Malattia mancanza di logica

Le basi fisiologiche del pensiero sono state studiate a fondo dagli scienziati russi I.M.Sechenov e I.P. Pavlov, ma il pensiero non può essere completamente spiegato dall'attività dell'apparato fisiologico, poiché è inestricabilmente legato alla corteccia cerebrale, con l'attività lavorativa e linguistica di una persona.

Che cos'è il pensiero e i tipi di disturbi del pensiero

Il pensiero è la più alta forma di riflessione attiva della realtà oggettiva sotto forma di conoscenza intenzionale, mediata e generalizzata delle connessioni e delle relazioni delle cose. Il pensiero si forma nel processo dell'attività sociale e lavorativa e si esprime sotto forma di concetti e categorie formate dalla precedente esperienza dell'umanità. Il pensiero trasforma le sensazioni e le percezioni della realtà, che consente a una persona di ricevere una conoscenza completa delle proprietà degli oggetti, della relazione tra loro e delle relazioni nella società umana.

Il processo di pensiero si svolge sotto forma di determinate azioni (operazioni): analisi (dividendo il tutto nelle sue componenti), sintesi (combinando i singoli componenti in un unico insieme), confronto (confrontando le caratteristiche e le proprietà dell'oggetto in esame), generalizzazione (evidenziando caratteristiche comuni a molti oggetti), astrazione (evidenziare uno dei lati di un oggetto o fenomeno e non prestare attenzione agli altri) e concretizzazione (considerare un oggetto o fenomeno specifico dal punto di vista delle leggi generali).

I disturbi del pensiero sono uno dei sintomi più comuni nella malattia mentale. Possono essere di tre tipi: violazioni del lato operativo del pensiero, violazioni delle dinamiche del pensiero (ad esempio, lentezza o viscosità del pensiero in alcuni pazienti) e motivazione compromessa (ciò che è essenziale è ciò che non corrisponde agli obiettivi di vita di una persona).

Le violazioni del lato operativo del pensiero (principalmente, operazioni di generalizzazione, astrazione e concretizzazione) portano a violazioni della logica del pensiero sotto forma di risonanza, formalismo, completezza patologica del pensiero, pensiero poco chiaro e paralogico e altro.

Risonanza

Il ragionamento è una tendenza al ragionamento lungo, noioso e lungo di natura moralizzante su qualcosa. Allo stesso tempo, i pazienti non tengono conto di fatti e circostanze specifici e non cercano di raggiungere un determinato obiettivo nel loro ragionamento o di trarre conclusioni. Di conseguenza, la parola assume un carattere inutile. Tali discorsi sono solitamente floridi, pomposi e verbosi - questi sono discorsi sul nulla. Ad esempio, quando gli viene chiesto della relazione nella sua famiglia, il paziente può parlare a lungo delle relazioni familiari, senza toccare nulla di specifico.

Il ragionamento può essere abbastanza innocuo, manifestato da lunghi ragionamenti e verità comuni, che vengono presentate con l'aspetto più significativo. Ma il ragionamento può anche essere un segno di malattia mentale. Quindi, la schizofrenia è caratterizzata da un ragionamento breve: brevi risposte generali vaghe a domande specifiche, ad esempio, a una domanda su come sta, il paziente risponde che ai nostri giorni nessuno può sapere come sta. Nell'epilessia, il ragionamento si manifesta sotto forma di lunghe conferenze, insegnamenti che sottolineano la superiorità del paziente sulle persone che lo circondano.

Pensiero formale

Il formalismo è un impegno all'osservanza della forma esterna a scapito dell'essenza della materia. In questo caso, una persona presta attenzione non al significato reale di un fatto o all'essenza di un fenomeno, ma a qualche sua espressione formale. Ad esempio, quando gli viene chiesto dove vive il paziente, può rispondere che non vive, ma ha vissuto, poiché ora è in ospedale, e quando gli viene chiesto cosa sta facendo, risponde che è a letto. In tali risposte, solo il lato esterno della questione è visibile, ma l'essenza non lo è.

Il formalismo del pensiero dei malati di mente può essere manifestato da un'interpretazione letterale di proverbi e detti: tali pazienti non sono in grado di comprendere il loro significato allegorico. Il pensiero formale è comune nelle persone con schizofrenia.

Completezza patologica di pensiero

La completezza patologica del pensiero (viscosità) è un alto livello di dettaglio in ogni discorso, in cui il suo significato e la sua essenza si perdono. Tali pazienti non sono in grado di separare il principale dal secondario, cioè c'è una violazione delle operazioni di generalizzazione e astrazione. Pensieri e informazioni sono presentati non in una sequenza logica, ma spazio-temporale, a partire da lontano e accompagnati da ripetizioni, fermate e una storia così lenta che i pazienti spesso dimenticano ciò che esattamente stanno cercando di dire. La completezza patologica del pensiero è caratteristica dei pazienti con epilessia.

Pensiero poco chiaro

Il pensiero poco chiaro è pensare senza un obiettivo specifico, con transizioni logicamente irragionevoli da un pensiero all'altro, senza tenere conto del tempo e del luogo degli eventi. Il discorso di tali pazienti è vago, con una violazione della sequenza e la costante perdita del filo della conversazione. Dicono solo quello che viene in mente, saltando da un evento all'altro, senza separare il passato dal presente. Ad esempio, alla domanda sullo stato di salute, il paziente racconta tutta la sua vita, saltando da un evento all'altro. Questo tipo di disturbo del pensiero è comune nella schizofrenia..

