Come far uscire una persona dalla depressione: regole per l'aiuto, raccomandazioni degli psicologi

Cerchiamo tutti di proteggere i nostri cari da problemi e minacce esterne, ma a volte non sappiamo come aiutare una persona a uscire dalla depressione. Dopo tutto, la malattia è spesso invisibile, potrebbe non essere espressa da emozioni violente, isteria o rabbia. E l'assenza di sintomi pronunciati è la più pericolosa.

Inoltre, la depressione è generalmente percepita come qualcosa di frivolo o come una manifestazione di debolezza. Pertanto, le persone con depressione spesso si vergognano della propria condizione. E solo l'atteggiamento attento dei propri cari può aiutare a identificare il problema e affrontarlo..

Come capire se qualcuno è depresso

Per capire che una persona cara è depressa, devi prima di tutto sapere di cosa si tratta. Dopo tutto, la moderna cultura del successo continuo ha svalutato la parola stessa "depressione". Spesso questo termine denota un blues e un cattivo umore. A una persona non è permesso essere debole e le persone usano ogni opportunità per ottenere una ragione per una breve tregua. Pertanto, molte persone pensano che la depressione sia solo un'esperienza prolungata o addirittura un'incapacità di far fronte al ritmo sempre più accelerato della vita..

Ma in realtà, la depressione è un disturbo mentale caratterizzato da diminuzione dell'umore, disturbi del pensiero e ritardo motorio. La depressione ha molti volti, dall'apatia e dal senso di colpa all'ansia e all'anticipazione di un disastro imminente..

Esistono tre gradi di gravità: lieve, moderato (clinico) e grave (cronico). Le probabilità che una lieve depressione scompaia gradualmente da sola sono piuttosto alte. Ci vorranno 2-3 mesi. La depressione clinica può durare fino a sei mesi o addirittura diventare grave. Nella fase cronica, una persona non è più in grado di prendersi cura di se stessa, né in termini di vita quotidiana, né in termini di uscita dalla depressione. Assistenza specialistica e cure mediche necessarie.

Continuare a leggere:

C'è anche una depressione latente, in cui una persona è eccessivamente allegra ed enfaticamente positiva. Una condizione così non ovvia è chiamata "depressione con un sorriso"..

Prima di tutto, devi capire che in uno stato di depressione, una persona non può percepire adeguatamente la realtà circostante, incluso se stesso. Perde la capacità di analizzare cosa sta succedendo, trarre conclusioni e, cosa più pericolosa, chiedere aiuto..

I principali sintomi della depressione

  • Perdita della capacità di divertirsi. Ahedonia, o perdita della capacità di provare piacere (l'opposto dell'edonismo), è una delle differenze più importanti tra grave affaticamento e depressione. Dopo tutto, quando sei oberato di lavoro, vuoi alleviare lo stress, cambiare, bere con gli amici, giocare ai videogiochi o fare shopping. Durante la depressione, non ci sono desideri pronunciati. Una persona funziona automaticamente, niente gli piace o gli interessa.
  • Problemi di appetito. La depressione può manifestarsi come aumento dell'appetito o mancanza di esso. Poiché la depressione è un fenomeno prolungato, prima o poi le fluttuazioni di peso (in qualsiasi direzione) diventeranno evidenti.
  • Disturbi del sonno. Se stiamo parlando di una persona cara con cui vivi, i cambiamenti nel comportamento saranno immediatamente visibili. Ma se un amico ha iniziato ad avere problemi, è importante prestare attenzione ai cambiamenti nel suo programma. La necessità di dormire troppo a lungo si manifesterà in ritardi e mancanza di sonno - nell'esaurimento..
  • Problemi di concentrazione. Una persona depressa diventa meno efficace, la sua produttività diminuisce drasticamente. Questo si riflette sempre nella scuola o nel lavoro. Ma anche cose così piccole come la disattenzione o un'apparenza assente possono essere un segnale serio..
  • Senso di colpa accresciuto. Durante la depressione, una persona può sentirsi depressa e in colpa per tutte le sue azioni passate e presenti. Fino al senso di colpa per la propria esistenza. Si prega di notare per cosa si sta scusando. Ad esempio, una sincera richiesta di perdonarti per il ritardo a una riunione amichevole o di lavoro è sufficiente. Ma se una persona è fissata sul suo errore, tornando costantemente all'argomento del ritardo e della propria inutilità, vale la pena dare un'occhiata più da vicino per vedere se dietro questo c'è un problema molto più grande..
  • Improvvisi sbalzi d'umore. Le persone depresse sono soggette a sbalzi d'umore improvvisi e irragionevoli. Certo, i brutti giorni capitano a tutti e molto dipende dal carattere e dal temperamento. Ma se una persona in pochi minuti può passare da uno stato di euforia a una profonda malinconia, è necessario trattarla con più attenzione. Molto spesso, c'è qualche ragione psicologica o fisiologica dietro gli sbalzi d'umore..
  • Problemi con alcol e droghe. L'abuso di sostanze può essere un tentativo di riportare la gioia e il sale della vita. Il desiderio di provare almeno qualcosa di diverso dall'apatia e dall'impotenza. Non importa se è correlato alla depressione o meno, non dovresti lasciare che il problema vada da solo e aspettare che la situazione si risolva da sola..
  • Mancanza di motivazione, apatia. Molto spesso, le persone depresse dicono che non vedono il motivo di svegliarsi la mattina. Esistono e basta, non vivono la vita. Inoltre, una persona depressa può iniziare a smettere di esprimere la propria opinione, essere d'accordo con tutto e persino non reagire a dichiarazioni offensive..
  • Riluttanza a comunicare con i propri cari. Le persone depresse tendono a evitare il contatto, anche con i loro amici e familiari più stretti. Altri o non capiscono cosa sta succedendo o semplicemente non sanno come aiutare una persona depressa. In tali momenti, è molto importante non allontanarsi, ma anche non imporre la comunicazione. Un uomo dovrebbe sapere che può sempre contare su di te.
  • Indugio. Durante la depressione, è incredibilmente difficile concentrarsi e quindi portare le cose alla fine. Colpisce sempre la scuola o il lavoro. Pertanto, voti bassi o rimproveri da parte delle autorità non dovrebbero mai diventare motivo di condanna. Molto spesso c'è un problema dietro questo che è difficile da affrontare per una persona.
  • Ritardo del motore. La depressione è sempre accompagnata da una costante sensazione di stanchezza. È estremamente difficile costringerti ad andare da qualche parte in un tale stato: questa è un'impresa..
  • Psicosomatica. Durante la depressione, una persona può iniziare a lamentarsi di disagio nell'area del cuore, emicranie, mancanza di respiro e altri disturbi improvvisi. Il test è obbligatorio, ma se il test mostra che la persona è fisicamente sana, i sintomi possono indicare depressione o disturbo d'ansia.
  • Discorsi sulla morte. Nei momenti di esacerbazione, i pensieri di morte sono caratteristici. Di regola, questo non è un desiderio giovanile di dimostrare qualcosa a qualcuno, ma una decisione fredda ed equilibrata per porre fine a un'esistenza dolorosa. In questo stato, una persona può parlare liberamente del completamento degli affari o dei metodi di suicidio. Questo argomento per lui cessa di essere tabù..

Se uno o più di questi sintomi sono stati osservati per più di un mese, questo è un motivo per pensare a come far uscire una persona dalla depressione. Con una fase facile, puoi gestirlo da solo. Ma con manifestazioni più gravi, quando una persona parla di suicidio, dovresti contattare immediatamente uno psicoterapeuta.

Per identificare la depressione, prima guarda i cambiamenti improvvisi nelle abitudini. Ad esempio, l'astinenza è un segno di depressione, ma solo in una persona che non può passare un minuto senza comunicare..

Come identificare la causa della depressione

Molto spesso, la depressione inizia dopo la perdita di una persona cara o dopo un'altra tragedia che non è mai sopravvissuta. Ma succede anche che le cause della depressione siano ambigue e incomprensibili anche alla famiglia e ai migliori amici..

  • Motivi dell'evento.
    Tali ragioni includono un forte shock negativo subito da una persona. Di norma, si tratta della morte di una persona cara, separazione, malattia o gravi problemi finanziari. Ma a volte le difficoltà si accumulano per anni e un evento completamente insignificante diventa un catalizzatore..
  • Cause fisiologiche.
    Studi neurochimici mostrano che le persone inclini alla depressione sono caratterizzate da disturbi nel passaggio degli impulsi nervosi. Succede anche che la propensione alla depressione sia ereditata..
  • Ragioni psicologiche.
    Prima di tutto, questa è una violazione dell'autostima oggettiva e una mancanza di autostima. A una persona sembra che non sia degno di amore e rispetto, in relazione al quale si forma un comportamento compensatorio. Può essere espresso nel perfezionismo, che porta al completo esaurimento emotivo. Inoltre, le ragioni psicologiche sono caratteristiche dei problemi nei rapporti con un partner. Una dipendenza troppo forte da una persona cara può diventare un motivo per la perdita di se stessi, portare a gelosia, paranoia e, di conseguenza, alla depressione.
  • Ragioni sociali.
    L'incidenza della depressione dipende dalla cultura in cui vive la persona. Ad esempio, nei paesi in cui esiste un culto del successo e della realizzazione (USA) o dove le persone conservano molti sentimenti in se stesse (Russia), il tasso di incidenza è molto più alto. Attraverso i media e l'educazione, viene instillato uno standard di benessere, che viene accettato da una persona come misura di quanto è bravo. Si attivano meccanismi di confronto sociale, che più spesso rivelano svantaggi che vantaggi. Oltre a criteri condizionatamente oggettivi (buona istruzione, benessere finanziario, matrimonio felice), esiste anche un criterio soggettivo per l'attrattiva esterna. Un corpo imperfetto può anche portare alla condanna sociale e alla depressione..

