In che modo il fumo e la depressione sono correlati?

I ricercatori hanno trovato un collegamento tra dipendenza da nicotina e depressione. Questa interazione colpisce, in particolare, i giovani. La conclusione è che le sigarette spesso aiutano ad affrontare il cattivo umore. Allo stesso tempo, la depressione stimola il desiderio di nicotina, che crea un circolo vizioso..

Smettere di fumare può mettere una persona a rischio di altre dipendenze. Come sai, la nicotina nelle sigarette crea dipendenza. Inoltre, alcuni esperti mettono le sigarette alla pari della cocaina e dell'eroina. L'unica buona notizia è che sempre più persone smettono di fumare.

Si ritiene che la sigaretta aiuti con nervosismo, ansia e umore depressivo, ma questo si verifica solo all'inizio della "carriera del fumatore". Il corpo si abitua alla nicotina e richiede dosi più elevate per ottenere la stessa piacevole sensazione.

Nonostante le conseguenze fatali della dipendenza da nicotina, i fumatori non traggono alcuna conclusione dal loro comportamento. Tuttavia, per i pazienti depressi, in particolare, smettere di fumare da sola può alleviare i sintomi, quindi smettere di fumare può non solo essere benefico ma anche necessario dal punto di vista medico..

Depressione o fumo: cosa viene prima?

I fumatori hanno maggiori probabilità di sviluppare depressione rispetto ai non fumatori. Il ragionamento, tuttavia, è simile alla domanda di una gallina o di un uovo: non è ancora possibile dire quale sia venuto prima: fumo o depressione.

Il numero di fumatori è significativamente più alto tra le persone con depressione rispetto a quelle senza disturbi mentali. Inoltre, le persone affette da depressione fumano molte più sigarette al giorno..

C'è un malinteso che la nicotina aumenti la capacità di concentrazione e di apprendimento. Purtroppo, nel lungo periodo è vero anche il contrario. Il fumo di tabacco danneggia i vasi sanguigni di vari organi, compreso il cervello, e modifica anche alcune delle reazioni chimiche in esso contenute, in modo irreversibile. A proposito, l'alcol funziona allo stesso modo. In definitiva, queste menomazioni portano alla perdita di prestazioni, malattie mentali o addirittura demenza..

Perché in una situazione stressante una persona prende una sigaretta?

Se una persona è turbata o stressata, la prima cosa che fa durante una pausa è prendersi una pausa per fumare. Sembrerebbe che sia così: altri mangiano tonnellate di cioccolato in tali situazioni, è anche malsano. Tuttavia, questo non è il caso..

La sigaretta è un povero antistress. Il fumo interrompe il metabolismo, inclusa la secrezione di ormoni. Nel processo del fumo, viene rilasciato il cosiddetto "ormone della felicità" - la dopamina. Pertanto, non appena una persona prende una sigaretta, migliora..

È così che si sviluppa un legame diretto tra il fumo e il conseguente buon umore..

Spesso questo processo avviene inconsciamente. Non dimenticare che le sigarette sono una vera droga, non sottovalutare il loro effetto..

In un recente studio condotto da scienziati tedeschi, è emerso che il contenuto di cotinina nel sangue, un prodotto di degradazione della nicotina, è correlato all'instabilità mentale dei soggetti studiati. È importante notare che alti livelli di cotinina nel corpo sono stati osservati anche nei fumatori passivi..

Smetti di fumare - depressione

Abbandonare il consumo di tabacco è un processo piuttosto difficile e quasi sempre è accompagnato da vari problemi di natura sia psicologica che fisiologica. Spesso, molti si lamentano: "smettere di fumare - depressione", e superare questa condizione dolorosa può essere abbastanza difficile. Per fare ciò, è necessario comprendere i motivi per cui si verifica la depressione..

Possibili ragioni

Elenchiamo alcuni dei motivi principali per cui chi smette può diventare depresso..

In effetti, ce ne sono due, fisiologici e mentali. Quest'ultimo può essere suddiviso in più. E il primo può essere affrontato con l'aiuto di Tabex, Nicorette, Champix e altri mezzi per fumare.

  • Una conseguenza della sindrome da astinenza (sindrome da astinenza). Il fatto è che la nicotina è un sostituto dell'ormone endorfina, che è anche chiamato "ormone del piacere", e quando una persona decide di rinunciare a questa cattiva abitudine, inizia a sperimentare una carenza di questa sostanza.
  • Mancanza di rituali di fumare abituali. Non è un segreto per nessuno dei forti fumatori che questo processo sia spesso accompagnato dalla comunicazione e per coloro che smettono di fumare, la sua intensità diminuisce, che è una delle cause della depressione..
  • Mancanza di nicotina nel corpo. Questa sostanza è psicoattiva, partecipa a molte reazioni biochimiche e quando la sua assunzione si interrompe, inizia un periodo di ristrutturazione del corpo in un modo nuovo, una delle cui conseguenze è uno stato psicologico depresso e depressione.

Possibili conseguenze

Lo stato depressivo, che si manifesta nel processo di smettere di fumare, può essere di breve durata, oppure può durare per un tempo piuttosto lungo e avere varie complicazioni, e spesso piuttosto pericoloso. Questi tipi di problemi includono quanto segue:

  • Astenia, cioè una condizione dolorosa, le cui principali manifestazioni sono aumento della fatica, sbalzi d'umore, diminuzione dell'autocontrollo e sindrome da stanchezza cronica. Le persone che soffrono di sindrome astenica non sono capaci di stress fisico e mentale prolungato, spesso riescono a malapena a tollerare luce intensa, suoni e odori aspri, hanno sempre cattivo umore.
  • Lo sviluppo di patologie somatiche. La depressione, come grave condizione psicologica, può benissimo provocare dei veri problemi fisiologici, che si esprimono nel malfunzionamento di vari organi interni (respirazione, sistema cardiovascolare, ecc.).
  • Rischio di suicidio. Una persona con una psiche indebolita e depressa può persino tentare di morire. In tutta onestà, va notato che a seguito della cessazione del fumo, ciò accade abbastanza raramente, tuttavia, sono ancora noti tristi esempi di pratica medica..

Cosa fare?

Per superare lo stato depressivo, conseguenza della cessazione del fumo, è necessario prima di tutto riconoscere il fatto che il problema si sta manifestando. Solo quando una persona si rende conto di questa circostanza, ha una reale possibilità di tornare alla vita normale. Come dimostra la pratica, coloro che smettono di fumare sigarette, la depressione diventa piuttosto grave e il modo più semplice per affrontarla è per coloro che non esitano a cercare aiuto da specialisti, in particolare, da psicoterapeuti e psichiatri. Sono loro che sono in grado di fornire ai fumatori che hanno deciso di smettere una volta per tutte il consumo di tabacco, l'aiuto più efficace per ripristinare un normale stato psicologico..

Se, dopo aver smesso di fumare, è iniziata la depressione, ha senso "adottare" nella lotta contro di essa i mezzi e i metodi descritti nella letteratura specializzata. Certo, non si dovrebbe credere assolutamente a tutto ciò che è scritto nelle pubblicazioni popolari che riempiono le librerie, ma tra loro ci sono anche opere abbastanza serie e approfondite. Quale di loro è davvero degno di attenzione può essere suggerito da psicologi e medici specializzati nel liberare i loro pazienti dalla dipendenza dal tabacco.

Le persone che smettono di fumare e per questo sono depresse non devono rifiutare l'aiuto e il sostegno psicologico dei loro parenti. Spesso è la partecipazione dei propri cari che aiuta a superarlo..