Pensiero paralogico

Il pensiero paralogico è caratterizzato da una direzione di pensiero parziale, mentre vengono presi in considerazione solo quei fenomeni che corrispondono alle convinzioni del paziente. Tutto ciò che contraddice queste convinzioni è considerato sbagliato. Ad esempio, lo smarrimento di un pacco nella posta è considerato furto, la possibilità di altri motivi semplicemente non viene considerata..

Allo stesso tempo, tutto il ragionamento del paziente sembra strano e illogico per gli altri. Questo tipo di disturbo del pensiero è comune nelle persone con schizofrenia..

I segni del disturbo del pensiero logico sono importanti nella diagnosi della malattia mentale.

Caratteristiche, tipi e segni caratteristici dei disturbi del pensiero

I ricercatori sono ancora indecisi su quale sia il processo di pensiero. Si ritiene che debba essere intesa come una delle più alte funzioni mentali, attraverso la quale una persona percepisce e riassume le informazioni sulla realtà che lo circonda.

Tuttavia, sotto l'influenza di fattori esterni, le persone possono perdere parzialmente o completamente questa capacità. I disturbi del pensiero sono sia temporanei che permanenti e possono essere il risultato di disturbi mentali e di altro tipo.

  • Sul pensiero
  • Caratteristiche delle violazioni delle dinamiche mentali
  • Aumentare la velocità del processo di pensiero
  • Inerzia del pensiero
  • Mancanza di coerenza nel giudizio
  • L'emergere della reattività
  • Scivolando
  • Disturbi del pensiero personale
  • Incapacità di generalizzare i pensieri
  • Risonanza
  • Delirio
  • Mancanza di pensiero critico e ossessione
  • Disturbi del pensiero associativo
  • Metodi per indagare sulle violazioni

Sul pensiero

Il pensiero è una caratteristica specifica che una persona possiede. Attraverso l'attività mentale, le persone stabiliscono relazioni esistenti tra vari oggetti e fenomeni esterni. Inoltre, questo processo consente di determinare l'atteggiamento soggettivo di una persona nei confronti degli oggetti e degli eventi del mondo reale. Di conseguenza, a causa del pensiero, si forma una certa percezione della realtà circostante (punto di vista), che le persone possono esprimere attraverso la parola.

In effetti, questo processo consente a una persona non solo di formarsi un'idea del mondo reale, ma anche di comprenderlo. Inoltre, l'attività mentale è associata non solo a oggetti specifici, ma anche a concetti astratti.

In quest'ultimo caso, stiamo parlando del processo di generalizzazione delle realtà attuali: disastri naturali, mobili e così via. Nel corso dello sviluppo evolutivo, una persona ha sviluppato la capacità di combinare più oggetti o fenomeni secondo una certa caratteristica. Queste abilità sono chiamate pensiero astratto..

La formazione di immagini del mondo interno ed esterno avviene attraverso l'analisi delle relazioni di causa ed effetto. Allo stesso tempo, una persona, facendo affidamento sulle proprie capacità, sottopone a verifica i risultati ottenuti nel corso del processo di pensiero, sulla base dei suoi giudizi sull'esperienza acquisita in precedenza. Ad esempio, se un bambino, avvicinandosi al bordo del letto, cade, in futuro, dopo aver raggiunto lo stesso punto, sarà in grado di immaginare l'ulteriore sviluppo degli eventi e prendere una decisione appropriata.

Il disturbo del pensiero viene diagnosticato se la persona non soddisfa i seguenti criteri:

  1. È in grado di elaborare adeguatamente le informazioni in arrivo.
  2. Le valutazioni di una persona devono corrispondere ai fondamenti empirici accettati nella società.
  3. Conclusioni e giudizi devono rispettare le norme della logica formale, accettate nella società.
  4. Il processo di pensiero soddisfa le leggi della regolamentazione sistemica.
  5. Il pensiero è complesso. Se la maggior parte dei giudizi di una persona sono di natura primitiva, allora questa circostanza può indicare la presenza di alcuni disturbi mentali.

È importante notare che questi criteri sono generali. Cioè, il mancato rispetto di uno di essi non può essere considerato una deviazione all'interno dei motivi empirici, logici e di altro tipo accettati..

Ad esempio, mangiare dopo le 21:00 è risultato dannoso per la salute. Se la maggior parte delle persone si attiene a questa regola e alcune persone la rifiutano, il comportamento di quest'ultimo non è considerato un segno di disturbi mentali..

Nella pratica medica, è consuetudine distinguere i seguenti tipi di disturbi del pensiero:

  • dinamiche di pensiero;
  • pensiero logico (personale);
  • pensiero associativo (operativo).

A causa del fatto che il pensiero è un processo complesso che subisce cambiamenti sotto l'influenza di molti fattori, non è sempre possibile anche per uno specialista esperto determinare la presenza di violazioni..

Caratteristiche delle violazioni delle dinamiche mentali

La violazione delle dinamiche del pensiero si manifesta sotto forma dei seguenti processi.