La depressione è spesso molto difficile da individuare. Ma un atteggiamento attento nei confronti di una persona cara e parlare dei suoi problemi e delle sue ansie indica la strada per un'esperienza dolorosa. Ascolta non solo le parole, ma anche le emozioni che si celano dietro di esse, e poi capirai come aiutare una persona a uscire dalla depressione.

Come convincere una persona a vedere uno specialista

Nell'ambiente di lingua russa, è già consuetudine rivolgersi agli psicologi, ma non è ancora accettato di parlare apertamente di questo. Pertanto, sembra che solo poche persone ricorrono alla terapia: persone malate e senza spina dorsale. È con questo stereotipo che dovremo combattere. Cosa può aiutare:

  1. Esempio personale. Dicci che eri anche scettico riguardo alla terapia, ma contattare uno specialista ha letteralmente stravolto il tuo mondo e ha dato molte risposte. Può anche aiutare l'esperienza di conoscenti che ti diranno che la psicoterapia non fa paura e non fa male..
  2. Specificità. Una persona depressa non ha abbastanza motivazione per la vita, quindi non è assolutamente in grado di trovare la forza per scegliere un buon specialista. Se consigli di contattare uno psicologo, allora dì come si chiama, dove accetta e chi ha già aiutato. Sarà più produttivo lasciare una scheda aperta nel browser o il biglietto da visita di un medico in un posto ben visibile..
  3. Spiegazione della differenza. Molte persone ancora non capiscono la differenza tra uno psicologo e uno psichiatra. Alcuni temono addirittura di essere registrati dopo la terapia e questo imporrà restrizioni sul lavoro o sulla comunicazione. Informa una persona cara che uno psicologo lavora solo con persone sane che hanno difficoltà in determinati ambiti della vita.
  4. Psicologo = traumatologo. Spiega che la depressione può spesso essere causata da ragioni mediche e che è curabile. Confronta andare da uno psicologo con vedere qualsiasi altro medico. Dopotutto, tutto è semplice: con una frattura vanno da un traumatologo e con la depressione - da uno psicologo. E non c'è niente di cui vergognarsi.
  5. Supporto. Se una persona, rivolgendosi a uno specialista, ha paura di rivelare la propria debolezza e vulnerabilità, mostra solo che per te un tale atto, al contrario, sarà una manifestazione di forza e resilienza. Assicurati che il tuo atteggiamento non cambierà in peggio, sarai sempre lì per supportare.

Una persona depressa non dovrebbe subire pressioni e cercare di ricattarla. Procedi con metodo, ma con molta attenzione. La nitidezza in una situazione del genere può solo esacerbare la situazione. Non importa quanto tu sia preoccupato, non puoi forzare a rivolgerti a uno specialista, perché la psicoterapia, nel caso della sua negazione e resistenza, può essere inutile.

Come aiutare una persona cara che è depressa

Gli psicologi prestano attenzione al fatto che in uno stato di depressione, una persona può percepire in modo aggressivo qualsiasi tentativo di fornire aiuto. Pertanto, la tattica più corretta sarà il supporto invisibile, che non si concentra sulla malattia. Anche cose semplici come preparare una cena deliziosa, fare la spesa o fare un po 'di pulizia possono essere un enorme contributo alla tua guarigione..

Come aiutare tuo marito o il tuo ragazzo ad affrontare la depressione

Contrariamente alla credenza popolare, gli uomini soffrono di depressione non meno spesso delle donne, proprio secondo i canoni della società moderna cercano di nascondere i loro sentimenti..

La depressione maschile si esprime in apatia, abuso di alcol, aggressività e perdita di interesse per una persona cara. A questo punto, è molto importante non rimanere impiccati e non prendere personalmente i sintomi della depressione. Questo comportamento non significa che si sia innamorato. È solo che mentre una persona non ha la forza di mostrare emozioni e interesse per la vita.

  • Un uomo in depressione non dovrebbe essere compatito e enfatizzato sulla sua debolezza. Dopotutto, è importante per lui realizzare la sua forza e capacità di recupero, e la pietà distrugge solo la fiducia in se stesso. Pertanto, prova a ringraziare e lodare per qualsiasi motivo e anche senza. Una persona cara dovrebbe sentirsi importante e necessaria.
  • Fai capire alla persona amata che tutti affrontano difficoltà, ma questo non influisce in alcun modo sulla sua posizione agli occhi degli altri. E ancora di più non influenzerà il tuo atteggiamento nei suoi confronti..
  • Dai spazio personale al tuo partner. Ogni persona è individuale e spesso devi stare da solo con te stesso almeno per un breve periodo per capire cosa sta succedendo.

A volte la persona amata nega il problema e diventa irritabile quando parla di aiuto. Va bene che non voglia aprirsi e diventare vulnerabile. Chiedi ai suoi amici più stretti di tenere un discorso gentile cuore a cuore in un momento opportuno. Forse in loro compagnia sarà più facile per lui capire se stesso e decidere di accettare l'aiuto..

Come aiutare tua moglie o la tua ragazza ad affrontare la depressione

Le donne sono abituate a parlare più apertamente dei loro problemi e delle loro preoccupazioni. Pertanto, mostrando un sincero interesse, troverai la ragione molto più velocemente, il che significa che capirai come aiutare una persona cara a uscire dalla depressione. Studi condotti presso l'Università di Alberta hanno dimostrato che esprimere sentimenti allevia in modo significativo lo stress, che molto spesso diventa sia un sintomo che un prerequisito per la depressione..

Di norma, le donne sono più fedeli all'aiuto di specialisti, quindi offre una terapia congiunta. Aiuterà a gestire la depressione e a rafforzare la tua relazione. Psicologia dello sviluppo ha pubblicato uno studio a cui hanno preso parte le coppie in terapia familiare. I risultati hanno mostrato che aiutare un partner non solo migliora la salute mentale, ma aumenta anche l'autostima e aumenta anche l'attaccamento a una persona cara..

A volte il problema può essere inverosimile, in questo caso devi essere paziente e dimostrare che le paure e le esperienze sono infondate e tutto è effettivamente meglio di quanto sembri.

Le donne hanno una forte empatia, quindi film e libri su come superare la depressione possono svolgere un ruolo nel recupero. Sperimentando i sentimenti del personaggio principale e tornando con lei a una vita normale, è più facile per una donna sintonizzarsi per superare le difficoltà e far fronte alla depressione. Una buona idea sarebbe Cake, con Jennifer Aniston. Non solo descrive tutti gli orrori della depressione, ma mostra anche che prima o poi tutto può essere superato e andare avanti..


Vale anche la pena leggere Depression Undoing di Richard O'Connor. Lo psicoterapeuta Richard O'Connor, che ha attraversato una depressione persistente, condivide la sua esperienza nel superare i problemi e mette in guardia contro l'eccessiva dipendenza dalle droghe. Insegna a ricostruire il pensiero e sviluppare la stabilità interiore in modo che la depressione non riprenda..

Le donne spesso soffrono di depressione postpartum. In questo caso, è necessario liberarli il più possibile dalle responsabilità associate al bambino, e almeno per un breve periodo tornare al "mondo degli adulti".

Come aiutare i genitori a far fronte alla depressione

Di norma, i genitori sono particolarmente inclini alla depressione dopo la separazione dai figli o il pensionamento. In entrambi i casi il loro modo di vivere, formatosi negli anni, cambia radicalmente. Non riescono a trovare applicazione per se stessi in nuove condizioni e vedono solo l'invecchiamento, la malattia e l'esistenza gravosa avanti..

  • Mostra che non sono passati in secondo piano e sono ancora molto importanti nella vita di tutta la famiglia. Cerca di trascorrere più tempo possibile con i tuoi genitori. Consulta su una serie di questioni e nota quanto il loro supporto ha aiutato.
  • Se i genitori non sono ancora impegnati con i nipoti, crea le condizioni per una piacevole attività fisica: acquista un abbonamento alla piscina, iscriviti a mamma yoga o mandali in un piccolo viaggio organizzato con un gruppo.
  • Presta attenzione anche alla salute dei genitori. A volte i pensieri ansiosi derivano da un deterioramento del benessere, ma le persone hanno paura o non vogliono ammetterlo. Convinci i genitori a fare il test e seguire un corso di vitamine.

Come aiutare un amico o una ragazza ad affrontare la depressione

Con gli amici, non dobbiamo essere perfetti, come con i nostri genitori o i nostri cari. Pertanto, è con gli amici che condividono prima di tutto esperienze e ansie spiacevoli. Questo è positivo, perché con un'attenta attenzione puoi riconoscere la depressione nelle sue prime fasi e agire..

  • Se la persona non è chiusa in se stessa, chiedi aiuto. Mostra che scompari senza la sua partecipazione ai tuoi affari. Questo può mobilitare un vero amico e consentirti di passare dalle tue esperienze. Non aver paura di esagerare, ma non mentire, perché la persona ti conosce troppo bene..
  • Attira il tuo amico a fare una passeggiata più spesso e cerca di affascinarlo con conversazioni e notizie interessanti. Ma in nessun caso forzare o tirare con la forza, perché una persona non può semplicemente prendere e divertirsi. E la paura di rovinare l'umore degli altri non farà che aggravare la sua condizione.
  • Stai estremamente attento con le battute. Durante un periodo di depressione, è molto difficile valutare adeguatamente ciò che sta accadendo, e ancor più prendere in giro te stesso. Anche l'ironia più innocente può ferire seriamente una persona, anche se non lo dimostrerà.
  • Non cercare di motivare il tuo amico con espressioni come "Dai, rimettiti in sesto!" o "Perché sei ancora triste, per quanto possibile?" Queste affermazioni, di regola, agiscono esattamente al contrario e fanno sentire una persona superflua in questa celebrazione della vita..

