con fattori predisponenti al prolungamento dell'intervallo QT, incl. squilibrio elettrolitico (soprattutto ipopotassiemia e ipomagnesiemia), uso concomitante di farmaci che prolungano l'intervallo QT. Durante il trattamento con aloperidolo, è necessario monitorare regolarmente l'ECG, l'emocromo e valutare il livello degli enzimi epatici. Durante la terapia, i pazienti devono astenersi dall'intraprendere attività potenzialmente pericolose che richiedono maggiore attenzione, rapide reazioni mentali e motorie.

Aloperidolo

Haloperidol: istruzioni per l'uso e recensioni

Nome latino: aloperidolo

Codice ATX: N05AD01

Principio attivo: aloperidolo (aloperidolo)

Produttore: Gedeon Richter (Ungheria), Moskhimpharmpreparaty loro. N.A. Semashko (Russia)

Descrizione e foto aggiornate: 16/08/2019

Prezzi in farmacia: da 19 rubli.

L'aloperidolo è un farmaco antiemetico, neurolettico e antipsicotico.

Forma e composizione del rilascio

Forme di dosaggio di aloperidolo:

  • Soluzione per somministrazione endovenosa e intramuscolare di 5 mg / ml (in fiale da 1 ml, in confezioni di plastica di contorno (pallet) da 5 pezzi, 1, 2 pallet in una scatola di cartone; in fiale da 1 ml, in blister da 10 pezzi.., 1 confezione in una scatola di cartone);
  • Soluzione per iniezione intramuscolare da 5 mg / ml (in fiale da 1 ml con un coltello per fiala, 10 pz. In una scatola di cartone; in fiale da 1 ml e 2 ml, in blister 5 pz., 1, 2 confezioni in scatola di cartone; in fiale da 2 ml, in confezioni di plastica di contorno (pallet), 5 pezzi, 1, 2 pallet in una scatola di cartone);
  • Compresse: 1 mg (in flaconcini da 40 pz., 1 flacone in una scatola di cartone; in blister da 10 pz., 3 blister in una scatola di cartone; 20 pz. In blister, 2 confezioni in una scatola di cartone); 1,5 mg (10 pz. In blister, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 10 confezioni in una scatola di cartone; 20 o 30 pz. In blister, 1, 2, 3 confezioni in una scatola di cartone; 25 pz. in blister, 2 confezioni in una scatola di cartone; 50 pz. in blister, 2, 3, 4, 5, 6, 8, 10 confezioni in una scatola di cartone; in barattoli (barattoli) da 50, 100, 500, 600, 1000, 1200 pz., 1 barattolo ciascuno in carta da pacchi; in flaconi (flaconi) da 100, 500, 1000 pz., 1 flacone in una scatola di cartone; in un contenitore di polimero 10, 20, 30, 40, 50, 100 pezzi, 1 contenitore in una scatola di cartone); 2 mg (in lattina (barattoli) da 25 pezzi, 1 lattina in una scatola di cartone); 5 mg (in blister da 10 pz., 3 o 5 blister in una scatola di cartone; 10 pz. In blister, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 8, 10 confezioni in una scatola di cartone; ciascuno 15 pezzi In blister, 2 confezioni in una scatola di cartone; 20 o 30 pezzi In blister, 1, 2, 3 confezioni in una scatola di cartone; 50 pezzi In blister, 1, 2 ciascuno, 3, 4, 5, 6, 8, 10 confezioni in una scatola di cartone; in flaconi (fiale) da 30, 100, 500, 1000 pezzi, 1 flacone in una scatola di cartone; in lattine da 50, 100, 500, 600, 1000, 1200 pezzi, 1 barattolo ciascuno in carta da imballaggio; in un contenitore di polimero 10, 20, 30, 40, 50 e 100 pezzi, 1 contenitore in una scatola di cartone); 10 mg (10 pz. In blister, 2 confezioni in una scatola di cartone; in flaconcini da 20 pz., 1 flacone in una scatola di cartone).

1 compressa contiene:

  • Principio attivo: aloperidolo - 1; 1.5; 2; 5 o 10 mg;
  • Componenti ausiliari: fecola di patate, lattosio monoidrato (zucchero del latte), gelatina medica, talco, magnesio stearato.

La composizione di 1 ml di soluzione iniettabile include:

  • Ingrediente attivo: aloperidolo - 5 mg;
  • Componenti ausiliari: acido lattico; acqua per preparazioni iniettabili.