Aumentare la velocità del processo di pensiero

Questo disturbo del pensiero è caratterizzato da salti di idee. Una persona non può fermarsi e le produce costantemente attraverso la parola, diffondendo un enorme flusso di associazioni nel mondo circostante. Inoltre, il discorso stesso rimane incoerente e spasmodico. Qualsiasi conclusione sorge inaspettatamente sotto l'influenza di uno stimolo esterno o interno. I giudizi sugli oggetti sono superficiali. A causa del flusso infinito di informazioni, una persona con questo tipo di violazione spesso si siede..

Questi sintomi sono integrati dai seguenti sintomi:

  • gesticolazione attiva;
  • comportamento espressivo;
  • mantenere la capacità di analizzare la realtà attuale;
  • elevata distraibilità.

Una caratteristica importante di questo tipo di disturbo è che nelle affermazioni del paziente, nonostante la loro superficie, un certo significato è nascosto. Una persona con una violazione del pensiero dinamico è consapevole delle sue azioni e comprende gli errori che commette. Mantiene la capacità di eliminarli.

Inerzia del pensiero

Questo tipo di disturbo del pensiero è caratterizzato dai seguenti sintomi:

  • lento processo di formazione delle associazioni;
  • la presenza di inibizione;
  • mancanza di capacità di formare i propri pensieri.

La persona mantiene la capacità di parlare, ma le risposte alle domande saranno brevi e monosillabiche. Il paziente con gravi difficoltà passa a un nuovo argomento di conversazione..

Mancanza di coerenza nel giudizio

Con una tale deviazione, si osserva una natura instabile di giudizi e associazioni. Tuttavia, il paziente può analizzare abbastanza bene la situazione attuale, percepire e generalizzare le informazioni ricevute. La violazione del pensiero di questo tipo si verifica sullo sfondo di disturbi mentali, nonché con patologie del cervello (traumi, malattie vascolari).

L'emergere della reattività

La reattività è intesa come comportamento insolito per una persona sana, in cui il paziente include costantemente e incoerentemente oggetti visibili nel suo discorso. Inoltre, i pazienti sono disorientati nello spazio e nel tempo e possono dimenticare determinate date, nomi ed eventi. Il discorso del paziente diventa incoerente.

Fondamentalmente, la reattività viene diagnosticata nelle persone con patologie vascolari del cervello..

Scivolando

Questo effetto si manifesta sotto forma di un inaspettato allontanamento dall'attuale argomento di discussione. Inoltre, una persona scivola in associazioni incoerenti. Nel tempo, il paziente torna all'argomento iniziale. Lo scivolamento avviene sporadicamente e improvvisamente. Questo effetto è più spesso visto nei disturbi schizofrenici..

Disturbi del pensiero personale

I disturbi del pensiero logico includono i seguenti fenomeni.

Incapacità di generalizzare i pensieri

La diversità del pensiero è caratterizzata da una mancanza di determinazione nelle azioni del paziente. Quest'ultimo semplicemente non è in grado di generalizzare più oggetti, evidenziandone una o più caratteristiche in essi. Allo stesso tempo, il paziente conserva la capacità di classificare gli oggetti, ma esegue tali azioni in base alle preferenze personali: abitudine, gusto e altro. Non vi è alcun giudizio obiettivo nelle conclusioni del paziente.

Risonanza

Un segno caratteristico di ragionevolezza è il ragionamento incoerente e lungo, che viene condotto senza uno scopo specifico. La logica dei giudizi nel discorso è completamente o parzialmente assente. Le parole e le frasi non hanno alcuna connessione apparente tra loro. Una persona nel momento in cui pronuncia un discorso non ha bisogno di un ascoltatore. Non gli importa se qualcuno risponde ai pensieri da lui espressi. Il paziente ha bisogno di parlare. La risonanza è comune nelle persone con schizofrenia.

Delirio

Uno stato delirante è una violazione del processo di pensiero, in cui le informazioni espresse dal paziente sono astratte..

Cioè, nelle parole e nelle frasi pronunciate non c'è connessione visibile con la realtà oggettiva e l'ambiente. Inoltre, la persona stessa è pienamente sicura che le sue conclusioni siano vere. Non è possibile convincerlo del contrario. Come esempio di tali fenomeni, possiamo citare lo stato di anoressia. Una persona "vede" il peso in eccesso e cerca di sbarazzarsene in tutti i modi possibili.

Mancanza di pensiero critico e ossessione

La mancanza di percezione critica porta al fatto che la determinazione nelle azioni del paziente scompare. Il paziente non è in grado di regolare le sue azioni..

Le fobie sono segni comuni di compulsioni ossessive..

Man mano che si sviluppa, il problema porta a un graduale disturbo della personalità..

Disturbi del pensiero associativo

I disturbi del pensiero associativo si manifestano sotto forma di:

  1. Incapacità di generalizzare. Il paziente perde parzialmente la capacità di generalizzare, cioè di identificare i segni caratteristici di diversi oggetti. Il paziente, invece, classifica questi ultimi secondo relazioni specifiche e distinte. Tali problemi si riscontrano in pazienti con epilessia, encefalite, oligofrenia..
  2. Generalizzazioni distorte. Le generalizzazioni vengono effettuate sulla base delle caratteristiche individuali dell'oggetto. Ad esempio, una persona che vede una ruota determina che è rotonda. Allo stesso tempo, il paziente non è in grado di determinare lo scopo funzionale di questo oggetto. Generalizzazioni distorte riscontrate in pazienti con schizofrenia e psicopatia.