Caratteristiche di assistenza a seconda della situazione

Rottura o divorzio

Le persone reagiscono in modo diverso a una rottura. Il più delle volte, gli uomini sperimentano più a lungo perché non possono esprimere pienamente le emozioni e dare sfogo ai sentimenti. Di norma vengono utilizzati alcol e relazioni promiscue. Le donne stanno vivendo più acute ed emotive, ma più brevi. Se c'erano bambini nel matrimonio, allora molto spesso rimangono con la madre e le preoccupazioni per l'educazione distraggono dai pensieri ossessivi.

Ma non abbiate fretta di tornare alla "vita normale". A volte ci vuole tempo per dimenticare una persona cara. Frasi che "è ora di smettere di pensarci e andare avanti" complicano solo la situazione. A una persona sembra che sia troppo ossessionato e, quindi, qualcosa non va in lui. Lo stato di tristezza e nostalgia, infatti, è del tutto naturale e permette di prendersi una piccola pausa dallo stress vissuto. La cosa principale è essere vicini e cercare di evitare pensieri ossessivi e il ritiro in una grave depressione..

Dopo un divorzio, una donna ha difficoltà a credere nella sua attrattiva, quindi puoi organizzare un viaggio in comune in un salone di bellezza o in una SPA. Un cambio di capelli sarà la fine di una fase difficile e l'inizio di una nuova vita felice..

Morte di una persona cara

È molto importante essere in grado di distinguere tra il dolore profondo dopo la partenza dei propri cari da una depressione prolungata, quando una persona è immersa nei suoi pensieri e non reagisce a nulla. Il dolore può essere ondeggiante e combinare emozioni diverse, la depressione è devastante e non dà mai la possibilità di esperienze luminose. Questo è comprensibile, perché è difficile vivere quando niente porta gioia. Ma a volte, ad esempio, dopo la perdita di persone care, le persone smettono di provare dolore. Dall'esterno, questo può sembrare una manifestazione di mancanza di cuore e crudeltà. In questi momenti, non ci sono lacrime, nemmeno a un funerale. Viene attivato un meccanismo protettivo e una persona per molto tempo, per così dire, ha rinunciato al proprio dolore.

Il problema è che la depressione arriva molto più tardi, quando nessuno intorno a te non può più sospettare guai. Quasi tutti, dopo la morte di una persona cara, sperimentano un senso di colpa per ciò che non è stato detto o non è stato fatto. Alcuni psicologi ti consigliano di scrivere una lettera a una persona defunta per esprimere tutto ciò che di solito non era abbastanza tempo e dire addio.

È molto importante consentire a una persona di provare dolore senza perdere il contatto con il mondo reale e trasformare il dolore in un ricordo luminoso.

Dopo un intervento chirurgico o una malattia grave

Dopo aver trascorso del tempo in ospedale, a volte può essere difficile tornare alla vita normale. Soprattutto se la malattia ha imposto i propri limiti alla capacità di muoversi e funzionare. A questo punto, è molto importante dimostrare che la vita va avanti e la maggior parte degli hobby non dovrebbe essere abbandonata..

È molto importante monitorare la dieta e l'attività fisica durante il periodo di recupero. Pertanto, mantieni la compagnia nella meditazione e nelle pratiche di respirazione. Concentrati su ciò che accadrà quando la persona sarà completamente guarita. Sposta la sua attenzione sulla pianificazione e sulle opportunità future.

È possibile uscire dalla depressione a distanza o all'insaputa della persona

Molti psicologi sostengono che questo sia possibile. La conversazione o la corrispondenza regolare è importante nell'assistenza a distanza. Condividi cose semplici e positive. Come se per caso ricordasse alla persona i suoi risultati e le sue vittorie, ripristina la sua autostima. Ispira che i problemi vanno e vengono e le persone vicine saranno sempre lì.

La decisione di agire con discrezione è quasi sempre quella giusta. Non dovresti convincere una persona che è depressa. Molto probabilmente, tali dichiarazioni saranno fastidiose e questo porterà a una lite. Non concentrarti sul problema. La comunicazione faccia a faccia, un cambio di scenario e camminare all'aria aperta possono funzionare meglio di qualsiasi farmaco antidepressivo. E ricorda, l'uso di farmaci senza il consenso di una persona è una delle peggiori idee..

Cosa non fare se la persona amata è depressa

  • Da incolpare per lo stato depresso e la mancanza di raccolta;
  • Ricorda che ci sono persone che stanno molto peggio;
  • Insistere attivamente sul trattamento;
  • Considerati la causa di un cattivo umore o prendi parole e azioni a tue spese;
  • Cerca di uscire dall'apatia con una scossa o un'ondata di adrenalina. Queste cose possono essere fatte solo da uno specialista;
  • Svalutare le esperienze di una persona cara;
  • Colpa della debolezza;
  • Offriti di risolvere il problema con l'alcol;

Cosa fare se la depressione di qualcun altro ritarda

Lo studio, pubblicato sul Journal of Social and Personal Relationships, ha dimostrato la "contagiosità" degli atteggiamenti negativi e l'effetto della depressione in un partner sullo stato mentale dell'altro. In genere, la persona che cerca di aiutare ha sintomi simili e questo porta a litigi. Di conseguenza, la depressione si trascina su entrambi.

La depressione è un fenomeno complesso e sfaccettato, come il film Melancholy di Lars von Trier, in cui gli eroi sono minacciati da una collisione con l'omonimo pianeta. La storia ruota attorno a due sorelle, una delle quali cade in depressione e l'altra non cede al panico. Ma con lo sviluppo della trama, la sorella maggiore sembra prendere su di sé tutto il desiderio e l'ansia, mentre la più giovane, al contrario, diventa più calma e distaccata..

Pertanto, ai primi sintomi, agisci come durante la depressurizzazione dell'aereo: indossa prima una maschera su te stesso e solo dopo aiuta il tuo vicino.

Se non solo non capisci come far uscire una persona dalla depressione, ma tu stesso sei immerso in pensieri cupi ogni giorno, fai solo una breve pausa. Incontra gli amici, fai attività fisica o dedica del tempo al tuo hobby preferito. Ma non ritirarti completamente, perché puoi davvero aiutare una persona cara a superare la depressione..

Conclusione

Nessuno di noi è immune dalla depressione; è impossibile vaccinarsi in anticipo o mettere in quarantena quelli già infetti. Ma puoi aiutare i tuoi cari circondandoli con cura e sostegno. Sii presente nei momenti difficili, vesti i panni di un alleato forte e paziente e, se necessario, trova uno specialista che sappia come far uscire una persona dalla depressione.

Come capire se qualcuno è depresso

Coautore (i): Mental Health America. Mental Health America è la principale organizzazione pubblica senza scopo di lucro negli Stati Uniti dedicata ai bisogni delle persone con malattie mentali e alla promozione della salute mentale della nazione. Il suo lavoro si basa sulla filosofia Before Stage 4, il che significa che la malattia mentale deve essere trattata molto prima che raggiunga una fase critica..

Numero di fonti utilizzate in questo articolo: 19. Troverai un elenco in fondo alla pagina.

Visualizzazioni di questo articolo: 16.165.

La depressione è un grave disturbo mentale. Le persone che soffrono di depressione hanno bisogno di supporto e aiuto professionali. Se sospetti che qualcuno che conosci sia depresso, cerca i segni caratteristici nel comportamento della persona. Presta attenzione ai cambiamenti nelle sue abitudini: potrebbe mangiare o dormire di meno, potrebbe perdere peso. Presta attenzione ai cambiamenti di umore. Una persona depressa può avere sbalzi d'umore e problemi di concentrazione. Se pensi che la persona stia pensando al suicidio, chiedi a un terapista di lavorare con lui..

Depressione

La depressione è un disturbo mentale caratterizzato da una triade depressiva, che include una diminuzione dell'umore, disturbi del pensiero (una visione pessimistica di tutto ciò che accade intorno, perdita della capacità di provare gioia, giudizi negativi), ritardo motorio.

La depressione è accompagnata da una diminuzione dell'autostima, perdita di gioia di vivere e interesse per le attività quotidiane. In alcuni casi, una persona che sta vivendo uno stato depressivo inizia ad abusare di alcol, così come di altre sostanze psicotrope disponibili.

La depressione, essendo un disturbo mentale, si manifesta come un affetto patologico. La malattia stessa è percepita da persone e pazienti come una manifestazione di pigrizia e cattivo carattere, oltre che egoismo e pessimismo. Va tenuto presente che uno stato depressivo non è solo un cattivo umore, ma spesso una malattia psicosomatica che richiede l'intervento di specialisti. Prima viene fatta una diagnosi accurata e viene iniziato il trattamento, più è probabile che si riprenda..

Le manifestazioni della depressione sono efficacemente curabili, nonostante il fatto che la malattia sia molto comune nelle persone di tutte le età. Secondo le statistiche, il 10% delle persone che hanno compiuto i 40 anni soffre di disturbi depressivi, due terzi di loro sono donne. Le persone che hanno raggiunto i 65 anni sono preoccupate per la malattia mentale tre volte più spesso. Tra adolescenti e bambini, il 5% soffre di condizioni depressive e l'adolescenza rappresenta dal 15 al 40% del numero di giovani con un'alta frequenza di suicidi.

Storia della depressione

È un errore credere che la malattia sia comune solo ai nostri tempi. Fin dall'antichità, molti medici famosi hanno studiato e descritto questo disturbo. Nelle sue opere, Ippocrate ha dato una descrizione della malinconia, molto vicina a uno stato depressivo. Per la cura della malattia raccomandava tinture di oppio, clisteri purificanti, lunghi bagni caldi, massaggi, divertimento, bere acque minerali delle sorgenti cretesi, ricche di bromo e litio. Ippocrate ha anche notato l'influenza del tempo e della stagionalità sul verificarsi di condizioni depressive in molti pazienti, nonché il miglioramento dello stato dopo notti insonni. Questo metodo è stato successivamente chiamato privazione del sonno..