Cosa non fare

Coloro che hanno deciso davvero fermamente di smettere di fumare, in nessun caso, di nuovo, come si suol dire, "riprendono il vecchio", pur essendo in uno stato psicologicamente depresso. Alcuni ex fumatori, credendo di essere abbastanza in grado di affrontare la depressione da soli, rifiutano l'aiuto di psicologi e psicoterapeuti professionisti. Ciò è fortemente sconsigliato, poiché sono gli esperti che sanno meglio come affrontare questo problema..

Spesso chi smette di fumare è spinto dalla depressione al punto che cerca di sostituire la sigaretta con qualcosa. Queste persone iniziano a mangiare molto o ad abusare di alcol. Va ricordato che anche la gola e il consumo eccessivo di alcol sono molto dannosi per la salute e non aiutano a combattere la depressione, ma interferiscono.

VOGLIO SMETTERE DI FUMARE?

Quindi passare attraverso un piano per smettere di fumare..
Sarà molto più facile smetterla..

Depressione dopo aver smesso di fumare

La depressione dopo aver smesso di fumare inizia nei forti fumatori il primo giorno di lotta alla dipendenza.

La vita senza sigarette sembra grigia a una persona e una cattiva abitudine sta cercando di tornare alla vita del proprietario.

La depressione è facile da riconoscere, ma richiede uno sforzo..

  • Manifestazioni
  • Metodi di controllo
  • Quanto durerà
  • Recupero del corpo
  • Quanto hai bisogno di guarire
  • Facile smettere di fumare
  • Cambiamenti positivi di giorno
  • Pulizia del corpo dopo aver smesso di fumare
  • Come sbarazzarsi della nicotina
  • Sintomi di astinenza
  • Raccomandazioni dietetiche

C'è un problema? Hai bisogno di più informazioni? Digita il modulo e premi Invio!

Manifestazioni

I sintomi della depressione in una persona che ha smesso di fumare sono:

  1. C'è un frequente cambiamento di umore, un disturbo del sistema nervoso;
  2. L'autocontrollo diminuisce, piccoli stimoli provocano violente reazioni psicologiche;
  3. La capacità lavorativa diminuisce, si avverte una prolungata perdita di forza;
  4. Si verifica stanchezza cronica;
  5. Appare intolleranza agli odori, luce intensa, rumore.

Queste manifestazioni sono classificate come "innocue".

In caso di forte dipendenza, la depressione può svilupparsi in una prolungata e causare problemi significativi che richiedono un intervento specialistico:

  • Malattie dell'apparato digerente;
  • Malattie della pelle;
  • Disturbi del sistema endocrino;
  • Asma;
  • Malattie cardiache;
  • Aumentare o diminuire la pressione.

Le manifestazioni depressive si verificano nei forti fumatori. Per il loro corpo, abituato all'intossicazione quotidiana, il rifiuto dalla solita occupazione provoca sintomi di astinenza, diventa un vero e proprio stress.

Le ragioni dello stato di depressione saranno i processi fisici che avvengono nel corpo, un cambiamento nel modo di vivere abituale di un ex fumatore. Ha più tempo libero da prendere. Una persona deve imparare a comunicare con gli amici fumatori senza una sigaretta.

Test per fumatori

Metodi di controllo

A seconda della gravità delle manifestazioni, la depressione dopo aver smesso di nicotina può essere combattuta indipendentemente o con l'aiuto di uno specialista..

La cosa principale è creare un'atmosfera psicologica confortevole per te stesso. I nemici della depressione sono le emozioni positive. Possono essere ottenuti camminando all'aria aperta, praticando sport.

Con le manifestazioni della depressione, 100 mg di vitamina C al giorno aiuteranno a far fronte, bloccando i sintomi dell'astinenza da nicotina. Frutta, verdura, una quantità significativa di acqua vengono introdotte nella dieta, esclusi tè e caffè piccanti, fritti, forti.

Se non riesci a far fronte alla depressione da solo e si protrae, sarà necessario l'aiuto di uno specialista. Il fumo sistematico, il successivo rifiuto, causa cambiamenti nell'attività cerebrale.

Gli psicologi hanno tecniche e metodi sviluppati appositamente per gli ex fumatori. Ti permettono di trovare in te stesso le risorse per combattere lo stato di oppressione, per raggiungere il livello di motivazione richiesto per il rifiuto finale della nicotina..

Se lo psicologo vede che le condizioni del cliente (fisiche o psicologiche) richiedono la consultazione di specialisti ristretti, indirizzerà il paziente a loro.

↑ Fai il test del fumatore

Quanto durerà

Il periodo di depressione, come le sue manifestazioni, è individuale. Avendo smesso di fumare, non ci si dovrebbe aspettare che lo stato depressivo arriverà inevitabilmente. Potrebbe non essere lì. In media, lo scoraggiamento dura circa 2 settimane. Se la condizione non cambia in meglio dopo la fine del periodo di due settimane, questo è un segnale per contattare uno psicologo..

Più un ex fumatore istruito si avvicina all'organizzazione della vita dopo il rifiuto, prima affronterà la depressione..

La giusta motivazione è il fattore principale per garantire risultati sostenibili. Aiuta a evitare lo stress e lo scoraggiamento dopo che le sigarette non sono più una parte utile della vita..

Recupero del corpo

L'intero sistema del corpo del fumatore si abitua all'assunzione costante di tossine. Il ritiro richiede diversi mesi e procede con sintomi spiacevoli. Durante il periodo di attaccamento e purificazione, l'immunità diminuisce, il che porta al raffreddore.

La sensazione di mancanza nasce in quel momento e momento in cui era stato precedentemente messo da parte per una pausa fumo. Di conseguenza, il fumatore non ha più il solito assistente nel pensare ai momenti difficili..

Il recupero del corpo dopo la dipendenza da nicotina provoca condizioni dolorose. Ha a che fare con un sacco di uomini e ha bisogno di aiuto per mantenerlo.

Forse un aumento dell'appetito, questa è una conseguenza di 2 fattori: in primo luogo, al momento se vuoi fumare, devi fare qualcosa per occuparti e la persona mangia. Rifiuto - è stressante per il corpo e molti trovano la pace della mente con l'aiuto del cibo.

Un altro motivo è il miglioramento del lavoro del gusto e dei recettori olfattivi e una persona vuole provare a provare nuovi gusti che in precedenza gli erano sgradevoli o indifferenti..

Il fumatore non è sempre pronto per il fatto che durante il periodo di recupero sarà accompagnato da stati di irritazione e distrazione. Con una diminuzione della dipendenza da nicotina, l'aumento dell'irritabilità diminuisce gradualmente.

Le procedure del bagno aiuteranno ad accelerare il processo di recupero. Includi esercizi di nuoto e respirazione nel tuo stile di vita. Nei primi mesi, lo scarico dell'espettorato è accompagnato da una tosse, il muco viene espulso dalle vie respiratorie.

Quanto hai bisogno di guarire

La durata del recupero dipende dallo stato fisiologico. Termini: 2-15 mesi. Il fumo a lungo termine richiederà più tempo.

I polmoni iniziano il recupero il giorno successivo e il processo di pulizia e recupero avviene nei polmoni in altri sistemi del corpo:

  • La respirazione viene ripristinata entro dodici ore;
  • I polmoni tornano alla normalità entro sei mesi;
  • La normalizzazione dei vasi sanguigni inizia dalle prime ore;
  • L'attività del sistema cardiaco viene ripristinata entro le prime 3 settimane.
  • Dopo un paio di mesi, il tono della pelle originale ritorna;
  • Il ripristino del fegato avviene entro sei mesi, una corretta alimentazione può aiutare e accelerare il processo;
  • L'apparato digerente torna alla normalità dopo sei mesi;
  • L'escrezione dell'espettorato quando la tosse indica la rimozione del muco dai polmoni, può durare diversi giorni o trascinarsi per mesi. L'opera dei bronchi viene ripristinata;
  • Il sistema immunitario torna alla normalità, i globuli bianchi vengono ripristinati.