È stato già notato sopra che le violazioni del processo di pensiero sorgono per molte ragioni. Inoltre, oggi non c'è consenso sulla relazione tra singole malattie e cambiamenti patologici. Le violazioni in questione sorgono spesso a causa dei seguenti problemi:

  1. Disturbi cognitivi. Una diminuzione delle capacità intellettuali si verifica sullo sfondo dello sviluppo di demenza, morbo di Alzheimer, schizofrenia. Con tali violazioni, una persona non è sempre e non completamente consapevole di ciò che sta accadendo, perde la capacità di controllare le sue azioni. A seconda dell'area del danno cerebrale, esiste la possibilità che il paziente inizi a percepire la realtà circostante in una forma distorta.
  2. Psicosi. Le psicosi influenzano negativamente i processi di pensiero di una persona, a seguito della quale quest'ultima cessa di reagire adeguatamente e percepire il mondo che lo circonda. I suoi giudizi spesso non corrispondono alla logica generalmente accettata. Il paziente esprime pensieri incoerenti.
torna ai contenuti ↑

Metodi per indagare sulle violazioni

Uno psicologo è impegnato nello studio dei disturbi del pensiero. Se si sospetta la presenza di tali cambiamenti patologici, vengono utilizzati inizialmente metodi strumentali per diagnosticare:

  1. MRI.
  2. Encefalogramma.
  3. Ultrasuoni e altro.

I metodi di ricerca strumentale consentono di stabilire la presenza di una lesione nel cervello e di identificare patologie che possono portare a disturbi del pensiero. Dopo aver completato questa fase della diagnosi, uno psicologo lavora con il paziente..

Per stabilire la natura dei cambiamenti e la forma dei disturbi patologici, vengono eseguiti vari test. In particolare, in caso di disturbi del pensiero operativo, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • classificazione;
  • eccezioni;
  • la formazione di analogie;
  • definizione di concetti confrontando più voci;
  • identificare il significato figurativo di espressioni stabilite (proverbi, metafore);
  • pittogrammi di disegno.

Ciascuno di questi metodi ci consente di valutare la capacità di una persona di generalizzare le informazioni in arrivo, formarsi un'idea su di esse e altri fattori importanti, sulla base dei quali viene effettuata la diagnosi finale..

Le violazioni delle capacità di pensiero umano si verificano principalmente nei disturbi mentali e nelle malattie che colpiscono la struttura del cervello. Tali disturbi si manifestano sotto forma di un'espressione incoerente dei propri pensieri, giudizi errati su oggetti e processi del mondo reale. Per fare una diagnosi accurata e identificare la vera natura dei disturbi del pensiero, saranno necessari test psicologici del paziente.

Violazioni della logica del pensiero. Disordine del concetto

Questa sezione presenta violazioni nella sfera dei concetti, giudizi e inferenze, così come fenomeni clinici come il pensiero interrotto, il pensiero incoerente, il pensiero tangenziale, il pensiero labirintico e il pensiero paralogico..

Disordine del concetto. E. Bleuler sottolinea che ci sono differenze significative in "quale dei sensi è di primaria importanza" nella formazione dei concetti: visivo, uditivo o motorio. Ha chiaramente in mente concetti semplici e concreti, il cui contenuto è associato a un'area sensibile. La formazione di concetti semplici può essere compromessa nei ciechi e nei sordi dalla nascita, con lesioni cerebrali limitate. I concetti di “idioti”, dice, “non si allontanano molto dalla percezione dei sensi”, “idioti e imbecilli semplicemente non formano astrazioni complesse e spesso astraggono in modo errato”. Quindi, "l'idiota può capire i concetti di" padre "e" madre ", ma non il concetto di genitori", non fa distinzione tra il principale e il secondario.

Nel frattempo, non c'è motivo di preoccuparsi. "In caso di disturbi del pensiero, puoi iscriverti per un consulto nella nostra clinica online o chiamarci

E. Bleuler consiglia di distinguere le difficoltà nei concetti dalle difficoltà nel linguaggio. Denota una buona capacità di parlare e allo stesso tempo la mancanza di concetti con il termine demenza superiore, osservando che i suoi rappresentanti non solo possono creare una falsa impressione sulla forza della loro mente, ma "a volte giocano un ruolo importante" nella società. L'autore cita l'esempio del famoso "guaritore dalle forze della natura", che però non è riuscito a distinguere tra i concetti di "opposto" e "differenza", "salute" e "sensazione di salute". "In questioni difficili", sottolinea E. Bleuler, "una tale confusione di concetti può accadere a una persona molto intelligente". "Gli scivoloni, così frequenti nelle scienze deduttive, sono spiegati principalmente dal fatto che due concetti un po 'diversi sono collegati da un termine comune e quindi contati come uno", dice. Nelle persone sane e nei pazienti, i simboli possono sostituire i concetti. Così, il "fuoco dell'amore" si presenta come un vero fuoco e brucia il paziente. "Spostare" fortemente il concetto di psicosi. Per condensazione, vengono creati nuovi concetti; nella schizofrenia, i concetti sono pensati in modo incompleto, spesso non differiscono o possono sostituirsi a vicenda. Il fatto della distruzione dei concetti nella psicosi, crede E. Bleuler, non è stato dimostrato. "In generale", conclude l'autore, "le anomalie nella formazione, conservazione e cambiamento dei concetti sono ancora studiate in modo molto insufficiente"..