Proprietà farmacologiche

Farmacodinamica

L'aloperidolo, un derivato del butirrofenone, è un antipsicotico (neurolettico). Ha spiccati effetti antipsicotici, sedativi e antiemetici, a piccole dosi fornisce un effetto attivante. Provoca disturbi extrapiramidali. Praticamente nessuna azione anticolinergica. L'effetto sedativo del farmaco è fornito a causa del meccanismo di blocco dei recettori α-adrenergici della formazione reticolare del tronco cerebrale, l'effetto antiemetico dovuto al blocco della dopamina D2-recettori della zona trigger chemocettori. Con il blocco dei recettori della dopamina dell'ipotalamo, si manifestano l'effetto ipotermico e la galattorrea.

In caso di uso prolungato, lo stato endocrino cambia, aumenta la produzione di prolattina, diminuisce la produzione di ormoni gonadotropici nella ghiandola pituitaria anteriore.

Farmacocinetica

Se assunto per via orale, il 60% di aloperidolo viene assorbito, la concentrazione massima nel plasma sanguigno viene raggiunta dopo 3 ore. Il volume di distribuzione è di 18 l / kg. Il 92% si lega alle proteine ​​plasmatiche. Penetra facilmente nelle barriere emato-encefaliche, inclusa la barriera emato-encefalica.

Metabolizzato nel fegato con effetto di primo passaggio. Gli isoenzimi CYP3A3, CYP2D6, CYP3A7, CYP3A5 sono coinvolti nel metabolismo del farmaco. È un inibitore del CYP2D6. Non sono stati trovati metaboliti attivi. Se assunto per via orale, l'emivita di eliminazione è di 24 ore (da 12 a 37 ore).

Viene escreto nella bile (15%) e nelle urine (40%, con l'1% invariato). Escreto nel latte materno.

Indicazioni per l'uso

Indicazioni per l'aloperidolo:

  • Disturbi psicotici cronici e acuti, tra cui schizofrenia, psicosi epilettiche, maniaco-depressive e alcoliche;
  • Agitazione psicomotoria, allucinazioni e deliri di varia origine;
  • Corea di Huntington;
  • Depressione agitata;
  • Oligofrenia;
  • Balbuzie;
  • Disturbi comportamentali nell'infanzia e nella vecchiaia (inclusi autismo infantile e iperreattività nei bambini);
  • Malattia di Tourette;
  • Singhiozzo e vomito (persistenti e resistenti alla terapia);
  • Disturbi psicosomatici;
  • Nausea e vomito durante la chemioterapia (trattamento e prevenzione).

Controindicazioni

  • Grave depressione tossica del sistema nervoso centrale causata da farmaci;
  • Malattie del sistema nervoso centrale, accompagnate da sintomi di disturbi extrapiramidali, isteria, depressione, coma di varie eziologie;
  • Gravidanza e allattamento;
  • Bambini sotto i 3 anni;
  • Ipersensibilità ai componenti del farmaco e altri derivati ​​del butirrofenone.

Secondo le istruzioni, l'aloperidolo deve essere usato con cautela nelle seguenti malattie / condizioni:

  • Glaucoma ad angolo chiuso;
  • Epilessia;
  • Malattie cardiovascolari con sintomi di scompenso, disturbi della conduzione miocardica, aumento dell'intervallo QT o rischio di aumento dell'intervallo QT (inclusa ipopotassiemia e uso concomitante con farmaci che possono aumentare l'intervallo QT);
  • Insufficienza renale e / o epatica;
  • Insufficienza cardiaca respiratoria e polmonare, compresa la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e le malattie infettive acute;
  • Tireotossicosi;
  • Alcolismo cronico;
  • Iperplasia della prostata con ritenzione urinaria;
  • Uso simultaneo con anticoagulanti.

Istruzioni per l'uso di aloperidolo: metodo e dosaggio

Le compresse di aloperidolo vengono assunte per via orale, 30 minuti prima dei pasti. Una singola dose iniziale per adulti è 0,5-5 mg, la frequenza di somministrazione è 2-3 volte al giorno. Per i pazienti anziani, una singola dose non deve superare i 2 mg.

A seconda della risposta dei pazienti alla terapia, la dose viene gradualmente aumentata, solitamente fino a 5-10 mg al giorno. Dosi più elevate (oltre 40 mg al giorno) vengono utilizzate in alcuni casi in assenza di malattie concomitanti e per un breve periodo.

Per i bambini, la dose viene solitamente calcolata in base al peso corporeo: 0,025-0,075 mg / kg al giorno in 2-3 dosi.

Con la somministrazione intramuscolare di aloperidolo, una dose singola iniziale per adulti varia da 1 a 10 mg, l'intervallo tra le iniezioni ripetute può essere di 1-8 ore.

Per la somministrazione endovenosa, l'aloperidolo viene prescritto in una singola dose di 0,5-50 mg, la dose con somministrazione ripetuta e la frequenza di utilizzo sono determinate dalle indicazioni e dalla situazione clinica..