Poiché il sistema nervoso è in uno stato suscettibile a causa della sindrome da astinenza, la fase più difficile è il primo mese dopo il rifiuto, ma quanto tempo dura dipende dalla persona stessa.

Facile smettere di fumare

Esistono molti metodi per smettere di fumare, non sono tutti corretti, ma li elencheremo tutti e troveremo l'unico modo per sbarazzarsi della schiavitù alla nicotina.

Metodi per smettere di fumare:

  • Sostituzione con cerotti alla nicotina (temporanei);
  • Sostituzione di una sigaretta normale con una elettronica;
  • Ridurre a zero il numero di sigarette fumate;
  • Cessazione istantanea e senza compromessi di sigarette e nicotina.

A prima vista, sembra che tutti questi metodi siano buoni, ma ce n'è solo uno veramente efficace: l'ultimo. Solo rinunciando alle sigarette sul "taglio" puoi liberarti delle catene delle compagnie del tabacco.

Sostituendo le sigarette con cerotti alla nicotina, gomme alla nicotina, tabacco da fiuto e altri farmaci contenenti nicotina, corri il rischio di rimanere dipendente da questi farmaci, proprio come con le sigarette normali, tutto perché la nicotina è una droga potente e devi sbarazzartene. Riducendo la dose di nicotina, il fumatore la reintroduce nel flusso sanguigno, mantenendo la tossicodipendenza.

Eh sì, avendo deciso di uscire definitivamente da questa dipendenza, devi fare i conti con il fatto che una persona che inala il fumo di tabacco ogni giorno è un vero tossicodipendente di nicotina. Ma qualsiasi droga può essere sconfitta con un grande desiderio e conoscenza, anche se visto quanti veleni ci sono nel tabacco, fumarla è tutt'altro che un buon piacere..

Il metodo di fallimento è semplice:

  • Devi scegliere un giorno favorevole per te stesso in modo che non siano programmate feste, compleanni e queste vacanze in cui puoi scatenarti e fumare (specialmente sotto l'influenza dell'alcol, che vale anche la pena rinunciare);
  • Quando si sono fissati questo giorno, ed è arrivato, devi prepararti moralmente e farti una solenne promessa che fumerò l'ultima sigaretta della mia vita;
  • Sarà meglio fumare la tua ultima sigaretta a tarda sera prima di andare a letto, e fumarla, non dubitare della tua scelta, vedere il tuo futuro felice senza schiavitù alla nicotina, spesa costante di denaro e questo odore sgradevole;
  • Quando fumi l'ultima sigaretta, nota quanto ha un sapore e un odore sgradevole;
  • Mettere fuori un mozzicone di sigaretta è considerato una persona senza droghe.

Cambiamenti positivi di giorno

Subito dopo il rifiuto, ci sono cambiamenti di giorno:

  1. Prime 12 ore. Dopo aver smesso di fumare, puoi sentire l'effetto anche nelle prime 12 ore, la prima mattina non fumatori, un aumento vigoroso. Senza accendere una sigaretta, puoi notare che una persona ha più forza ed energia, che non svanisce durante il giorno. Questo perché il fumo di sigaretta ispessiva il sangue e causava carenza di ossigeno, ma non era più in grado di farlo.
  2. In 3 giorni. 3 giorni dopo essersi liberati di questa cattiva abitudine, le papille gustative si affinano e iniziano a funzionare normalmente, mangiare cibo ora dà più piacere di prima, gli odori sono aggravati e puoi di nuovo goderti l'odore dei fiori.
  3. In 7 giorni. Una settimana dopo, la pressione sanguigna inizia a diminuire, il rischio di ictus o infarto si riduce di 2 volte.
  4. Dopo 2 settimane, una tosse profonda inizia a lasciare il nostro corpo e rimuove le ultime sostanze nocive dai bronchi.
  5. 21 giorni dopo. Dopo 3 settimane, la persona si sbarazza completamente della cattiva abitudine.
  6. 2-3 mesi dopo aver smesso di nicotina, le condizioni della pelle miglioreranno, la pressione sanguigna si normalizzerà, la respirazione diventerà più profonda e più uniforme.
  7. 1 anno dopo. Se dopo un anno non fumi, allora si considera che non hai mai fumato, tutte le sostanze nocive hanno già lasciato il corpo e non ci sono tracce di molti anni di fumo.
  8. 5 anni dopo. Non ci sarà traccia di un'abitudine cattiva e dannosa e devi ricordare che non dovresti mai più tornarci..

Pulizia del corpo dopo aver smesso di fumare

Il sistema respiratorio soffre del fumo, i cambiamenti patologici influenzano il sistema endocrino, circolatorio e immunitario. Il corpo esprime la sua protesta sotto forma di disturbi digestivi. Deterioramento dello stomaco, pancreas, che porta a malattie gravi come la gastrite o anche un'ulcera.

La necessità di migliorare la salute risiede in fattori fisiologici.

La psiche può anche “giurare sulla mancanza” di sostanze tossiche, che una corretta pulizia può proteggere contro:

  • Irritabilità;
  • Mal di testa;
  • Appetito eccessivo;
  • Insonnia;
  • Diminuzione della concentrazione di attenzione;
  • Disturbi della memoria;
  • Rapido aumento di peso;
  • Depressione.

Ripristinare la salute è simile al trattamento di una malattia, in quanto il processo di eliminazione della nicotina dopo aver smesso di fumare richiede molta consapevolezza e responsabilità..

Come sbarazzarsi della nicotina

Nel sangue, il contenuto di monossido di carbonio e nicotina diminuisce, aumenta la concentrazione di ossigeno, che è accompagnata da affaticamento e lievi vertigini. La crescita dei globuli bianchi è rallentata.

Questo è pronunciato nei giovani o nei fumatori con poca esperienza: la carnagione acquisisce sfumature sane e il giallo scompare dalla punta delle dita. Entro la fine del secondo giorno, non c'è monossido di carbonio nel corpo. Allo stesso modo si rinnovano le cellule della mucosa bronchiale, danneggiate dalla fuliggine di nicotina..

La tosse dopo aver smesso di fumare e la produzione di espettorato si intensifica, gli spasmi al petto scompaiono. La ricostruzione porta all'estinzione dell'infiammazione cronica.

Le cellule danneggiate e i piccoli vasi vengono rinnovati. La probabilità di sviluppare il cancro ai polmoni è ridotta al minimo. La condizione dei vasi sanguigni è stabilizzata.

Lo stomaco e l'intestino ricominciano a funzionare normalmente, quindi il dolore, il bruciore di stomaco e la nausea sono meno fastidiosi o scompaiono del tutto. Dopo un po 'si sviluppa l'accumulo di cellule del fegato danneggiato - il primo stadio verso il completamento della "ristrutturazione" del corpo.

Sintomi di astinenza

Nel processo di fumo aumenta il numero dei cosiddetti. Recettori nicotinici nel cervello. Reagiscono a una mancanza di nicotina, che si manifesta con sintomi di astinenza in una situazione in cui il fumatore decide di porre fine al suo vizio.

La sindrome da astinenza con hashish e qualsiasi altra dipendenza è una combinazione di sintomi che si verificano durante il ritiro completo o parziale da una sostanza che viene consumata per un periodo prolungato. Deriva da violazioni dell'ambiente interno del corpo, che è già, in sostanza, dipendente. Ciò è facilitato dalla mancanza di dosi regolari della sostanza, da precedenti overdose e dall'esaurimento delle riserve del corpo..

L'assenza di una sostanza familiare è percepita come una condizione spiacevole. L'intensità dei sintomi di astinenza è individuale.

Nel caso dei fumatori, il disagio durante l'astinenza è dovuto alla “fame” di recettori nicotinici nel cervello. Durante il fumo, questi recettori sono abituati a una fornitura stabile della sostanza narcotica - nicotina, e in assenza di "sommossa", causano sintomi di astinenza.