Da un punto di vista formale, il quadro del disordine dei concetti può essere presentato come segue:

1. Inadeguatezza del contenuto dei concetti - l'inclusione nel concetto di alcune caratteristiche casuali o, al contrario, l'esclusione di quelle rilevanti. Il disturbo può riferirsi a diversi tipi di concetti, dal concreto all'astratto. Pertanto, è indicato che "puoi costruire" dai mattoni e "i mattoni sono fatti di argilla e sabbia". Nel concetto di "città" spicca "ci sono molti edifici alti e ci sono fabbriche" oppure "ci sono strade larghe in città e ci sono teatri". Oppure il concetto di "seminario scientifico" è percepito come una "setta", poiché "molte sette iniziano con una discussione in un circolo ristretto di alcuni problemi scientifici". Pertanto, l'ambito dei concetti e l'ambito della loro applicazione cambiano. Questa variabilità del contenuto e della portata dei concetti è apparentemente più caratteristica per i pazienti psichiatrici..

2. Violazione dell'identità di concetti - differenziazione di concetti identici per alcune caratteristiche insignificanti. Ad esempio, un testo su carta - "questo è un libro", ma lo stesso testo su un supporto magnetico - "questo è un disco", che non ha nulla a che fare con un libro.

3. Violazione della subordinazione dei concetti - la percezione di un concetto, incluso nella composizione di un altro, come indipendente, in alcun modo connesso con il secondo. Ad esempio, un gruppo di persone con opinioni politiche comuni, cioè un partito, viene dedotto dal concetto di "persone", può anche essere assegnato un nome distintivo.

4. Violazione della distinzione di concetti sovrapposti - la percezione di concetti con caratteristiche comuni come uguali o completamente diversi. Ad esempio, "paese" e "stato" sono identificati o divorziati in direzioni diverse: "questa è la stessa cosa" o "queste sono due grandi differenze, gli stati vanno e vengono, ma i paesi rimangono".

5. Violazione della distinzione tra concetti polari - i concetti opposti sono delimitati in modo che non siano inclusi nella composizione di un altro, comune a loro. Quindi, il paziente non può indicare un concetto che include concetti come "amore" e "odio", "moltiplicazione" e "divisione", "amicizia" e "inimicizia".

6. Riduzione dei concetti (dal lat. Reductio - ritorno, spostamento verso il basso) - identificare il contenuto di un concetto semplice con il contenuto di un concetto più complesso, riducendo il complesso al semplice o normale all'anormale. Ad esempio, il riduzionista considera il concetto di "amore" identico a concetti come "sesso", "riflesso condizionato", "dipendenza dall'amore"; Identifica "genio" con "follia" e "intelligenza" - con "sogno" o "indecisione", ecc..

7. Complicazione dei concetti (dal lat. Complicatio - confusione, complicazione) - impoverimento del contenuto di un concetto complesso al contenuto di un concetto più semplice, elevazione del semplice al complesso, doloroso al normale. Ad esempio, "mente" è intesa in modo tale da essere dotata di altri esseri viventi. "Amore" e "odio", a quanto pare, non sono solo le persone, gli animali possono fare lo stesso; i frutti di un'immaginazione morbosa vengono scambiati per qualcosa di brillante, e il lavoro di una persona paranoica viene scambiato per una scoperta scientifica o un evento artistico eccezionale. Allo stesso modo, si verifica l'idealizzazione di una persona, in modo che una persona completamente ordinaria sia dotata di qualità straordinarie, diventi la maestra dei pensieri, un idolo, una stella, ecc..

Sneak kick: come riconoscere i disturbi del pensiero nel tempo

Oggi stiamo cercando di aumentare la nostra produttività, padroneggiando nuove competenze, professioni, tecnologie. Un ritmo troppo teso può innescare un sovraccarico di processi cognitivi nel cervello, che possiamo scambiare per stanchezza. E allo stesso tempo, prendiamo i normali processi mentali, ad esempio l'ansia per la sicurezza, per una manifestazione di violazioni. Come riconoscere i disturbi del pensiero nel tempo, quali sintomi accompagnano e cosa fare se li trovi nei tuoi cari?

Perché succede anche questo

Pensando che la più alta funzione cognitiva del cervello si forma nei bambini in età prescolare, è la base dell'intelligenza. Questo processo è interconnesso con lo sviluppo della parola, delle capacità motorie della mano, della memoria e dell'attenzione. Più vicino all'età scolare, inizia a differenziarsi in diversi tipi: logico, creativo, critico. Nel processo di apprendimento, di diventare una personalità e di acquisire nuove esperienze, il pensiero è in costante sviluppo. L'educazione e l'ambiente sociale del bambino influenzano direttamente la correttezza della formazione delle funzioni cerebrali. E qualsiasi evento traumatico, fisico o psicologico, può causare disturbi del pensiero. Anche gli adulti non sono immuni da questo. Lo stress può essere così potente da causare deterioramento sia mentale che cognitivo.