Le ragioni

Ci sono molte ragioni che possono portare all'insorgenza della malattia. Questi includono esperienze drammatiche associate a perdite (una persona cara, status sociale, un certo status nella società, lavoro). In questo caso, si verifica una depressione reattiva, che si verifica come reazione a un evento, una situazione della vita esterna..

Le cause della depressione possono manifestarsi in situazioni di stress (esaurimento nervoso) causate da fattori fisiologici o psicosociali. In questo caso, la causa sociale della malattia è associata a ritmi di vita elevati, alta competitività, aumento del livello di stress, incertezza nel futuro, instabilità sociale e condizioni economiche difficili. La società moderna coltiva e quindi impone un'intera gamma di valori che condannano l'umanità alla costante insoddisfazione di se stessa. Questo è un culto della perfezione fisica oltre che personale, un culto del benessere e della forza personali. Per questo motivo, le persone sono molto turbate, iniziano a nascondere problemi personali e fallimenti. Se le cause psicologiche e somatiche della depressione non si manifestano, è così che si manifesta la depressione endogena..

Le cause della depressione sono anche associate alla mancanza di ammine biogene, che includono serotonina, norepinefrina e dopamina..

Le ragioni possono essere provocate da tempo senza sole, stanze buie. Pertanto, la depressione stagionale si manifesta in autunno e in inverno..

Le cause della depressione possono manifestarsi come conseguenza degli effetti collaterali dei farmaci (benzodiazepine, corticosteroidi). Spesso questa condizione scompare da sola dopo l'interruzione del farmaco..

Lo stato depressivo causato dall'assunzione di antipsicotici può durare fino a 1,5 anni con un carattere vitale. In alcuni casi, le ragioni risiedono nell'abuso di sedativi, oltre a sonniferi, cocaina, alcol, psicostimolanti.

Le cause della depressione possono essere innescate da malattie somatiche (morbo di Alzheimer, influenza, trauma cranico, aterosclerosi delle arterie cerebrali).

Segni

I ricercatori di tutto il mondo notano che la depressione oggigiorno esiste alla pari delle malattie cardiovascolari ed è un disturbo comune. Milioni di persone soffrono di questa malattia. Tutte le manifestazioni di depressione sono diverse e vengono modificate dalla forma della malattia.

I sintomi della depressione sono i più comuni. Questi sono emotivi, fisiologici, comportamentali, mentali.

I segni emotivi della depressione includono desiderio, sofferenza, disperazione; umore depresso; ansia, sentimenti di tensione interiore, irritabilità, anticipazione dei problemi, sensi di colpa, colpa di sé, insoddisfazione con se stessi, diminuzione dell'autostima e della fiducia, perdita della capacità di preoccuparsi, ansia per i propri cari.

I segni fisiologici includono un cambiamento nell'appetito, una diminuzione dei bisogni intimi e dell'energia, disturbi del sonno e delle funzioni intestinali - costipazione, debolezza, affaticamento durante lo sforzo fisico e intellettuale, dolore nel corpo (nel cuore, nei muscoli, nello stomaco).

I segni comportamentali includono il rifiuto di impegnarsi in attività mirate, passività, perdita di interesse per altre persone, tendenza a frequentare la solitudine, ritiro dall'intrattenimento, uso di alcol e sostanze psicotrope.

I segni mentali di depressione includono difficoltà a concentrarsi, concentrarsi, prendere decisioni, pensare lentamente, prevalenza di pensieri cupi e negativi, una visione pessimistica del futuro con una mancanza di prospettiva e pensieri sull'insignificanza della propria esistenza, tentativi di suicidio, a causa della sua inutilità, impotenza, insignificanza.

Sintomi

Tutti i sintomi della depressione, secondo ICD-10, sono stati suddivisi in tipici (principali) e aggiuntivi. La depressione viene diagnosticata quando ci sono due sintomi principali e tre aggiuntivi.

I sintomi tipici (principali) della depressione sono:

- umore depresso, che non dipende da circostanze esterne, che dura da due settimane o più;

- stanchezza persistente per un mese;

- anedonia, che si manifesta in una perdita di interesse da attività precedentemente piacevoli.

Ulteriori sintomi della malattia:

- Sentimenti di inutilità, ansia, senso di colpa o paura

- incapacità di prendere decisioni e concentrarsi;

- pensieri di morte o suicidio;

- appetito diminuito o aumentato;

- disturbi del sonno manifestati da insonnia o sonno eccessivo.

La depressione viene diagnosticata quando i sintomi persistono da almeno due settimane. Tuttavia, la diagnosi viene effettuata in un periodo più breve con sintomi gravi..

Per quanto riguarda la depressione infantile, secondo le statistiche, è molto meno comune di quella degli adulti.

Sintomi della depressione infantile: perdita di appetito, incubi, problemi di rendimento scolastico, aggressività, alienazione.

Sono presenti depressioni unipolari, che sono caratterizzate dalla persistenza dell'umore all'interno del polo ridotto, così come depressioni bipolari, accompagnate da disturbo affettivo bipolare con episodi affettivi maniacali o misti. Con la ciclotimia possono verificarsi stati depressivi di lieve gravità.

Esistono tali forme di depressione unipolare: depressione clinica o disturbo depressivo maggiore; depressione resistente; depressione minore; depressione atipica; depressione postnatale (postpartum); depressione transitoria ricorrente (autunnale); distimia.

È spesso possibile trovare nelle fonti mediche un'espressione come la depressione vitale, che significa la natura vitale della malattia con la presenza di malinconia e ansia, avvertita dal paziente a livello fisico. Ad esempio, la malinconia si avverte nell'area del plesso solare..

Si ritiene che la depressione vitale si sviluppi ciclicamente e non derivi da influenze esterne, ma sia irragionevole e inspiegabile per il paziente stesso. Questo corso è tipico per la depressione bipolare o endogena della malattia.

In un senso stretto, il vitale è chiamato depressione triste, in cui si manifestano desiderio e disperazione.

Questi tipi di malattie, nonostante tutta la loro gravità del decorso, sono favorevoli, poiché possono essere trattati con successo con antidepressivi..

Le depressioni vitali sono anche considerate stati depressivi nella ciclotimia con manifestazioni di pessimismo, malinconia, sconforto, depressione, dipendenza dal ritmo quotidiano.

Lo stato depressivo è inizialmente accompagnato da segnali lievi, manifestati in problemi di sonno, rifiuto di svolgere compiti, irritabilità. Quando i sintomi si intensificano, la depressione si sviluppa o si ripresenta entro due settimane, ma si manifesta completamente dopo due (o più tardi) mesi. Ci sono anche attacchi una tantum. Se non trattata, la depressione può portare a tentativi di suicidio, abbandono di molte funzioni vitali, alienazione, disgregazione familiare.

Depressione in neurologia e neurochirurgia

In caso di localizzazione del tumore nell'emisfero destro del lobo temporale, si ha una cupa depressione con lentezza motoria e letargia.

La depressione cupa può essere combinata con disturbi olfattivi, autonomici e allucinazioni gustative. I pazienti che sono malati sono molto critici nei confronti delle loro condizioni, sperimentano duramente la loro malattia. Chi soffre di questa condizione ha una bassa autostima, la sua voce è tranquilla, è in uno stato abbattuto, la velocità della parola è rallentata, i pazienti si stancano rapidamente, parlano con pause, lamentano una diminuzione della memoria, tuttavia, riproducono accuratamente eventi e date.

La localizzazione del processo patologico nel lobo temporale sinistro è caratterizzata dai seguenti stati depressivi: ansia, irritabilità, irrequietezza motoria, pianto.

I sintomi dell'ansia depressione sono combinati con disturbi afatici, così come idee ipocondriache deliranti con allucinazioni uditive verbali. I malati cambiano costantemente posizione, si siedono, si alzano e si rialzano; guardarsi intorno, sospirare, scrutare i volti dei propri interlocutori. I pazienti parlano delle loro paure di anticipazione dei guai, non possono rilassarsi arbitrariamente, fare un brutto sogno.

Depressione nella lesione cerebrale traumatica

Quando si verifica una lesione cerebrale traumatica, si verifica una depressione triste, caratterizzata da linguaggio lento, ritmo del linguaggio alterato, attenzione e comparsa di astenia.

Quando si verifica una lesione cerebrale traumatica moderata, si verifica una depressione ansiosa, caratterizzata da irrequietezza motoria, dichiarazioni ansiose, sospiri, lanci in giro.

Con i lividi delle parti anteriori anteriori del cervello, si verifica una depressione apatica, caratteristica della quale è la presenza di indifferenza con un tocco di tristezza. I pazienti sono caratterizzati da passività, monotonia, perdita di interesse per gli altri e per se stessi. Sembrano indifferenti, letargici, ipomimici, indifferenti..

Una commozione cerebrale nella fase acuta è caratterizzata da ipotimia (depressione persistente dell'umore). Spesso, il 36% dei pazienti nel periodo acuto presenta una sottodepressione ansiosa e una sottodepressione astenica nell'11% delle persone.

Diagnostica

La diagnosi precoce dei casi rende difficile per i pazienti rimanere in silenzio sull'insorgenza dei sintomi, poiché la maggior parte delle persone ha paura di prescrivere antidepressivi e dei loro effetti collaterali. Alcuni pazienti credono erroneamente che sia necessario tenere le emozioni sotto controllo e non trasferirle sulle spalle del medico. Alcuni individui temono che le informazioni sulla loro condizione possano trapelare al lavoro, altri hanno il terrore di essere inviati per un consulto o un trattamento a uno psicoterapeuta, così come a uno psichiatra.

La diagnosi di depressione include test con questionari per identificare i sintomi: ansia, anedonia (perdita di piacere nella vita), tendenze suicide.