Se un fumatore cerca un medico e inizia a prendere i farmaci prescritti, i sintomi di astinenza sono ridotti al minimo e anche un forte fumatore può resistere meglio alla situazione..

Raccomandazioni dietetiche

Includere cibi leggeri ricchi di fibre e vitamine.

  1. Segui il tuo regime alimentare. Bere acqua pulita rimuove le tossine, accelera i processi metabolici e elimina il peso in eccesso.
  2. Aggiungi antiossidanti alla tua dieta. Neutralizzano i radicali liberi causati dal fumo. Gli antiossidanti si trovano nella maggior parte dei casi nel tè verde, nei frutti di bosco.
  3. Nei giorni di astinenza - più cibo con fibre alimentari. Il cibo aiuta a normalizzare la microflora intestinale. I più utili sono frutta e verdura senza trattamento termico.
  4. Aggiungi cibi proteici. Le persone che fumano sintetizzano un enzima che scompone il collagene, una proteina responsabile della qualità della pelle. I fumatori hanno bisogno di proteine ​​nella loro dieta quotidiana.
  5. Aumenta la dose di vitamina C. Il veleno distrugge questo elemento, quindi la dose giornaliera dei fumatori raddoppia. Mangia agrumi, ribes, rosa canina, cavoletti di Bruxelles, peperoni.
  6. Mangia quotidianamente vitamine A, D, E e calcio. Una persona che ha fumato a lungo sviluppa una carenza di queste sostanze a causa della loro eliminazione accelerata.
Condividi con i tuoi amici o Salva te stesso!

Depressione, insonnia e attacchi di panico quando si smette di fumare

Quando cercano di sbarazzarsi della dipendenza da nicotina, gli ex fumatori affrontano i sintomi di astinenza. I sintomi più comuni che si verificano quando si smette di fumare sono ansia, aggressività irragionevole, nervosismo.

Tuttavia, i sintomi di astinenza sono spesso accompagnati da disturbi come insonnia, depressione, attacchi di panico..

Il fumo e il lavoro del sistema nervoso

La nicotina è un veleno neurotossico che porta a un corso anormale dei processi elettrochimici nel sistema nervoso e provoca la morte dei neuroni. Se una persona fuma per diversi anni, gli organi interni e i sistemi si abituano alla fornitura costante di nicotina e il corpo inizia a funzionare in una nuova modalità, adattandosi alla presenza di questa sostanza..

Inizialmente, la nicotina ha un effetto eccitante sul sistema nervoso, ma presto si verifica l'effetto opposto a causa della vasocostrizione. Con il fumo costante, il cervello percepisce la nicotina come uno stimolante, accelerando il processo di conduzione degli impulsi nervosi, ma poi i processi cerebrali sono fortemente inibiti, il che è dovuto alla necessità che il cervello riposi.

Man mano che ci si abitua alla sostanza, il cervello inizia a richiedere un'altra porzione di nicotina, la cui assenza porta ad ansia, irritabilità e deterioramento dell'attenzione.

La dipendenza dalla nicotina ha un effetto dannoso non solo sul funzionamento del sistema nervoso, ma altera anche il lavoro di altri organi interni. Questo vale principalmente per i sistemi cardiovascolare, respiratorio e digerente..

In una nota! Nel corso della ricerca e degli esperimenti, è emerso che le persone che fumano sono più suscettibili al sovraccarico del sistema nervoso..

Fattori di astinenza inaspettati

I sintomi da astinenza di solito si verificano nei fumatori esperti. Cercando di sbarazzarsi della dipendenza da nicotina, una persona può affrontare un generale deterioramento del benessere e il verificarsi di sensazioni spiacevoli.

Tali sintomi sono causati dalla cessazione dell'assunzione di nicotina nel corpo, che per lungo tempo ha stimolato vari processi biochimici. Nella maggior parte dei casi, i sintomi di astinenza sono accompagnati da debolezza generale, mancanza di respiro, tosse umida, mal di testa e disturbi del sistema cardiovascolare..

Quasi tutti gli ex fumatori affrontano irritabilità, aggressività e nervosismo irragionevoli. Inoltre, la cessazione del fumo può essere accompagnata da disturbi come insonnia, depressione, attacchi di panico..

Depressione nella cessazione del fumo

Come dimostra la pratica medica, circa il 65% delle persone che cercano di smettere di fumare sviluppa depressione nei primi giorni. Un sintomo simile si verifica a causa dei cambiamenti nei processi fisici che si verificano nel corpo, nonché dei cambiamenti nel solito modo di vivere..

L'ex fumatore ha più tempo libero e ha bisogno di occuparsi di qualcosa. Inoltre, una persona dovrà imparare a comunicare con gli amici fumatori senza sigarette. Nella maggior parte dei casi, la depressione dopo aver smesso di fumare è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • frequenti sbalzi d'umore;
  • deterioramento dell'autocontrollo - anche ragioni minori possono provocare una reazione mentale violenta;
  • debolezza generale, diminuzione delle prestazioni;
  • depressione, perdita di interesse nella vita;
  • maggiore suscettibilità alla luce intensa e al rumore.

Le manifestazioni della depressione, così come la sua durata, sono individuali. Nella maggior parte dei casi, la depressione dura 10-15 giorni..

Come affrontarlo?

I metodi per affrontare la depressione causata dalla cessazione del fumo sono selezionati individualmente e dipendono dalla gravità dei sintomi. Per cominciare, un ex fumatore deve cercare di affrontare la depressione da solo. I seguenti consigli aiuteranno:

  • è necessario creare un'atmosfera psicologica confortevole e circondarsi di emozioni positive;
  • ogni sera devi fare passeggiate all'aria aperta. Sarà utile anche un'attività fisica leggera;
  • per le prime settimane, si raccomanda a un ex fumatore di bere 100 mg di acido ascorbico al giorno, poiché questa sostanza blocca i sintomi dell'astinenza da nicotina;
  • la dieta dovrebbe includere il maggior numero possibile di frutta e verdura fresca. Il divieto include cibi piccanti e fritti, caffè e tè forti;
  • bisogno di trovare un hobby: un nuovo hobby aiuterà anche a ridurre la voglia di fumare.

Se questi suggerimenti non aiutano e dopo 2 settimane anche l'ex fumatore è depresso, si consiglia di consultare un medico.

Perché hai sonno o insonnia dopo aver smesso di fumare??

Molte persone che smettono di fumare soffrono di insonnia, mentre altre, al contrario, sperimentano sonnolenza. Quando smetti di fumare, ti senti assonnato per i seguenti motivi:

  • dopo aver smesso di fumare, c'è un forte calo della pressione sanguigna, che è stata mantenuta alta per molto tempo - in questo stato molte persone vogliono dormire;
  • la nicotina è un tonico per il corpo. La sua mancanza porta ad una costante sensazione di stanchezza;
  • aumento dei livelli di ossigeno nel sangue;
  • smettendo di fumare, molti usano sedativi, che provocano anche sonnolenza.

Per quanto riguarda l'insonnia quando si smette di fumare, questo sintomo si verifica per i seguenti motivi:

  • disagio psicologico;
  • ristrutturare il corpo in una nuova modalità di funzionamento;
  • purificare il corpo dalle tossine e dalle tossine;
  • aderenza a determinati rituali associati al fumo: se una persona fuma sempre una sigaretta prima di andare a letto, il sistema nervoso si abitua a questa procedura. In questo caso, il fumo è percepito come un segnale per andare a dormire..