Quali sono i disturbi

In psicologia, ci sono 2 gruppi principali di sindrome da disturbo del pensiero: nella forma e nel contenuto. Il primo gruppo comprende disturbi del processo associativo, il secondo - giudizi patologici, idee deliranti e ossessioni. E se con il secondo gruppo di solito tutto è chiaro in una volta, allora i disturbi formali possono essere facilmente confusi con manifestazioni di altri fattori: agitazione emotiva, stanchezza e sofisma deliberato. Consideriamo più in dettaglio quali segni hanno le violazioni formali.

  • Accelerazione. Questo è un cambiamento troppo rapido di pensieri che sorgono in un grande flusso nella testa. Un tale processo provoca un discorso accelerato, in cui una persona non ha il tempo di esprimere tutto ciò a cui sta pensando. Allo stesso tempo, c'è una sequenza logica del processo di pensiero. Questo sintomo è accompagnato da instabilità dell'attenzione, che non fa che esacerbare la situazione. La persona si distrae rapidamente, saltando da un pensiero all'altro.
  • Lentezza. L'opposto della funzionalità precedente. Si manifesta nell'inibizione del processo di pensiero. Una persona sente il vuoto nella sua testa, costruisce lentamente sequenze logiche, non può raccogliere associazioni. Di norma, alle domande viene data risposta in monosillabi, mantenendo una lunga pausa..
  • Marmellata. Una persona con una tale violazione si sofferma spesso sugli stessi pensieri e idee. Nel discorso, questo si esprime come una ripetizione di frasi, parole, suoni. Quando risponde a più domande, una persona si concentra solo sulla prima, quindi ripete semplicemente lo stesso pensiero in forme diverse, dividendolo in parti.
  • Reiterazione. È diverso dall'essere bloccati in quanto nel primo caso una persona non può avanzare ulteriormente nel processo di pensiero, e nel secondo esegue semplicemente ripetizioni ritmiche. Allo stesso tempo, non si sofferma su un pensiero specifico, ma piuttosto si allontana da tutti i pensieri.
  • Risonanza. Questo è un pensiero senza senso, in cui una persona pensa invano. Può parlare molto, ma non c'è un significato specifico nelle sue parole. Tale discorso è carico di costruzioni introduttive e schemi di discorso..
  • Disintegrazione. Questa è l'assenza di una connessione logica o addirittura qualsiasi tra le parole all'interno delle frasi. Nel discorso, questo è espresso come un insieme arbitrario di parole e frasi che non possono essere formulate in una frase coerente..

Quali misure prendere

Se noti qualche manifestazione della psiche di una persona cara che ti dà fastidio, prima di tutto dovresti parlare con lui e scoprire le ragioni del cambiamento nel suo comportamento e nel suo linguaggio. Se questo non chiarisce la situazione, vale la pena contattare uno specialista. La correzione delle violazioni, se identificate, deve essere eseguita sotto la supervisione di un medico.

Qualsiasi disturbo, come ogni malattia, è più facile da prevenire che da curare. E il cervello non fa eccezione. I simulatori cognitivi sono perfetti per rafforzarlo, allenare le funzioni, aumentare l'efficienza. Wikium ha sviluppato più di 75 giochi online per sviluppare attenzione, memoria e pensiero. Usano in modo completo tutte le capacità del cervello in modo che i punti di forza diventino un supporto per allenare i più deboli. Le sessioni giornaliere di 10 minuti non solo aumentano il tono mentale, ma consentono anche di affrontare meglio lo stress e stabilizzare lo stato emotivo..

Tipi e segni di disturbi del pensiero in psicologia

Il pensiero è un riflesso indiretto della realtà, che è un tipo separato di attività mentale. Con il suo aiuto, una persona impara l'essenza delle cose, dei fenomeni, rivela schemi tra di loro. Il disturbo del pensiero in psicologia è una patologia che porta a una percezione errata della realtà, alla formazione di giudizi errati, inferenze.

Classificazione

I disturbi del pensiero differiscono nella natura della manifestazione, pur non essendo limitati a uno schema separato. È consuetudine tra gli psicologi utilizzare una classificazione generale, in base alla quale si distinguono diversi tipi di disturbi:

  1. Violazioni della componente operativa. Le principali operazioni mentali in questo caso sono: astrazione, analisi, sintesi, generalizzazione. Se sorgono disturbi mentali, si manifestano in distorsione, una diminuzione dei livelli di generalizzazione delle informazioni.
  2. Violazioni dei componenti dinamici. Se il soggetto è normale, le associazioni si formano in modo uniforme, mentre il ritmo è moderato. Quando sorgono disturbi, le dinamiche cambiano in modo drammatico. I processi mentali possono accelerare o rallentare. In questo caso, le modifiche avvengono in modo simile a un attacco.
  3. Disturbi associati alla componente motivazionale e personale. Questo è un intero gruppo di disturbi, che includono diminuzione della concentrazione, definizione degli obiettivi e autoregolazione. Una persona non è in grado di rispondere adeguatamente alle domande, reagire alla situazione attuale.

A seconda del tasso, i disturbi del pensiero sono suddivisi in diversi gruppi:

  1. Lento: le associazioni si formano lentamente, ce ne sono meno di quanto dovrebbero essere.
  2. Accelerato: si formano molte più associazioni in un'unità di tempo di quanto dovrebbe essere.
  3. Sperrung: arresto completo del processo associativo.
  4. Mentismo: una persona soffre di un numero enorme di idee emergenti. Allo stesso tempo, il pensiero è notevolmente accelerato. La natura della manifestazione è parossistica.