Trattamento

La ricerca scientifica ha fattori psicologici che possono aiutare a fermare gli stati di subdepressione. Per fare questo, è necessario rimuovere il pensiero negativo, smettere di concentrarsi sui momenti negativi della vita e iniziare a vedere cose buone in futuro. È importante cambiare il tono della comunicazione in famiglia in uno benevolo, senza giudizi critici e conflitti. Mantieni e crea contatti cordiali e fiduciosi che fungeranno da supporto emotivo per te.

Non tutti i pazienti devono essere ricoverati in ospedale; un trattamento efficace viene eseguito su base ambulatoriale. Le principali direzioni della terapia nel trattamento sono la psicoterapia, la farmacoterapia, la terapia sociale..

La collaborazione e la fiducia nel medico è segnalata come condizione necessaria per l'efficacia del trattamento. È importante attenersi rigorosamente alla prescrizione del regime terapeutico, visitare regolarmente un medico e fornire un rapporto dettagliato delle proprie condizioni..

È meglio affidare il trattamento della depressione a uno specialista, consigliamo i professionisti della clinica di salute mentale "Alliance" (https://cmzmedical.ru/)

Il supporto dell'ambiente circostante è importante per una pronta guarigione, ma non bisogna immergersi in uno stato depressivo con il paziente. Spiega al paziente che la depressione è solo uno stato emotivo che scomparirà nel tempo. Evita le critiche ai pazienti, coinvolgili in attività utili. Con un decorso prolungato, il recupero spontaneo si verifica molto raramente e in termini percentuali arriva fino al 10% di tutti i casi, con un ritorno molto elevato a uno stato depressivo.

La farmacoterapia include il trattamento con antidepressivi, prescritti per effetti stimolanti. Nel trattamento di uno stato depressivo triste, profondo o apatico, vengono prescritte imipramina, clomipramina, tsipramil, paroxetina, fluoxetina. Nel trattamento delle condizioni subpsicotiche, vengono prescritti pirazidolo, desipramina, che rimuovono l'ansia.

Uno stato depressivo ansioso con irritabilità cupa e ansia costante viene trattato con antidepressivi sedativi. La depressione grave ansiosa con intenzioni e pensieri suicidari viene trattata con amitriptilina. La depressione minore con ansia viene trattata con Lyudiomil, Azefen.

Con una scarsa tolleranza agli antidepressivi, così come con la pressione alta, Coaxil è raccomandato. Per la depressione lieve e moderata, vengono utilizzati preparati a base di erbe, ad esempio ipericina. Tutti gli antidepressivi hanno una chimica molto complessa e quindi agiscono in modi diversi. Sullo sfondo della loro assunzione, la sensazione di paura è indebolita, viene prevenuta la perdita di serotonina.

Gli antidepressivi sono prescritti direttamente da un medico e non è consigliabile assumerli da soli. L'effetto di molti antidepressivi si manifesta due settimane dopo la somministrazione, il loro dosaggio per il paziente è determinato individualmente.

Dopo la cessazione dei sintomi della malattia, il farmaco deve essere assunto da 4 a 6 mesi e secondo le raccomandazioni e diversi anni per evitare ricadute e sindrome da astinenza. La scelta sbagliata degli antidepressivi può provocare un peggioramento della condizione. Una combinazione di due antidepressivi, così come una strategia di potenziamento, inclusa l'aggiunta di un'altra sostanza (litio, ormoni tiroidei, anticonvulsivanti, estrogeni, buspirone, pindololo, acido folico, ecc.), Può essere efficace nel trattamento. La ricerca nel trattamento dei disturbi dell'umore con il litio ha dimostrato che il numero di suicidi è ridotto.

La psicoterapia nel trattamento dei disturbi depressivi si è dimostrata con successo in combinazione con farmaci psicotropi. Per i pazienti con depressione lieve e moderata, la psicoterapia è efficace nei problemi psicosociali, così come intrapersonali, interpersonali e disturbi comorbili.

La psicoterapia comportamentale insegna ai pazienti a svolgere attività piacevoli ed eliminare quelle spiacevoli e quelle dolorose. La psicoterapia cognitiva è combinata con tecniche comportamentali che identificano distorsioni cognitive di natura depressiva, nonché pensieri eccessivamente pessimisti e dolorosi che interferiscono con l'attività utile.

La psicoterapia interpersonale si riferisce alla depressione come a una malattia medica. Il suo obiettivo è educare i pazienti alle abilità sociali e al controllo dell'umore. I ricercatori notano la stessa efficacia per la psicoterapia interpersonale e cognitiva rispetto alla farmacoterapia.

La terapia interpersonale e la terapia cognitivo comportamentale forniscono la prevenzione delle ricadute dopo un periodo acuto. Dopo l'uso della terapia cognitiva, i pazienti con depressione hanno molte meno recidive del disturbo rispetto a dopo l'uso di antidepressivi e c'è una resistenza a una diminuzione del triptofano, che precede la serotonina. Tuttavia, d'altra parte, l'efficacia della psicoanalisi stessa non supera in modo significativo l'efficacia del trattamento farmacologico..

Nel trattamento della depressione, si raccomanda l'attività fisica, che è efficace per le manifestazioni della malattia da lievi a moderate, così come al posto degli psicotropi o in combinazione con loro.

Il trattamento della depressione viene effettuato anche con agopuntura, musicoterapia, ipnoterapia, arteterapia, meditazione, aromaterapia, magnetoterapia. Questi metodi ausiliari devono essere combinati con una farmacoterapia razionale. La terapia della luce è un trattamento efficace per tutti i tipi di depressione. È usato per la depressione stagionale. La durata del trattamento va da mezz'ora a un'ora, preferibilmente al mattino. Oltre all'illuminazione artificiale, è possibile utilizzare la luce solare naturale al momento dell'alba..

In condizioni depressive gravi, protratte e resistenti, viene utilizzata la terapia elettroconvulsivante. Il suo scopo è di indurre convulsioni regolate, che si verificano facendo passare una corrente elettrica attraverso il cervello per 2 secondi. Nel processo di cambiamenti chimici nel cervello, vengono rilasciate sostanze che migliorano l'umore. La procedura viene eseguita utilizzando l'anestesia. Inoltre, per evitare lesioni, il paziente riceve fondi che rilassano i muscoli. Il numero di sessioni consigliato è 6-10. I momenti negativi sono una perdita temporanea della memoria e dell'orientamento. La ricerca ha dimostrato che questo metodo è efficace al 90%.

La privazione del sonno è un trattamento non farmacologico per la depressione con apatia. La completa privazione del sonno è caratterizzata dall'essere svegli tutta la notte e il giorno successivo..

La privazione del sonno notturno parziale include il risveglio del paziente tra l'1 e le 2 del mattino e poi il rimanere sveglio fino alla fine della giornata. Tuttavia, è stato notato che dopo una singola procedura di privazione del sonno, si osservano ricadute dopo l'instaurazione di un sonno normale.

La fine degli anni '90 e l'inizio degli anni 2000 sono stati contrassegnati da nuovi approcci alla terapia. Questi includono la stimolazione magnetica transcranica del nervo vago, la stimolazione cerebrale profonda e la terapia convulsiva magnetica..

Autore: Psiconeurologo N.N. Hartman.

Dottore del Centro Medico e Psicologico PsychoMed

Le informazioni fornite in questo articolo sono da intendersi esclusivamente a scopo informativo e non possono sostituire la consulenza professionale e l'assistenza medica qualificata. Se hai il minimo sospetto di depressione, assicurati di consultare il tuo medico!

Per guardare in faccia il nemico e non voltare le spalle. Depressione: sintomi, come affrontarla

  • Cos'è la depressione
  • Tipi di depressione
  • Depressione stagionale
  • Depressione nelle donne
  • Depressione negli uomini
  • Depressione nei bambini e negli adolescenti
  • Cause di depressione
  • Sintomi di depressione
  • Diagnosi e trattamento della depressione
  • Come affrontare da solo l'apatia e la depressione
  • Cosa fare se una persona cara soffre di depressione

Nella vita di tutti i giorni, il concetto di "depressione" è vago. Questa parola è chiamata cattivo umore, tristezza, depressione, riluttanza a fare qualcosa. Tutto quanto sopra può essere un sintomo di depressione, ma non lo è. La tristezza scompare gradualmente da sola e non interferisce con il funzionamento nella società: la depressione priva una persona di una vita piena.

Cos'è la depressione

La depressione è un disturbo mentale nel corso del quale diminuisce l'attività e l'interesse per la vita di una persona.

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), la depressione colpisce circa 350 milioni di persone in tutto il mondo. Meno del 50% di loro riceve cure e in alcuni paesi meno del 10%. Molti pazienti non cercano aiuto, ignari della presenza della malattia e accusandosi di pigrizia o di cattivo umore.

Cosa succede nel corpo con la depressione

Con la depressione, il sistema limbico del cervello funziona in modo diverso: è responsabile delle emozioni, della memoria, del sonno e di altri processi nel corpo..

Normalmente, la corteccia prefrontale elabora le informazioni ricevute dall'ippocampo e "inibisce" la paura e l'ansia, che attivano l'amigdala.

Ippocampo
Partecipa alla formazione delle emozioni, al passaggio dalla memoria a breve termine alla memoria a lungo termine e al mantenimento dell'attenzione

Amigdala (amigdala)
Attivato quando si ha paura, scatta l'allarme
Responsabile della formazione di ricordi autobiografici associati a esplosioni emotive

Durante la depressione, il numero di neuroni e contatti tra le cellule nervose diminuisce, il volume dell'ippocampo e la corteccia prefrontale diminuisce e la dimensione dell'amigdala cambia in misura maggiore o minore. Pertanto, la corteccia prefrontale non può inibire completamente l'attività dell'amigdala ed elaborare le informazioni dall'ippocampo, quindi ansia incontrollabile, umore depresso e mancanza di pensieri positivi.