Possibili conseguenze

Se, sullo sfondo di una persona che smette di fumare, una persona soffre di insonnia per un lungo periodo, o viceversa, sonnolenza, le conseguenze di queste violazioni possono essere:

  • diminuzione dell'attività fisica;
  • aumento della fatica;
  • concentrazione insufficiente sui compiti assegnati;
  • problemi con lo svolgimento delle mansioni professionali;
  • squilibrio mentale.

Cosa fare per normalizzare il sonno?

Esistono molti modi per eliminare l'insonnia o la sonnolenza:

  • per dormire, è necessario allocare un tempo rigorosamente definito e non rompere il regime;
  • il programma del sonno deve essere ricostruito tenendo conto della sonnolenza imminente;

Vai a letto in un momento specifico

  • con l'insonnia, puoi iniziare a prendere sedativi e con sonnolenza - tonico. I farmaci dovrebbero essere selezionati da un medico, tenendo conto delle caratteristiche individuali;
  • la sera si consiglia di fare una passeggiata all'aria aperta - questo aiuterà a normalizzare il sistema nervoso e ad adattarsi a un aumento del livello di ossigeno nel sangue.

Cosa non fare?

Nel tentativo di normalizzare il sonno, molti ricominciano a fumare. È assolutamente impossibile farlo. Sono inoltre soggetti al divieto:

  • bere alcolici come antistress;
  • l'uso simultaneo di sedativi e tonici;
  • abuso di droghe.

Sonnolenza e insonnia sono sintomi comuni del fumo di sigaretta che diminuiscono nel tempo. Se non ti allenti e segui rigorosamente l'obiettivo prefissato, presto lo stato si normalizzerà: la persona inizierà a provare allegria e un'ondata di forza.

Dipendenza dal fumo e attacchi di panico

Quando si smette di fumare, molte persone sperimentano sintomi di astinenza più spiacevoli. Questa categoria include gli attacchi di panico, uno dei sintomi più comuni della distonia vegetativa-vascolare.

Il VSD, a sua volta, nella maggior parte dei casi si sviluppa a causa di malattie croniche. Inoltre, il VSD può essere causato da stress, depressione, forti sentimenti quando si smette di fumare.

Liberarsi degli attacchi di panico

Molte persone sperimentano attacchi di panico quando smettono di fumare. Se, sullo sfondo della lotta contro la dipendenza da nicotina, si è verificato almeno una volta un attacco di panico, si consiglia di chiedere aiuto a uno specialista. Dopo aver identificato la causa esatta delle violazioni, il medico selezionerà il metodo di trattamento appropriato e prescriverà i farmaci necessari.

Quanto dura la sindrome da astinenza??

Il ritiro dai sintomi di astinenza dalle sigarette dura in media da 4 settimane a 3 mesi. Allo stesso tempo, il periodo più difficile per un ex fumatore saranno le prime 3 settimane..

Conclusione

Quando una persona smette di fumare, può manifestare una varietà di sintomi di astinenza, tra cui insonnia, attacchi di panico e depressione. La cosa più ragionevole in una situazione del genere sarebbe cercare un aiuto professionale. Il medico ti dirà come è più facile superare il periodo di astinenza dalle sigarette.

Combattere efficacemente la depressione dopo aver smesso di fumare


La sindrome depressiva è un disturbo mentale caratterizzato da umore depresso. Le persone che sono dipendenti dalle sigarette spesso affermano che il fumo è il loro modo di affrontare la depressione..
È interessante notare che la psicologia moderna offre alle persone un gran numero di modi per affrontare la depressione. Ma in nessun libro gli scienziati scelgono le sigarette come uno strumento per curare un tale disturbo. Al contrario, notano la relazione inversa tra fumo e depressione..

Vediamo chi ha ragione in questo dibattito: scienziati o fumatori.

Il meccanismo di influenza del fumo

Poiché la dipendenza psicologica dalla nicotina è prevalente, è utile sapere cosa sta succedendo al cervello del fumatore. Questi processi funzionano in modo quasi impercettibile, ma attirano l'attenzione durante la fame di nicotina:

  1. I vasi del cervello sono ristretti. Le cellule soffrono di fame di ossigeno, che è accompagnata da vertigini e persino mal di testa. La memoria si deteriora.
  2. Rallentando la trasmissione degli impulsi nervosi. Il metodo del legame elettrico è sostituito da uno chimico meno efficace. La caratteristica principale qui è la velocità delle reazioni umane..
  3. Cambiamenti nell'attività cerebrale a livello chimico. Si osserva distrazione e superlavoro da attività familiari.

L'illusione di riportare il corpo in condizioni di lavoro dopo aver ricevuto una dose di nicotina è il principale nemico della dipendenza fisica.

Il fumo dona una sensazione di gioia e sollievo dai problemi sopra descritti, attivando l'energia del fumatore. Tuttavia, l'innaturalità del processo logora ancora di più il corpo e l'effetto stimolante della nicotina termina in un'ora ed è necessaria una nuova dose. Di conseguenza, le sostanze nocive si accumulano solo, distruggendo, prima di tutto, il sistema nervoso.

Perché usare gli aiuti per smettere di fumare?

Ogni fumatore che ha provato a porre fine alla sua dipendenza almeno una volta dirà con sicurezza che questo è molto difficile da fare. Ma grazie allo sviluppo di prodotti farmaceutici e un gran numero di ricette popolari raccolte, non è difficile trovare un efficace rimedio antifumo, con l'aiuto del quale il periodo di sospensione sarà il più confortevole possibile..

La nicotina agisce su una persona come una droga, quindi la cessazione del suo ingresso nel corpo provoca reazioni come irritabilità, distrazione dell'attenzione. I farmaci per aiutare a smettere di fumare mirano a sopprimere queste reazioni "collaterali". Oltre alle ricette della medicina tradizionale, esistono molti medicinali con vari principi attivi ed effetti farmacologici:

  • Preparati con contenuto di nicotina
  • Medicinali a base di alcaloidi vegetali
  • Antidepressivi
  • Preparati con sostanze che provocano avversione al tabacco

Prevenzione e raccomandazioni per smettere di fumare "soft"

Ci sono molti modi per sbarazzarsi della dipendenza, ma sono tutti uniti dalla motivazione come un grande alleato. Ci sono alcuni consigli di generalizzazione:

  1. Pensa alle circostanze in cui inizi a fumare. Amici, stress, moda... Fatti capire che fumare per questi motivi adesso non ha più senso per te.
  2. Dopo aver realizzato ciò, accetta come un dato di fatto che questa abitudine è una dipendenza, sebbene non accompagnata da dolore fisico quando la abbandoni..
  3. È utile fare un elenco dettagliato dei motivi che stimoleranno la lotta. Per alcuni, questa è la salute dei bambini, qualcuno ha deciso di risparmiare denaro, per qualcuno il fumo interferisce con il lavoro.
  4. Ti senti come se avessi già raggiunto il tuo obiettivo. Dai un'occhiata ai non fumatori. Non hanno bisogno di una sigaretta per il piacere e la gestione dello stress..
  5. Modella un dialogo in cui mostri la tua forza di volontà, convinci che è facile smettere di fumare e descrivi i benefici del ritorno alla normalità.

Per fare ciò, poniti le seguenti domande e scrivi almeno 3 risposte:

  1. Come apparirai un anno dopo aver smesso di fumare?
  2. Cosa può causare la voglia di fumare e come le persone senza dipendenza sostituiscono le sigarette?
  3. Cosa ha portato a un rifiuto completo e affidabile dell'abitudine? Potresti aver sviluppato le tue tattiche.
  4. Come si comporterebbero gli altri un mese dopo aver smesso di fumare? E un anno dopo? Senti prima il tuo orgoglio, e poi l'indifferenza per le lodi.
  5. Quale sarebbe effettivamente il tuo umore durante la realizzazione del rilascio della dipendenza?
  6. Quali sono le tue qualità personali, oltre alla forza di volontà, ti aiuteranno a raggiungere un risultato?