Le ragioni

La base per la violazione dei processi di pensiero sono fattori biologici. Le ragioni:

  1. Psicosi. Infezioni, intossicazione sono spesso accompagnate da pensieri incoerenti, delirio. Le persone che soffrono di schizofrenia sono caratterizzate da diverse azioni, risonanza.
  2. Cambiamenti biochimici nel cervello. Il funzionamento del sistema nervoso centrale è influenzato da malattie dismetaboliche, intossicazione e disturbi circolatori..
  3. Epilessia. La gravità dei disturbi dipende dalla gravità del decorso della malattia. Nelle persone che soffrono di epilessia, il pensiero diventa circostanziale, inerte.
  4. Trauma cranico. Danni strutturali, cambiamenti nel cervello alterano i processi di pensiero.
  5. Malattie degenerative del sistema nervoso centrale. I processi mentali possono cambiare sotto l'influenza di atrofia, demenza, morbo di Alzheimer, demenza senile, morbo di Pick.
  6. Nevrosi, stress. Depressione, stress emotivo, ansia, shock, modificano la velocità dei processi di pensiero. Le esperienze interiori sono centrali a cui sono diretti tutti i pensieri..
  7. Tumori cerebrali. Una neoplasia che aumenta di dimensioni ha un effetto dannoso sui centri nervosi.
  8. Infiammazione del sistema nervoso centrale. Le meningi sono esposte a processi infiammatori. La pressione intracranica aumenta, il che rallenta i processi mentali.

Prima di iniziare il trattamento per i disturbi del pensiero, gli specialisti devono identificare la causa del loro sviluppo al fine di migliorare le condizioni del paziente..

Segni

Le patologie del pensiero in psicologia sono accompagnate dai seguenti sintomi:

  1. Inerzia: i processi di formazione delle associazioni sono estremamente lenti. Una persona non può rispondere alla domanda per molto tempo, la parola rallenta, c'è una lunga pausa tra le parole.
  2. Accelerazione: espressioni vocali, associazioni sorgono molto rapidamente. I pensieri non sono collegati tra loro, il che rende difficile capire una persona. Durante una conversazione vengono visualizzati gesti attivi.
  3. Incoerenza: spesso sorgono giudizi irregolari. Allo stesso tempo, pensieri errati e corretti si alternano tra loro. Una persona continua ad assimilare sensibilmente informazioni, fatti.
  4. Scivola - Le persone che soffrono di schizofrenia spesso si discostano dalla linea di ragionamento prescelta. Spesso commettono errori, torna agli argomenti iniziali.
  5. Reattività: se la malattia diventa grave, il paziente inizia a chiamare gli oggetti visibili udito. Allo stesso tempo, una persona non può navigare nello spazio, dimentica cose importanti, date, nomi.
  6. Distorsione di generalizzazione. Il paziente non è in grado di stabilire connessioni logiche tra oggetti separati. In questo caso, gli oggetti vengono combinati in gruppi separati solo in forma, materiale o colore..
  7. Ridurre il livello di generalizzazione. Una persona malata non può generalizzare correttamente i segni. È difficile per lui determinare le proprietà caratteristiche che collegano oggetti simili, ma nomina le loro caratteristiche.
  8. Risonanza - manifestata da un ragionamento prolungato e senza scopo. Allo stesso tempo, i giudizi proposti non sono supportati da alcuna idea. Lunghi fili di ragionamento sono costantemente interrotti, potrebbero non avere alcuna connessione.
  9. Diversità: la determinazione nelle azioni di una persona con una tale violazione non viene osservata. Non riesce a distinguere gli oggetti, ma allo stesso tempo accetta consigli.
  10. Delirio: sorgono numerose idee che non possono essere realizzate nel mondo reale. Il paziente cerca di rinunciare alla realtà, il che porta a uno stato delirante. Allo stesso tempo, l'individuo è completamente fiducioso nell'adeguatezza dei suoi giudizi, non percepisce l'opinione di qualcun altro.
  11. Non criticità: i processi di pensiero sono incompleti, superficiali. Allo stesso tempo, i pensieri non possono muoversi intenzionalmente. Potrebbe verificarsi un comportamento incontrollabile.
  12. Ossessione - accompagnata da fobie emergenti, esperienze che non possono essere controllate da un punto di vista sano. Inoltre, può verificarsi disturbo della personalità..

I segni possono apparire sia individualmente che collettivamente.

Possibili conseguenze

Se, dopo la comparsa dei segni primari, il paziente non consulta uno psicologo, possono sorgere varie complicazioni. A poco a poco, una persona perde la capacità di valutare oggettivamente la situazione circostante, di percepire la realtà. A causa di ciò, l'attività produttiva rallenta, il solito modo di vivere diventa irraggiungibile. Il paziente necessita di cure e monitoraggio costanti. Se il trattamento non viene seguito, il paziente può mostrare tendenze suicide, diventerà pericoloso per gli altri.

Diagnostica

Se noti i primi segni di pensiero alterato, dovresti consultare immediatamente un medico. Per determinare le condizioni del paziente, gli specialisti utilizzano diverse procedure diagnostiche:

  • MRI;
  • EEG;
  • Ultrasuoni dei vasi cerebrali.