Ippocampo
Il volume diminuisce
=> L'umore e la memoria si deteriorano, la concentrazione diminuisce

Amigdala (amigdala)
Cambiamenti di dimensione
=> Paura, inizia l'allarme; si sviluppa un disturbo mentale

La depressione è caratterizzata da una carenza di neurotrasmettitori, sostanze chimiche che trasmettono l'eccitazione da una cellula nervosa all'altra attraverso reti di neuroni. Fondamentalmente, mancano tre mediatori:

  1. Norepinefrina - partecipa all'inibizione dei centri del sonno nel sistema nervoso centrale, è responsabile della concentrazione, della memoria e della motivazione, dell'attività motoria generale. Influenza il modo in cui reagiamo allo stress ed esprimiamo le emozioni.
  2. Serotonina - responsabile del sonno, dell'umore, del controllo dell'aggressività, della regolazione dell'appetito, della sensibilità al dolore.
  3. Dopamina - è responsabile dei sentimenti di soddisfazione, amore e affetto, partecipa al processo di apprendimento e di cambio di attenzione.

Anche la produzione di endorfine è ridotta. Sono responsabili del "sollievo dal dolore", riducendo il segnale del dolore a uno sopportabile - sia in caso di trauma fisico che in situazioni di stress. Questo spiega la scarsa tolleranza allo stress e al dolore nelle persone con depressione..

Come si sente una persona quando è depressa?

La depressione è afflitta da pregiudizi cognitivi, errori di pensiero che ti impediscono di pensare razionalmente. "Nessuno capisce quanto fa male", "va tutto male", "nessuno ha bisogno di me", "tutto sta cadendo a pezzi", "Non merito la vita", la sensazione di solitudine e alienazione accompagna ovunque, anche se una persona si rende conto i fatti non supportano questi pensieri distruttivi.

Qualsiasi attività quotidiana richiede molto impegno. Alzarsi dal letto, incontrare un amico, preparare la cena: una persona depressa si impegna tanto in azioni così semplici quanto una persona sana per scalare l'Everest..

Gli interessi, le aspirazioni, i desideri precedenti perdono il loro significato. Il cibo perde il suo sapore precedente. I pensieri diventano confusi, l'attenzione - dispersa, l'acutezza mentale si trasforma in inibizione. L'appetito diminuisce o, al contrario, aumenta se c'è l'abitudine di "cogliere" esperienze negative. Inizia l'insonnia o l'eccessiva sonnolenza.

Ecco un video che mostra i sentimenti delle persone depresse. Sintomi, sentimenti e pensieri differiscono a seconda del tipo di disturbo e delle caratteristiche individuali.

"Vivere con la depressione" breve su Youtube. Ci sono sottotitoli russi.

Tipi di depressione

Esistono molte classificazioni dei disturbi depressivi. Alcuni non sono rilevanti per molto tempo, altri sono controversi. Abbiamo cercato di combinare in sottogruppi i principali tipi di depressione identificati dall'ICD-10, dall'Organizzazione psichiatrica mondiale e da alcuni ricercatori (D. Hell, V.A Torchilov, V.L. Minutko).

Per gravità

  • Facile - difficile da distinguere dalla tristezza e dalla malinconia. L'insieme dei sintomi e la loro gravità non consentono ancora una diagnosi chiara di un disturbo depressivo, ma con un alto grado di probabilità una persona sperimenterà la depressione in futuro. Questa condizione è anche chiamata depressione subdepressiva o subsindromica (minore)..
  • Moderato: il quadro clinico è chiaro, ma la persona è in grado di funzionare pienamente (o quasi) nella società.
  • Grave: sintomi pronunciati fino alla perdita di funzionalità, deliri o allucinazioni.

Per origine

  • Endogeno - non dipende da influenze esterne, solo da cause interne - ad esempio, a causa dell'ereditarietà.
  • Reattivo (esogeno, psicogeno) - si sviluppa sotto l'influenza di stress esterno: morte di una persona cara, carico di lavoro, rottura delle relazioni, ecc..
  • Primaria: la depressione non è stata preceduta da altre malattie mentali e non è causata da sostanze chimiche.
  • Secondario - causato da altri disturbi e malattie (schizofrenia, alcolismo, patologia cerebrale) o dall'assunzione di droghe / droghe. La depressione dovuta a cause somatiche ("corporee") è anche chiamata somatogenica.

Dal tipo di flusso di fase

  • Unipolare (monopolare): lo stato depressivo è stabile per tutta la malattia.
  • Disturbo bipolare (psicosi maniaco-depressiva) - la fase della depressione viene periodicamente sostituita dalla fase della mania - eccitazione, iperattività, umore alto, scoppi di rabbia, ecc..
  • Distimia: umore depresso cronico per due o più anni senza sintomi gravi.
  • La ciclotimia è una forma "lieve" di disturbo bipolare, in cui l'umore cambia costantemente da elevato e agitato a depressivo e viceversa. Gli sbalzi d'umore sono irregolari e durano diversi giorni.

Stagionalità

  • Disturbo affettivo stagionale - si verifica a seconda della stagione, di solito in autunno o in inverno.
  • Disordine non stagionale: si manifesta indipendentemente dalla stagione.

Conducendo l'affetto

  • Ansioso: prevalgono ansia, ansia, attacchi di panico.
  • Noioso: c'è uno stato d'animo triste e malinconico, pianto.
  • Apatico - caratterizzato da apatia, mancanza di interesse per qualsiasi cosa, ottusità dei sentimenti.
  • Indifferenziato: è impossibile individuare uno qualsiasi degli affetti come principale.

Dal tipo di disturbi nella sfera motoria o ideativa

  • Inibito (adinamico) - caratterizzato da ridotta concentrazione, aumento della fatica, disturbi della memoria, casi di incapacità di muoversi ed eseguire anche semplici azioni.
  • Agitato: tra i sintomi si notano irrequietezza motoria, paura, palpitazioni, forte eccitazione emotiva.
  • Misto: combina segni di letargia e agitazione.
  • Dissociato - senza violazioni in queste aree.

Disturbi non inclusi nei sottogruppi

  • Disturbo dell'adattamento - un disturbo emotivo sotto l'influenza di uno stress grave che si verifica durante il periodo di adattamento al cambiamento e interferisce con una vita appagante.
  • Depressione atipica - I sintomi includono segni specifici: aumento della risposta emotiva, aumento di peso, sonnolenza, evitamento del contatto interpersonale.
  • Resistente alla depressione - refrattario ai farmaci antidepressivi per almeno due cicli consecutivi di 3-4 settimane.
  • Disturbo ansioso-depressivo: combina le caratteristiche del disturbo d'ansia e della depressione ed è difficile individuare una cosa come primaria.
  • Depressione postpartum (postnatale).

Depressione stagionale

Il motivo della tristezza autunnale è comprensibile: la giornata di sole si sta riducendo, la temperatura dell'aria si sta abbassando - da qui sonnolenza, deterioramento dell'umore e mancanza di energia. Ma la "depressione autunnale" non è solo malinconia. Non può essere curato guardando una serie comica..

Tra gli specialisti viene utilizzato il termine "disturbo affettivo stagionale (depressivo)". I sintomi sono simili alla depressione comune: perdita di interesse, irritabilità, bassa concentrazione, cambiamenti nei modelli di sonno e appetito. L'eccesso di cibo e il sonno eccessivo sono più comuni che in altri tipi di depressione.

Il disturbo affettivo stagionale si manifesta in autunno o in inverno. Tale diagnosi può essere fatta se i sintomi si verificano almeno due volte durante la stagione fredda e mai in qualsiasi altro momento per due anni o più..

Mentre cercavano di sbarazzarsi del blues autunnale e della depressione, gli scienziati hanno suggerito che il disturbo è dovuto a una diminuzione del livello di luce solare. Colpisce l'ipotalamo, che aiuta nel funzionamento dei sistemi nervoso ed endocrino..

Inoltre, durante i disordini stagionali, il cervello produce maggiori quantità di melatonina, un ormone che controlla il ciclo sonno-veglia. Quindi sorgono problemi di sonno, stanchezza inspiegabile e apatia. Allo stesso tempo, una diminuzione dei livelli di luce solare provoca una diminuzione della produzione di serotonina, che influisce sul nostro umore, appetito e sonno..

Come affrontare la depressione autunnale? I medici consigliano di prendere più luce solare possibile durante il giorno: uscire più spesso, sedersi vicino alle finestre e in stanze ben illuminate.

Depressione nelle donne

Secondo le statistiche, i casi documentati di depressione nelle donne sono 2 volte più che negli uomini (Tyuvina et al., "Caratteristiche di genere dei disturbi depressivi nelle donne"). La depressione nelle donne può essere causata da cambiamenti ormonali: cambiamenti nel ciclo mestruale, gravidanza, aborti spontanei, periodo postpartum o premenopausale, menopausa.

Inoltre, i disturbi depressivi possono includere il disturbo disforico premestruale, quando una donna acquisisce uno stato depressivo prima dell'inizio del ciclo - più pronunciato rispetto alla tipica sindrome premestruale (PMS).

La depressione postpartum è una forma separata, che colpisce il 13% delle madri. Il 50% di loro aveva tendenze depressive anche prima della gravidanza.

Le giovani madri spendono molte energie per prendersi cura di un bambino e quindi dimenticano se stesse e il loro stato mentale. È irto di disturbi alimentari, disturbi del sonno e altri sintomi..

Prima che una donna possa combattere la depressione da sola, si consiglia di consultare uno specialista. Il disturbo depressivo nella madre porta a un'interruzione dell'interazione tra madre e bambino, che può portare a deviazioni nello sviluppo mentale, emotivo e fisico.

Depressione negli uomini

Forse il basso numero di casi segnalati di depressione negli uomini è associato alla stigmatizzazione di questo disturbo nei maschi (stereotipi come "un uomo dovrebbe essere forte", "un uomo non dovrebbe preoccuparsi dei problemi, ma risolverli", ecc.). Pertanto, è più difficile per gli uomini capire come affrontare la depressione e ammettere di avere una malattia associata alle emozioni..