Pensa a come questo elenco di motivi motivanti ti ha aiutato e evidenzia quelli più importanti..

4) Devi prima passare a gomme alla nicotina / cerotto e solo dopo buttare

Una gomma per smettere di fumare, un cerotto o un inalatore ha una cosa in comune: contengono nicotina pura. Questo metodo, scientificamente chiamato "terapia sostitutiva della nicotina" o NRT, ha già mezzo secolo di vita..

Si basa su due idee:

  • 1) una persona deve prima superare la dipendenza psicologica e poi fisiologica
  • 2) la nicotina pura non fa paura come le sigarette, perché non c'è catrame e fumo, che contiene diverse migliaia di sostanze tossiche.

Se traduci questo in un linguaggio non medico, ottieni qualcosa del genere... Immagina di aver deciso di sbarazzarti della dipendenza dai dolci e allo stesso tempo di perdere qualche chilogrammo. Per fare questo, decidi di smettere di mangiare torte e pasticcini e, per non deprimerti per la mancanza di dolci, inizi a mangiare... zucchero puro. In quanto tempo pensi di raggiungere i tuoi obiettivi? Ecco lo stesso problema con NRT: l'efficacia del metodo, ovviamente, è superiore al 5% rispetto al punto precedente, ma ancora non abbastanza elevata. Inoltre, scienziati e medici hanno già sviluppato farmaci innovativi con un'efficienza molto maggiore rispetto alla NRT..

Sintomi di depressione

I suddetti fattori negativi che influenzano il cervello umano e lo stato emotivo vengono attenuati dalla sigaretta successiva. Quando si smette di fumare, compaiono, accompagnati da altri segni. Tuttavia, questi sono sintomi temporanei che indicano la lotta del corpo.

Il periodo di depressione quando si smette di fumare è breve, ma dipende dall'individuo. L'unica preoccupazione è la durata dello squilibrio mentale, che può portare a conseguenze globali. Esistono 3 gruppi di sintomi della malattia:

  • astenia;
  • patologie somatiche;
  • tendenze suicide.

Il primo e più innocuo gruppo è costituito dai seguenti sintomi:

  • perdita di forza, riduzione delle prestazioni;
  • stanchezza cronica anche con uno sforzo leggero;
  • intolleranza alla luce intensa, suoni forti e rumori;
  • una forte reazione agli odori;
  • frequenti sbalzi d'umore;
  • bassa autostima e compostezza.

Molto spesso, tali condizioni scompaiono dopo 2 settimane..

La depressione prolungata può svilupparsi in problemi fisiologici tangibili, espressi in patologie somatiche:

  1. Processi ulcerativi nel tratto digestivo. A causa dello stress, si forma molto acido, a seguito del quale si verificano ulcere..
  2. Malattie della pelle. Manifestato sotto forma di scabbia, desquamazione.
  3. Asma. Può essere dovuto alla paura di tornare alla dipendenza.
  4. Malfunzionamento del sistema endocrino.
  5. A causa del sovraccarico mentale, compaiono artrite, ipertensione cronica, malattia coronarica e diabete.

I casi di pensieri suicidi nella depressione causati dalla cessazione del fumo sono noti alla medicina solo come un'eccezione e non dipendono direttamente dalla lotta contro una cattiva abitudine.

Quanto hai bisogno di guarire

La durata del recupero dipende dallo stato fisiologico. Termini: 2-15 mesi. Il fumo a lungo termine richiederà più tempo.

I polmoni iniziano il recupero il giorno successivo e il processo di pulizia e recupero avviene nei polmoni in altri sistemi del corpo:

  • La respirazione viene ripristinata entro dodici ore;
  • I polmoni tornano alla normalità entro sei mesi;
  • La normalizzazione dei vasi sanguigni inizia dalle prime ore;
  • L'attività del sistema cardiaco viene ripristinata entro le prime 3 settimane.
  • Dopo un paio di mesi, il tono della pelle originale ritorna;
  • Il ripristino del fegato avviene entro sei mesi, una corretta alimentazione può aiutare e accelerare il processo;
  • L'apparato digerente torna alla normalità dopo sei mesi;
  • L'escrezione dell'espettorato quando la tosse indica la rimozione del muco dai polmoni, può durare diversi giorni o trascinarsi per mesi. L'opera dei bronchi viene ripristinata;
  • Il sistema immunitario torna alla normalità, i globuli bianchi vengono ripristinati.

Poiché il sistema nervoso è in uno stato suscettibile a causa della sindrome da astinenza, la fase più difficile è il primo mese dopo il rifiuto, ma quanto tempo dura dipende dalla persona stessa.

Trattare la depressione dopo aver smesso di fumare

Se l'umore peggiora per più di 1 settimana, possiamo parlare della presenza di uno stato depressivo. Questo problema dovrebbe essere trattato da un medico..

La situazione è aggravata dall'inadeguatezza del comportamento del paziente. Il cervello umano inizia a inviare impulsi di panico, provocare una sensazione di paura. Diventa difficile concentrarsi, anche solo ricordare ieri, per analizzare i propri risultati nella lotta al fumo. È stato scientificamente dimostrato che la depressione persistente riduce alcune parti del cervello, come quelle responsabili della memoria. Tuttavia, questi processi sono reversibili.

Prima di tutto, per combattere efficacemente la depressione, bisogna riconoscere il fatto della sua esistenza. E senza consultare un medico, questo è problematico. Un'opzione eccellente sarebbe quella di cercare l'aiuto di uno specialista, uno psicoterapeuta. Comporrà un corso di trattamento efficace, a seconda dei casi, che consentirà al paziente di tornare alla vita normale il più rapidamente possibile..

Cari lettori! Si consiglia vivamente di consultare un medico prima di assumere farmaci o automedicazione. Ci sono controindicazioni.

# 3 - Allen Carr Pills

Prezzo: 1000 rubli


Il principale ingrediente attivo delle compresse di Allen Carr è la collaudata gomma rubino di sequoia. Queste pillole influenzano la regolazione dell'equilibrio della nicotina prodotta nel fegato. Dopo l'ingestione, il corpo umano va incontro allo stato in cui si trovava anche prima dell'inizio del fumo.

Secondo numerose recensioni di coloro che hanno preso le pillole di Allen Carr, diventa chiaro che il farmaco aiuta davvero a smettere di fumare. L'unico inconveniente è il prezzo, ma se conti l'importo totale speso per le sigarette, questo inconveniente può essere considerato insignificante. E l'intero ciclo di trattamento con il loro uso dura solo 3 settimane.

Possibili ragioni

Elenchiamo alcuni dei motivi principali per cui chi smette può diventare depresso..

In effetti, ce ne sono due, fisiologici e mentali. Quest'ultimo può essere suddiviso in più. E il primo può essere affrontato con l'aiuto di Tabex, Nicorette, Champix e altri mezzi per fumare.

  • Una conseguenza della sindrome da astinenza (sindrome da astinenza). Il fatto è che la nicotina è un sostituto dell'ormone endorfina, che è anche chiamato "ormone del piacere", e quando una persona decide di rinunciare a questa cattiva abitudine, inizia a sperimentare una carenza di questa sostanza.
  • Mancanza di rituali di fumare abituali. Non è un segreto per nessuno dei forti fumatori che questo processo sia spesso accompagnato dalla comunicazione e per coloro che smettono di fumare, la sua intensità diminuisce, che è una delle cause della depressione..
  • Mancanza di nicotina nel corpo. Questa sostanza è psicoattiva, partecipa a molte reazioni biochimiche e quando la sua assunzione si interrompe, inizia un periodo di ristrutturazione del corpo in un modo nuovo, una delle cui conseguenze è uno stato psicologico depresso e depressione.