La dose massima giornaliera per gli adulti per la somministrazione orale e intramuscolare è di 100 mg al giorno.

Effetti collaterali

Durante la terapia, è possibile lo sviluppo di disturbi da alcuni sistemi corporei:

  • Sistema cardiovascolare: quando si usano alte dosi di aloperidolo - tachicardia, ipotensione arteriosa, aritmia, cambiamenti nell'elettrocardiogramma (ECG), inclusi segni di flutter, fibrillazione ventricolare e aumento dell'intervallo QT;
  • Sistema nervoso centrale: insonnia, mal di testa, ansia, ansia e paura, agitazione, sonnolenza (soprattutto all'inizio della terapia), acatisia, euforia o depressione, crisi epilettiche, letargia, sviluppo di una reazione paradossale (allucinazioni, esacerbazione della psicosi); con trattamento a lungo termine - disturbi extrapiramidali, tra cui discinesia tardiva, distonia tardiva e sindrome neurolettica maligna;
  • Apparato digerente: quando si utilizza il farmaco a dosi elevate - diarrea o costipazione, secchezza delle fauci, diminuzione dell'appetito, iposalivazione, vomito, nausea, disturbi funzionali del fegato fino allo sviluppo di ittero;
  • Sistema endocrino: irregolarità mestruali, dolore alle ghiandole mammarie, ginecomastia, iperprolattinemia, aumento della libido, diminuzione della potenza, priapismo;
  • Sistema ematopoietico: raramente - agranulocitosi, leucocitosi, leucopenia temporanea e lieve, tendenza alla monocitosi e leggera eritropenia;
  • Organo della vista: retinopatia, cataratta, acuità visiva e disturbi dell'accomodazione;
  • Metabolismo: edema periferico, iper e ipoglicemia, aumento della sudorazione, iponatriemia, aumento di peso;
  • Reazioni dermatologiche: alterazioni cutanee acneiche e maculopapulari; raramente - alopecia, fotosensibilità;
  • Reazioni allergiche: raramente - eruzione cutanea, laringospasmo, broncospasmo, iperpiressia;
  • Effetti colinergici: iposalivazione, secchezza delle fauci, stipsi, ritenzione urinaria.

Overdose

Sintomi: rigidità muscolare, tremori, depressione della coscienza, sonnolenza, abbassamento (in alcuni casi, aumento) della pressione sanguigna. Nei casi più gravi si verificano coma, shock, depressione respiratoria.

Trattamento di un sovradosaggio con somministrazione orale: è indicata la lavanda gastrica, è prescritto carbone attivo. In caso di depressione respiratoria, viene eseguita la ventilazione polmonare artificiale. Per migliorare la circolazione sanguigna, è indicata la somministrazione endovenosa di una soluzione di albumina o plasma, norepinefrina. L'adrenalina è severamente vietata. Per ridurre i sintomi extrapiramidali, vengono utilizzati farmaci antiparkinsoniani e farmaci anticolinergici centrali. La dialisi è inefficace.

Trattamento del sovradosaggio con somministrazione endovenosa o intramuscolare: interruzione della terapia con neurolettici, uso di correttori, somministrazione endovenosa di soluzione di glucosio, diazepam, vitamine del gruppo B, vitamina C, nootropi, terapia sintomatica.

istruzioni speciali

L'uso parenterale del farmaco nei bambini non è raccomandato.

I pazienti anziani di solito richiedono una dose iniziale più bassa e un aggiustamento della dose più lento. Questi pazienti sono caratterizzati da una maggiore probabilità di sviluppare disturbi extrapiramidali. Al fine di identificare i primi segni di discinesia tardiva nel tempo, si raccomanda un attento monitoraggio delle condizioni del paziente..

Se si sviluppa discinesia tardiva, la dose di aloperidolo deve essere ridotta gradualmente e deve essere prescritto un altro farmaco..

Esistono prove della possibilità della comparsa durante la terapia dei sintomi del diabete insipido, esacerbazione del glaucoma, con trattamento a lungo termine - una tendenza a sviluppare linfomonocitosi.

Durante il trattamento con antipsicotici, lo sviluppo della sindrome neurolettica maligna è possibile in qualsiasi momento, ma il più delle volte si verifica subito dopo l'inizio del consumo di droga o dopo il trasferimento del paziente da un farmaco neurolettico a un altro, dopo aver aumentato la dose o durante la terapia di combinazione con un altro farmaco psicotropo.

Durante l'uso di aloperidolo, l'alcol deve essere evitato.

Durante il periodo di terapia, non si dovrebbero intraprendere attività potenzialmente pericolose che richiedono un'alta velocità di reazioni psicomotorie e una maggiore attenzione..