In alcuni casi, la depressione è inconsciamente mascherata da irritabilità e aggressività, immersione nel lavoro e nella carriera, alcolismo e altre dipendenze.

Depressione nei bambini e negli adolescenti

Il comportamento indesiderato di un bambino può essere attribuito a pigrizia o capricci, ma spesso c'è una ragione seria dietro la riluttanza a studiare, mangiare o dormire..

Anche i bambini piccoli sviluppano la depressione. Più giovane è l'età del bambino, più sintomi somatici ha: coliche, dolore, insonnia, pianto costante. Quando la consapevolezza del bambino aumenta, compaiono altri segni: perde la voglia di alzarsi al mattino, l'interesse per i giocattoli e l'apprendimento di cose nuove; compaiono attacchi di paura, sbalzi d'umore improvvisi. Se i sintomi persistono per due settimane o più, consultare uno psicologo specializzato nel lavoro con i bambini.

Cause di depressione

Diversi fattori contribuiscono alla depressione:

  • Biochimica. La depressione modifica l'attività del cervello e dei neurotrasmettitori.
  • Genetica. L'influenza dell'ereditarietà sullo sviluppo della depressione è stata studiata usando l'esempio del disturbo bipolare. Nei parenti diretti di pazienti bipolari, il rischio di sviluppare depressione è 15 volte superiore rispetto a parenti di persone sane. Se un genitore soffre del disturbo, i bambini sviluppano depressione nel 25% dei casi; se entrambi i genitori - nel 75% (Minutko V. L., "Depressione").
  • Caratteristiche personali. Le persone con una bassa autostima potrebbero pensare di non essere degne di amore e riconoscimento. Con un perfezionismo pronunciato, tutta l'energia è diretta al raggiungimento di un risultato ideale: si verifica il burnout. Gli individui inclini alla dipendenza nelle relazioni e che vivono la loro vita attraverso un'altra persona sono anche inclini a stati depressivi: perdendo consapevolezza di se stessi come unità separata e non lasciando alcuno spazio personale per se stessi, quando si separano, sperimentano la perdita di una persona cara come una perdita di se stessi.
  • Fattori esterni. Basso tenore di vita e sicurezza nel paese, caratteristiche sociali dello stato (ad esempio, oppressione delle minoranze), casi di violenza (sia fisica che psicologica), perdita di una persona cara possono rendere una persona più vulnerabile alla depressione se inizialmente era predisposta a disturbi affettivi.

Sintomi di depressione

Uno psicologo clinico, psicoterapeuta o psichiatra diagnostica la depressione. Ma puoi determinare in modo indipendente la presenza di tendenze depressive. Per questo, vengono utilizzati test creati da professori di psichiatria: la scala Zang (Zung) o la scala Beck.

I principali sintomi della depressione sono:

  • Una continua sensazione di depressione, ansia, disperazione, vuoto
  • Il desiderio di autoisolamento, la limitazione del contatto con i propri cari, il desiderio di rimanere a casa tutto il tempo
  • Sentimenti di colpa, inutilità, impotenza
  • Pianto
  • Sentirsi soli
  • Perdita di forza, letargia
  • Problemi con la memoria, la concentrazione
  • Vulnerabilità: è più facile ferire e ferire qualcuno che soffre di depressione
  • Sentire che nessuno capisce, simpatizza, ama
  • Sentimenti di inferiorità rispetto ad altre persone
  • Disturbi del sonno: insonnia, sonno intermittente o lungo, sonnolenza persistente
  • Difficoltà a prendere decisioni
  • Sentirsi come se i pensieri stessero scivolando via o perdendo
  • Eccessiva alimentazione o mancanza di appetito
  • Sentirsi come se ci volesse molto impegno per fare cose semplici
  • Perdita di interesse per attività e hobby precedentemente piacevoli
  • Pensieri sulla morte o sul suicidio, tentato suicidio, autolesionismo, desiderio di farti del male, "punirti"
  • Sintomi non curabili di scarso benessere fisico: mal di testa, indigestione, tic nervosi, pesantezza al petto, dolore al cuore, ecc..

Se osservi più sintomi contemporaneamente per 2 settimane o più, questo è un motivo per consultare uno specialista.

Diagnosi e trattamento della depressione

Uno psicologo clinico, uno psicoterapeuta o uno psichiatra conduce una conversazione con il paziente, pone domande importanti: come si manifestano i sintomi, per quanto tempo si è verificato un deterioramento o un miglioramento del benessere. Durante la diagnosi, è possibile utilizzare test e questionari. In alcuni casi, il medico fa riferimento ad altri specialisti (ad esempio, a un cardiologo se il cuore è preoccupato) per escludere le cause fisiche di questa condizione.

I pazienti con depressione vengono ricoverati in ospedale in casi eccezionali, ad esempio se esiste una reale minaccia di suicidio o compaiono deliri e allucinazioni.

L'approccio al trattamento della depressione dipende dalla causa sottostante:

  • La depressione è endogena, cioè non dipende da circostanze esterne. Il principale metodo di trattamento è la farmacoterapia. Con ansia e ansia, vengono prescritti antidepressivi con effetto sedativo, con apatia e malinconia - un effetto stimolante. Se sono presenti i sintomi di entrambi i gruppi, vengono utilizzati farmaci bilanciati..
  • Il disturbo ha avuto origine dallo stress. È necessario elaborare le cause dello stress in psicoterapia. Insieme a uno specialista, capirai quali meccanismi inizia la tua psiche e come ricostruirli per sentirti meglio. Tale depressione può essere curata senza farmaci, ma se i sintomi sono pronunciati e il paziente si sente insopportabile, il medico può prescrivere un ciclo di antidepressivi.
  • La depressione è una reazione alla malattia fisica. È necessario trattare la causa principale del disturbo depressivo e solo allora ricorrere alla farmacoterapia e alla psicoterapia sintomatiche.

Come affrontare da solo l'apatia e la depressione

I modi migliori per combattere la depressione sono attraverso la psicoterapia e il trattamento come indicato dal medico. Tuttavia, ci sono diversi modi per affrontare lo stress e la depressione da soli..

Qualsiasi lavoro, compreso il lavoro psicologico, con la depressione non è facile, ma prenderti cura di te stesso accelererà notevolmente il recupero.

Registra la tua condizione

Una persona incline alla depressione non è sempre in grado di esprimere i propri sentimenti a parole. A questo proposito, possono sorgere problemi nel comunicare con i propri cari (quando vuoi condividere i tuoi problemi, ma loro non ti capiscono) e nel capire te stesso.

L'esercizio con una scala a 10 punti ti aiuterà a capire cosa ti succede quando sei depresso.

Disegna una linea e contrassegnala con divisioni da 0 a 10. Questa sarà la scala del tuo stato, dove 0 è la sensazione peggiore e 10 è il miglior stato possibile di assoluta felicità. Assegna un elenco di "sintomi", sentimenti e pensieri a ciascuna divisione. Puoi usare metafore e immagini che ti sono vicine personalmente. Facciamo un esempio:

Quando senti un cambiamento nelle tue condizioni, poniti delle domande:

  1. Come mi sento adesso? Dove sono ora su una scala di 10 punti?
  2. C'è qualcosa che potrebbe indurmi a spostarmi a sinistra sulla scala? Di cosa dovrei aver paura? Posso tenermi al sicuro da questo cambiamento?
  3. C'è qualcosa che mi permetterà di salire la scala di almeno un punto? E due punti?

C'è una differenza tra "Mi sento malissimo" e "Mi sento 2/10 male". Razionalizzando la tua condizione, aumenti le possibilità di miglioramento. La bilancia ti dirà cosa fare se la depressione persiste.

Ricorda cosa lo rende più facile

Se qualcosa ti fa sentire meglio, scrivi il motivo. Mi è piaciuto il gusto del cibo, ho ascoltato il mio amico, ho guardato un video divertente con i gatti: qualsiasi evento che ha causato un sorriso o attenuato la sensazione di dolore e vuoto merita attenzione. Puoi registrare quanti punti c'è stato un miglioramento dopo ogni evento. Anche se è solo un decimo, vale la pena correggere qualsiasi cambiamento positivo..

In caso di episodi depressivi, dovresti fare riferimento all'elenco formato di cose positive e cercare di implementarle..

Tieni traccia delle tue esigenze

Di solito, la depressione non vuole niente. È tanto più importante non perdere il momento in cui si manifesta il desiderio di fare qualcosa. All'improvviso hai sentito di voler fare una passeggiata? Vai fuori. Vuoi chattare con i tuoi amici? Chiamali.

Se vuoi solo sdraiarti sul divano, concediti anche quello. Entrando in conflitto con te stesso a causa della procrastinazione, stai solo sprecando risorse interne, che sono scarse nella depressione. Cerca di mettere le cose da parte e concediti di riposare senza rimorsi..

Elabora pensieri distruttivi

La depressione è caratterizzata da pensieri automatici distruttivi. Questi sono giudizi che sorgono fugacemente e il più delle volte non si basano su fatti specifici ("nessuno mi ama", "io sono una nullità", "sono tutto solo"). Spesso una persona non è consapevole di questi pensieri, ma avverte le emozioni che ne derivano..

Secondo la terapia cognitivo comportamentale, puoi imparare a catturare questi pensieri e ridurre l'intensità delle emozioni negative. Il modo più semplice per farlo è con un tavolo.