# 7 - Nekurite

Prezzo: 575 rubli

Non fumo contiene sostanze di origine naturale come camomilla, erba madre, salvia sclarea, propoli, estratti di caffè, rosa canina e origano. Il farmaco è disponibile sotto forma di pastiglie di caramelle che riducono la voglia di fumare e sostituiscono efficacemente le sigarette. Dovresti prendere 1-2 compresse quando vuoi fumare e usarlo fino a quando non hai completamente smesso di nicotina. A causa del fatto che le sostanze nella composizione sono naturali, le compresse non hanno un effetto negativo sul corpo, che ha già sofferto della dipendenza dal fumo. Secondo un sondaggio tra gli utenti, il 95% ha apprezzato questo prodotto, il suo gusto e l'efficacia.

Il vantaggio sta nelle sostanze naturali che compongono il farmaco, e nel fatto che può essere assunto anche per strada, perché non necessita di acqua potabile. Non siamo riusciti a trovare difetti, il che significa che non lo sono..

Possibili conseguenze

Lo stato depressivo, che si manifesta nel processo di smettere di fumare, può essere di breve durata, oppure può durare per un tempo piuttosto lungo e avere varie complicazioni, e spesso piuttosto pericoloso. Questi tipi di problemi includono quanto segue:

  • Astenia, cioè una condizione dolorosa, le cui principali manifestazioni sono aumento della fatica, sbalzi d'umore, diminuzione dell'autocontrollo e sindrome da stanchezza cronica. Le persone che soffrono di sindrome astenica non sono capaci di stress fisico e mentale prolungato, spesso riescono a malapena a tollerare luce intensa, suoni e odori aspri, hanno sempre cattivo umore.
  • Lo sviluppo di patologie somatiche. La depressione, come grave condizione psicologica, può benissimo provocare dei veri problemi fisiologici, che si esprimono nel malfunzionamento di vari organi interni (respirazione, sistema cardiovascolare, ecc.).
  • Rischio di suicidio. Una persona con una psiche indebolita e depressa può persino tentare di morire. In tutta onestà, va notato che a seguito della cessazione del fumo, ciò accade abbastanza raramente, tuttavia, sono ancora noti tristi esempi di pratica medica..

Cosa fare?

Per superare lo stato depressivo, conseguenza della cessazione del fumo, è necessario prima di tutto riconoscere il fatto che il problema si sta manifestando. Solo quando una persona si rende conto di questa circostanza, ha una reale possibilità di tornare alla vita normale. Come dimostra la pratica, coloro che smettono di fumare sigarette, la depressione diventa piuttosto grave e il modo più semplice per affrontarla è per coloro che non esitano a cercare aiuto da specialisti, in particolare, da psicoterapeuti e psichiatri. Sono loro che sono in grado di fornire ai fumatori che hanno deciso di smettere una volta per tutte il consumo di tabacco, l'aiuto più efficace per ripristinare un normale stato psicologico..

Se, dopo aver smesso di fumare, è iniziata la depressione, ha senso "adottare" nella lotta contro di essa i mezzi e i metodi descritti nella letteratura specializzata. Certo, non si dovrebbe credere assolutamente a tutto ciò che è scritto nelle pubblicazioni popolari che riempiono le librerie, ma tra loro ci sono anche opere abbastanza serie e approfondite. Quale di loro è davvero degno di attenzione può essere suggerito da psicologi e medici specializzati nel liberare i loro pazienti dalla dipendenza dal tabacco.

Le persone che smettono di fumare e per questo sono depresse non devono rifiutare l'aiuto e il sostegno psicologico dei loro parenti. Spesso è la partecipazione dei propri cari che aiuta a superarlo..

1) Aspetta una o due settimane - e basta, vittoria!

Questo mito è particolarmente pericoloso se stai solo pianificando la tua campagna anti-sigaretta. Se non altro perché, avendo deciso di "essere paziente per un paio di settimane", sei quasi sicuro di cadere in terza posizione, soprattutto perché la "sindrome da astinenza" sarà ancora abbastanza forte... In realtà, purtroppo, ci vuole molto più tempo per sbarazzarsi della dipendenza da nicotina. Per ottenere la dipendenza da nicotina, una persona, secondo alcune fonti, ha bisogno solo di 1-3 sigarette. E ci vogliono almeno 12 settimane per sbarazzarsene: questo è quanto dura, ad esempio, il corso per smettere di fumare raccomandato sviluppato dalla società farmaceutica Pfizer. Questa durata richiesta è stata clinicamente dimostrata da numerosi studi. Quindi sin dall'inizio, sintonizzati su un lungo lavoro su te stesso..

Cosa non fare

Coloro che hanno deciso davvero fermamente di smettere di fumare, in nessun caso, di nuovo, come si suol dire, "riprendono il vecchio", pur essendo in uno stato psicologicamente depresso. Alcuni ex fumatori, credendo di essere abbastanza in grado di affrontare la depressione da soli, rifiutano l'aiuto di psicologi e psicoterapeuti professionisti. Ciò è fortemente sconsigliato, poiché sono gli esperti che sanno meglio come affrontare questo problema..

Spesso chi smette di fumare è spinto dalla depressione al punto che cerca di sostituire la sigaretta con qualcosa. Queste persone iniziano a mangiare molto o ad abusare di alcol. Va ricordato che anche la gola e il consumo eccessivo di alcol sono molto dannosi per la salute e non aiutano a combattere la depressione, ma interferiscono.

VOGLIO SMETTERE DI FUMARE?

Allora vieni da noi per una maratona per smettere di fumare. Non smettere di fumare e non scoppiare.

5) Il fumo non è una malattia, non vanno dal medico con questo

Se hai letto attentamente questo articolo, allora è già ovvio per te che l'affermazione nel titolo di questa parte è un mito e pericoloso. Naturalmente nessuno ti porta dal medico se smettere di fumare è facile per te, ma se hai provato e hai affrontato una grave "sindrome da astinenza", allora è necessaria una visita dal medico. Dopo aver analizzato il problema e le tue condizioni di salute, il medico potrà scegliere una terapia. E ti assicuriamo che smettere di fumare con successo con pillole per fumare efficaci è un motivo in più per essere orgoglioso di 85 tentativi falliti di farlo da soli.!

La copia di questo materiale è vietata

Possibili cause di depressione quando si smette di fumare:

  • Sindrome da astinenza (sintomi da astinenza). La nicotina è un sostituto delle endorfine - l '"ormone del piacere". Quando smetti di fumare, il corpo inizia a mancare di questa sostanza..
  • Mancanza di rituali abituali che una persona associa al fumo. Per molti fumatori, il fumo è legato alla comunicazione, un motivo per fare una pausa dal lavoro, ecc..
  • Carenza di nicotina nel corpo. La nicotina è una sostanza psicoattiva coinvolta in vari processi biochimici. Quando smette di scorrere, inizia una ristrutturazione dei processi metabolici nel corpo, che può portare a una depressione.

Sintomi di astinenza

Nel processo di fumo aumenta il numero dei cosiddetti. Recettori nicotinici nel cervello. Reagiscono a una mancanza di nicotina, che si manifesta con sintomi di astinenza in una situazione in cui il fumatore decide di porre fine al suo vizio.

Il peggio accade nelle prime 3 settimane, in media, questi sintomi durano da 3 settimane a 3 mesi. I sintomi da astinenza regrediscono.

La sindrome da astinenza con hashish e qualsiasi altra dipendenza è una combinazione di sintomi che si verificano durante il ritiro completo o parziale da una sostanza che viene consumata per un periodo prolungato. Deriva da violazioni dell'ambiente interno del corpo, che è già, in sostanza, dipendente. Ciò è facilitato dalla mancanza di dosi regolari della sostanza, da precedenti overdose e dall'esaurimento delle riserve del corpo..