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

È vietato utilizzare l'aloperidolo secondo le indicazioni durante la gravidanza e l'allattamento.

Uso infantile

È vietato utilizzare aloperidolo per il trattamento di pazienti di età inferiore a 3 anni. Nei bambini di età superiore a quella specificata, la somministrazione parenterale del farmaco deve essere effettuata sotto la supervisione speciale di un medico. Dopo aver raggiunto l'effetto terapeutico, si consiglia di passare alle compresse di aloperidolo.

Con funzionalità renale compromessa

In una grave malattia renale, il farmaco deve essere usato con cautela..

Per violazioni della funzionalità epatica

In una grave malattia del fegato, il farmaco deve essere usato con cautela..

Uso negli anziani

Quando si trattano pazienti anziani, la somministrazione parenterale di aloperidolo deve essere effettuata sotto la supervisione speciale di un medico. Dopo aver ottenuto un effetto terapeutico, si consiglia di passare alla somministrazione orale del farmaco.

Interazioni farmacologiche

Con l'uso simultaneo di aloperidolo con determinati farmaci, è necessario tenere conto delle possibili conseguenze di tale interazione:

  • Farmaci che hanno un effetto deprimente sul sistema nervoso centrale (SNC), etanolo: depressione respiratoria e azione ipotensiva, aumento della depressione del SNC;
  • Anticonvulsivanti: un cambiamento nella frequenza e / o nel tipo di crisi epilettiformi, nonché una diminuzione della concentrazione di aloperidolo nel plasma sanguigno;
  • Farmaci che provocano reazioni extrapiramidali: aumento della gravità e della frequenza degli effetti extrapiramidali;
  • Antidepressivi triciclici (inclusa la desipramina): diminuzione del loro metabolismo, aumento del rischio di convulsioni;
  • Farmaci antipertensivi: potenziamento dell'azione dell'aloperidolo;
  • Medicinali con attività anticolinergica: aumento degli effetti anticolinergici;
  • Beta-bloccanti (incluso il propranololo): sviluppo di grave ipotensione arteriosa;
  • Anticoagulanti indiretti: riduzione del loro effetto;
  • Sali di litio: sviluppo di sintomi extrapiramidali più pronunciati;
  • Venlafaxina: aumento della concentrazione plasmatica di aloperidolo;
  • Imipenem: sviluppo di ipertensione arteriosa transitoria;
  • Guanetidina: una diminuzione del suo effetto ipotensivo;
  • Isoniazide: un aumento della sua concentrazione nel plasma sanguigno;
  • Indometacina: confusione, sonnolenza;
  • Rifampicina, fenitoina, fenobarbital: diminuzione della concentrazione di aloperidolo nel plasma sanguigno;
  • Metildopa: confusione, sedazione, demenza, depressione, vertigini;
  • Carbamazepina: aumenta il tasso metabolico di aloperidolo. Possibile manifestazione di sintomi di neurotossicità;
  • Levodopa, pergolide: diminuzione del loro effetto terapeutico;
  • Chinidina: aumento della concentrazione di aloperidolo nel plasma sanguigno;
  • Morfina: sviluppo del mioclono;
  • Cisapride: prolungamento dell'intervallo QT all'ECG;
  • Fluoxetina: sviluppo di sintomi extrapiramidali e distonia;
  • Fluvoxamina: aumento della concentrazione di aloperidolo nel plasma sanguigno, accompagnato da un effetto tossico;
  • Epinefrina: "perversione" della sua azione pressoria, che porta allo sviluppo di tachicardia e grave ipotensione arteriosa.

Analoghi

Gli analoghi di Haloperidol sono: Haloperidol-Acri, Haloperidol-Richter, Haloperidol-Ferein, Apo-Haloperidol, Haloperidol decanoate, Galomond, Halopril, Senorm.

Termini e condizioni di conservazione

Conservare in un luogo buio e asciutto fuori dalla portata dei bambini.

  • Soluzione iniettabile - 5 anni a una temperatura di 15-30 ° C;
  • Compresse - 3 anni a temperature fino a 25 ° C.

Termini di dispensazione dalle farmacie

Dispensato su ricetta.

Opinioni su aloperidolo

Le recensioni di aloperidolo sono prevalentemente positive: il farmaco ha un effetto lieve ed è adatto per il trattamento di disturbi allucinatori, psicosi.

Allo stesso tempo, a causa dell'elevato numero di gravi effetti collaterali (inibizione, sonnolenza, disturbi extrapiramidali), l'aloperidolo è considerato un farmaco obsoleto..

Prezzo per aloperidolo nelle farmacie

Il prezzo approssimativo per Haloperidol è: 50 compresse da 1,5 mg - 38-50 rubli, 10 fiale da 5 mg / ml - 65-75 rubli.