  1. Quando senti un'emozione forte, annotala e valuta l'intensità su una scala di 100 punti. Se non riesci a determinare quali sono questi sentimenti, trova un elenco di emozioni su Internet e ascolta te stesso, risolvendo i concetti: quale parola risuona di più in te.?
  2. Annota la situazione in cui si è verificata questa emozione. Dov'eri in quel momento? C'era qualcun altro in giro?
  3. Cerca di isolare il pensiero (o più pensieri) che ti hanno portato all'emozione.
  4. Prova a includere calcoli freddi: scrivi prove oggettive che supportano questa idea e fatti che la contraddicono.
  5. Sulla base di fatti contrastanti, formula un nuovo pensiero, più equilibrato e riflessivo. Valuta quanto sei sicuro di te.
  6. Valuta l'intensità dell'emozione iniziale dopo aver formulato il pensiero alternativo. L'emozione è diminuita? È diventato più facile?

Prova a confermare i pensieri premurosi nella pratica, conduci esperimenti. Se pensi che nessuno ti ami, conduci un sondaggio tra amici e familiari e scrivi i risultati. Se hai paura di non lavorare bene e di essere presto licenziato, chiedi un feedback ai tuoi superiori. Ricevendo la conferma "applicata" di pensieri alternativi, il cervello fissa la nuova esperienza come positiva e l'intensità dei sentimenti negativi precedenti diminuisce.

È improbabile che alla fine dell'esercizio smetterai di provare emozioni negative. Forse la loro intensità diminuirà solo di 5-10 punti su 100 o non diminuirà affatto. Ma riempiendo la tabella ogni giorno per diversi mesi, imparerai a sostituire i pensieri distruttivi con altri più deliberati ea gestire i tuoi sentimenti..

Ecco una tabella con un esempio tipico di uno stato depressivo:

Situazione
Quello che è successo? Quando, dove, in quali circostanze?
Sabato, 21:00. sono a casa da solo.
Emozioni
Come mi sono sentito? Quanto sono intense queste emozioni su una scala di 100 punti??
Depressione (100). Delusione (90). Disperazione (90).
Pensieri automatici (immagini)
Cosa mi è venuto in mente prima che si manifestasse l'emozione?
Voglio essere pietrificato, quindi non sento nient'altro.
La vita non è degna di essere vissuta.
Argomenti per la verità del pensiero automaticoLe mie condizioni non migliorano per diverse settimane.
Cerco di sforzarmi di fare qualcosa, ma niente aiuta.
Argomenti contro la verità del pensiero automaticoHo già provato un forte dolore mentale, ma in qualche modo l'ho affrontato..
A volte mi sento più leggero e non mi sento così disperato.
Succede che sorrido o rido.
Sto imparando a ragionare in modo diverso ea compilare questa tabella, prendendomi cura della mia condizione.
Pensieri alternativi / equilibrati
Annota pensieri alternativi o più equilibrati basati sugli argomenti sopra. Valuta la fiducia in ciascuno di essi su una scala di 100 punti.
È importante rendersi conto che la sensazione di intolleranza per quanto sta accadendo passerà sicuramente e presto l'umore migliorerà (60).
Sto apprendendo abilità che mi permetteranno di capire come uscire dalla depressione (30).
Il suicidio non è l'unica via d'uscita (20).
Rivalutare le emozioni
Dopo aver realizzato i pensieri alternativi, valuta su una scala di 100 punti l'intensità dei sentimenti registrati in precedenza. Inserisci e valuta nuove emozioni, se ce ne sono..
Depressione (80). Delusione (75). Disperazione (70).

Sentiti libero di chiedere supporto

L'idea di cercare aiuto è spesso accompagnata dalla paura: cosa succede se la persona rifiuta, ride, svaluta l'esperienza? Pertanto, quando si è depressi, è importante proteggersi e richiedere supporto correttamente..

  1. Cerca di determinare di quale supporto hai bisogno. Per alcuni, queste sono parole di supporto (e vale la pena determinare immediatamente quali), per qualcuno: un abbraccio, svago comune, semplicemente essere vicino.
  2. Identifica le persone a cui entrare in contatto. Le persone che consideriamo vicine non sono sempre pronte a fornire supporto. Analizza l'esperienza di comunicazione con una persona: ci sono stati casi in cui ti ha ignorato, scherzato in modo inappropriato? Se è così, non rischiare. Allo stesso tempo, non è necessario chiedere sostegno a parenti o amici intimi. Anche persone, amici o colleghi non familiari possono supportare (dare una pacca sulla spalla, ascoltare, dire parole affettuose).
  3. Richiedi supporto. Le persone non possono leggere nella mente, potrebbero non sapere che ora ti senti male, non capire che tipo di supporto è necessario. Inoltre, una persona può essere impegnata o immersa nelle proprie esperienze, quindi è importante formulare chiaramente la richiesta, non spingersi oltre i confini personali. Ad esempio: "Mi sento male ora e voglio parlare, puoi ascoltarmi, per favore?"

Cosa fare se una persona cara soffre di depressione

Crea un luogo sicuro e confortevole

Quando è depressa, una persona può sentire di non sentirsi al sicuro. Cerca di rendere la tua casa un soggiorno confortevole. Cambia un po 'l'arredamento: appendi nuove tende, decora la stanza con elementi decorativi e tessuti.

Ricordarsi di prendersi cura del microclima nella stanza del paziente con depressione. Un aumento del livello di anidride carbonica (cioè sensazione di soffocamento) riduce la concentrazione, provoca affaticamento, cattivo umore e sonno agitato. La concentrazione di CO₂ inizia a superare la norma di 2 volte già dopo mezz'ora o un'ora di permanenza al chiuso.

Per mantenere costantemente il flusso di aria fresca, puoi aprire la finestra, ma polvere, sporco, allergeni e rumore penetreranno dalla strada attraverso la finestra. È possibile ventilare la stanza anche con le finestre chiuse - utilizzando uno sfiato.

Lo sfiato è una ventilazione di alimentazione compatta con purificazione dell'aria. Il dispositivo preleva l'aria dalla strada utilizzando un ventilatore e la fa passare attraverso tre filtri: dallo sporco più grande, dalle particelle più piccole di polvere e allergeni, dai gas nocivi e dagli odori sgradevoli. Nella stagione fredda, uno sfiato riscalda l'aria di mandata a una temperatura confortevole.

Non svalutare

Anche se i problemi di una persona sembrano essere insignificanti, ciò non significa che non stia vivendo gravi difficoltà. Non accennare a una mancanza di sforzo, non esortare a stare insieme e rimettersi in sesto - una persona potrebbe davvero non avere la forza di uscire da questo stato da sola.

Fermare le frasi da evitare quando una persona è depressa:

  • Non essere triste
  • Hai inventato tutto
  • Non ti succede niente di terribile, ma i bambini in Africa...
  • Smettila di piagnucolare, rimettiti in sesto
  • Rimettiti in sesto!
  • Potresti sbarazzarti della depressione se lo volessi
  • Sei tu stesso da biasimare per il tuo umore

Se una persona voleva parlare e confidarsi, cerca di non interrompere, di non ignorare le lamentele, di non prenderle per sciocchezze, di non rimproverare. Mostra coinvolgimento in ciò che sta accadendo: fai domande chiarificatrici, puoi fornire esempi simili dalla tua vita, racconta come hai affrontato situazioni simili.

Non dare consigli duri

Ciò è in parte correlato all'ammortamento, ma abbiamo deciso di evidenziare questa voce separatamente. La depressione è una condizione grave che non può essere curata con l'erba madre o la tisana. Anche se vuoi sinceramente aiutare e sostenere, consigli monosillabici e duri come "vai a fare sport" o "bevi un po 'di valeriana" possono causare irritazione e pensieri che non prendi sul serio la depressione.

Se consigli qualcosa, contatta uno psicologo o uno psicoterapeuta e poi uno psichiatra, se necessario. A volte una persona non sente la forza di contattare uno specialista. Se è così, offri aiuto in modo discreto: seleziona insieme uno specialista adatto su Internet e vai da lui per un consulto.

Evita il finto divertimento

Con il supporto, non dovresti usare un incoraggiamento deliberato, una finta vivacità: potresti essere tradito da una voce falsa, che sarà percepita come un atteggiamento frivolo nei confronti della malattia.

Quando sono depresse, le persone si sentono particolarmente vulnerabili e sono in grado di reagire bruscamente anche a parole innocue. Fai attenzione quando esprimi ironia, sarcasmo e battute in generale. Controlla la reazione a certe affermazioni: se la persona sembra più depressa o irritabile del solito, discutine.

Aiuta con le difficoltà quotidiane

La persona depressa fa uno sforzo titanico per fare cose semplici e quotidiane. Aiutalo: vai al negozio con lui, offriti di cucinare la cena, assumere alcune delle faccende domestiche.

Lode per piccole vittorie

Con la depressione, qualsiasi alzarsi dal divano è già un atto di eroismo. Mostra ciò che vedi e apprezza lo sforzo che fai. Loda anche i risultati più piccoli, come un bambino viene lodato per i primi passi, ad esempio: "Hai cucinato la tua cena oggi? Sei un ragazzone! So quanto sia difficile per te qualsiasi attività e sono contento che tu sia riuscito a cucinare un piatto così delizioso "..

Non interrompere il contatto se "scivola"

È facile sostenere quando una persona esprime tristezza e impotenza. Ma la depressione non è sempre caratterizzata da questi sentimenti. Le persone possono essere più irritabili e depresse e spesso hanno difficoltà a comunicare con loro. Si può essere delusi, perdere la speranza per il recupero di una persona cara, "prendere" una risposta irritata. L'influenza del comportamento depressivo del paziente è descritta nel libro di D. Hell "The Landscape of Depression":

Per supportare la depressione, è importante dimostrare che sei lì e pronto a supportare, nonostante le emozioni negative mostrate nella tua direzione. O mancanza di emozioni.

Prenditi cura di te

Aiutare un paziente depresso è estenuante. Fornire supporto, assumersi nuove responsabilità, mostrare pazienza e tatto è un lavoro duro che può infrangere la tranquillità. Tieni traccia delle tue condizioni, non assumerti la piena responsabilità per la depressione di una persona, permettiti di riposare. Se necessario, consultare uno psicologo.