L'assenza di una sostanza familiare è percepita come una condizione spiacevole. L'intensità dei sintomi di astinenza è individuale.

Nel caso dei fumatori, il disagio durante l'astinenza è dovuto alla “fame” di recettori nicotinici nel cervello. Durante il fumo, questi recettori sono abituati a una fornitura stabile della sostanza narcotica - nicotina, e in assenza di "sommossa", causano sintomi di astinenza.

I sintomi da astinenza compaiono diverse ore dopo l'ultima sigaretta fumata e peggiorano durante le prime 3 settimane. A causa della durata totale dei sintomi è di circa 3 mesi, attenersi alla durata del trattamento prescritta - almeno durante questi 3 mesi.

Se un fumatore cerca un medico e inizia a prendere i farmaci prescritti, i sintomi di astinenza sono ridotti al minimo e anche un forte fumatore può resistere meglio alla situazione..

Gli effetti della depressione quando si smette di fumare

Gli stati depressivi che si verificano quando si smette di fumare possono essere a breve termine o durare abbastanza a lungo e persino avere complicazioni pericolose per il corpo umano. Questi problemi includono:

  • L'astenia è una condizione dolorosa in cui una persona ha un aumento della fatica, diminuzioni di autocontrollo, sindrome da stanchezza cronica e sbalzi d'umore. Le persone con sindrome astenica non sono in grado di lavorare fisicamente o mentalmente per molto tempo, difficilmente possono tollerare suoni aspri, odori, luce intensa.
  • Patologia somatica. Una depressione prolungata può causare vari problemi fisiologici associati al malfunzionamento dei sistemi degli organi interni (cardiovascolare, sistema respiratorio, ecc.).
  • Rischio di suicidio. In una persona con una psiche indebolita, una depressione prolungata può causare il suicidio. Naturalmente, smettere di fumare in questo caso è solo un fattore intensificante, ma non principale, pertanto tali esempi nella pratica medica sono estremamente rari..

Come superare la depressione?

Affinché gli stati depressivi ti infastidiscano il meno possibile quando smetti di fumare, è necessario, prima di tutto, rendersi conto e riconoscere il fatto della loro presenza. Se di recente hai smesso di fumare e noti apatia, cattivo umore, irritabilità o altri sintomi di depressione, l'opzione migliore sarebbe quella di vedere uno specialista, in particolare uno psichiatra o uno psicoterapeuta. Il medico ti prescriverà un trattamento individuale per la depressione e ti aiuterà a ripristinare il tuo normale stato psicologico il più facilmente e senza conseguenze possibile. Inoltre, hai bisogno del supporto costante dei tuoi cari. È importante che una persona che ha smesso di fumare di recente possa sempre condividere i propri problemi e le proprie preoccupazioni con i membri della famiglia.

Cosa assolutamente da non fare?

La depressione è uno stato emotivo e psicologico difficile, durante il quale una persona ha uno scarso controllo sulle sue azioni e azioni. In nessun caso dovresti riprendere una sigaretta, questo è un passo indietro. Anche nell'uso di bevande alcoliche molti cercano di trovare una via d'uscita, così come nel cibo eccessivo. A cosa porta questo? Per aggravare il desiderio di fumare e ulteriori interruzioni nel corpo. Per smettere di fumare correttamente, è meglio farlo sotto la supervisione di specialisti, che sanno sempre come aiutare chi ha deciso di ritrovare la salute, il buon umore e cambiare la vita in meglio..

Cosa non fare quando si smette di fumare?

Per una persona che ha deciso fermamente di smettere di fumare, non è importante in nessun caso riprendere una sigaretta, anche se si trova in uno stato psicologico molto depresso. Inoltre, alcune persone cercano di sostituire il fumo con cibo o alcol. Tuttavia, l'abuso di alcol e l'eccesso di cibo sono anche molto dannosi per la salute e, quando si cura la depressione, non solo non aiutano, ma interferiscono anche notevolmente..

Se hai difficoltà a smettere di fumare da solo, ti consigliamo di sottoporsi a un trattamento completo del fumo di tabacco nel miele. I nostri specialisti sviluppano un percorso terapeutico individuale per ogni paziente, che garantisce il massimo comfort ed efficienza del trattamento.

Forse, ovviamente, è semplicemente coinciso. Non voglio lavorare, tutto ciò che non funziona la prima volta - voglio smettere. Tutti i progetti a lungo termine sono coperti di polvere, alcuni movimenti del corpo vengono effettuati solo quando è realistico e in breve tempo porterà denaro. L'unica cosa che vuoi è camminare 4-5 km con un giocatore una volta al giorno, e il resto del tempo - una serie, comp. giochi, posso ascoltare un libro - tutto qui. Allo stesso tempo, noia e riluttanza a cambiare qualcosa in qualche modo coesistono. La cosa peggiore - non riesco a capire il motivo, forse è perché ho smesso di fumare, non posso, o forse è per niente carenza di vitamine.))) E non è chiaro cosa.Buon pomeriggio, Alice. Sono pronto a parlarti di questo argomento. Hai smesso di fumare all'improvviso, in un giorno?Ciao, Ulyana Vladimirovna. La prima settimana non ho fumato affatto. Poi ci sono state un paio di volte per l'azienda diverse sigarette. Quando il mio amico è uscito con le sigarette, non ero particolarmente attratto, non sono andato a comprare. Ma cerco di non tenerlo a casa, se qualcuno ha dimenticato qualcosa, lo rompo nella spazzatura, altrimenti non saprò resistere.Da quanto tempo cerchi di non fumare e da quanto tempo hai fumato prima di quel momento??Ciao Alice! Ci possono essere molte ragioni per la tua condizione: dall'affaticamento naturale del corpo al malfunzionamento. C'è un buon segno: vuoi camminare per 3-4 km con un prigioniero. Consiglio esercizi attivi di qualsiasi attività fisica, come l'educazione fisica, possono esserci giochi attivi nell'aria, con un polso di 120 battiti al minuto e più nel tempo per almeno 40 minuti. In questo caso, viene prodotto un ormone dello stress, che aiuterà naturalmente a far fronte al blues. Questo, ovviamente, se non ci sono problemi cardiaci.Alice, raccontaci la storia del tuo rapporto con le sigarette: quando, a che età, in quali circostanze hai iniziato a fumare, come ha influenzato la tua vita, cosa è cambiato, cosa è successo, cosa è andato. E anche quante sigarette hai fumato in un giorno. I tuoi cari fumano, come hanno reagito al fatto che hai iniziato a fumare? Cosa ti ha spinto a smettere di fumare: quali circostanze, quali persone? Come la tua decisione è stata percepita dai tuoi cari?In generale, le sigarette erano un "anello di congiunzione" nell'algoritmo della tua vita quotidiana, il punto di partenza per l'inizio di qualche azione. Ora questi collegamenti non esistono, dobbiamo elaborare un nuovo algoritmo, ma senza sigarette, e questo richiederà del tempo. Buona fortuna e pazienza!
Hai mai provato a smettere di fumare negli 11 anni?Che ne dici della depressione di padre e madre?Cosa hai perso smettendo di fumare? Cosa può sostituire questi vantaggi?

Controindicazioni

Prima di tutto, avendo deciso di smettere di fumare, non puoi mai tornare al vecchio. In uno stato di depressione, una persona inizia a tirare più sigarette, ma questo non dovrebbe essere permesso. Uno psicoterapeuta può aiutare ad affrontare questo momento, quindi non dovresti ignorare il fatto dell'importanza di comunicare con questo specialista. Sanno sempre meglio di cosa ha bisogno una persona in questo momento..

Smettendo di fumare, c'è il desiderio di sostituire questo processo con qualcos'altro. Spesso inizia il consumo di cibi pesanti o alcol. Tuttavia, questo metodo non porterà a nulla di buono, ma aggraverà solo la situazione..