Il paziente viene sottoposto a vari test psicologici e viene esaminato da un neurologo. Per ottenere maggiori informazioni sulle condizioni di una persona, è possibile utilizzare metodi diagnostici non standard:

  1. Pittogrammi: lo psicologo chiede al paziente di disegnare molte immagini che utilizzerà per memorizzare le singole parole. I disegni vengono esaminati da specialisti. Allo stesso tempo, vengono studiati memorabilità, colorazione, schema, astrattezza, coerenza..
  2. Creazione di analogie. Usando questa tecnica, gli psicologi determinano la capacità del paziente di costruire catene logiche, giudizi coerenti.
  3. Eccezione: i risultati ottenuti dopo aver eseguito questa tecnica consentono di valutare la capacità del paziente di generalizzare, segni secondari, latenti.
  4. Associazioni: viene utilizzato il metodo di 50 parole, che sono associazioni accoppiate. I risultati ottenuti caratterizzano la capacità delle persone di pensare a un ritmo normale..
  5. Eccezione, confronto di concetti. Al paziente vengono mostrati diversi oggetti, che deve dividere in base a tratti caratteristici, segni secondari.
  6. Interpretazione di proverbi, metafore. Quando si applica la tecnica, il paziente deve spiegare il significato delle espressioni.

Dopo aver ricevuto le informazioni di interesse, identificato un disturbo del pensiero, gli specialisti prescrivono il trattamento.

Trattamento

Per migliorare lo stato fisico e psicologico del paziente, viene utilizzata una tecnica complessa. Consiste di diversi tipi di terapia:

  1. Psicocorrezione: numerose sessioni con uno psicologo, il cui scopo è ripristinare le funzioni perse dei processi di pensiero. Vengono praticati esercizi cognitivi, allenamenti.
  2. Farmacoterapia: i medici selezionano un corso individuale di farmaci per migliorare le condizioni fisiche del paziente. Può essere antipsicotici, nootropici, anticonvulsivanti..
  3. Consulenza familiare. Le conversazioni si svolgono con parenti stretti, amici del paziente, che devono prendersi cura del paziente, fornirgli emozioni positive.

Durante il trattamento, il paziente deve essere monitorato regolarmente da uno psicologo.

Previsione e prevenzione

Oltre a questo, devi escludere esperienze, stress. Cerca di controllare le tue emozioni, il comportamento.

Quando si verificano disturbi del pensiero, il linguaggio di una persona rallenta, smette di valutare ragionevolmente la situazione circostante. A poco a poco, questo porterà a una percezione inadeguata della realtà, esplosioni incontrollabili di aggressività. Quando compaiono i primi segni di deviazioni, dovresti contattare immediatamente uno psicologo.

Video utile

Dal video imparerai i principali disturbi del pensiero.

Mentismo: come non perdersi nel turbine dei propri pensieri

I ricercatori sono ancora indecisi su quale sia il processo di pensiero. Si ritiene che debba essere intesa come una delle più alte funzioni mentali, attraverso la quale una persona percepisce e riassume le informazioni sulla realtà che lo circonda.

Tuttavia, sotto l'influenza di fattori esterni, le persone possono perdere parzialmente o completamente questa capacità. I disturbi del pensiero sono sia temporanei che permanenti e possono essere il risultato di disturbi mentali e di altro tipo.

Sul pensiero

Il pensiero è una caratteristica specifica che una persona possiede. Attraverso l'attività mentale, le persone stabiliscono relazioni esistenti tra vari oggetti e fenomeni esterni. Inoltre, questo processo consente di determinare l'atteggiamento soggettivo di una persona nei confronti degli oggetti e degli eventi del mondo reale. Di conseguenza, a causa del pensiero, si forma una certa percezione della realtà circostante (punto di vista), che le persone possono esprimere attraverso la parola.


In effetti, questo processo consente a una persona non solo di formarsi un'idea del mondo reale, ma anche di comprenderlo. Inoltre, l'attività mentale è associata non solo a oggetti specifici, ma anche a concetti astratti.

In quest'ultimo caso, stiamo parlando del processo di generalizzazione delle realtà attuali: disastri naturali, mobili e così via. Nel corso dello sviluppo evolutivo, una persona ha sviluppato la capacità di combinare più oggetti o fenomeni secondo una certa caratteristica. Queste abilità sono chiamate pensiero astratto..

La formazione di immagini del mondo interno ed esterno avviene attraverso l'analisi delle relazioni di causa ed effetto. Allo stesso tempo, una persona, facendo affidamento sulle proprie capacità, sottopone a verifica i risultati ottenuti nel corso del processo di pensiero, sulla base dei suoi giudizi sull'esperienza acquisita in precedenza. Ad esempio, se un bambino, avvicinandosi al bordo del letto, cade, in futuro, dopo aver raggiunto lo stesso punto, sarà in grado di immaginare l'ulteriore sviluppo degli eventi e prendere una decisione appropriata.

Il disturbo del pensiero viene diagnosticato se la persona non soddisfa i seguenti criteri:


È in grado di elaborare adeguatamente le informazioni in arrivo.

  • Le valutazioni di una persona devono corrispondere ai fondamenti empirici accettati nella società.
  • Conclusioni e giudizi devono rispettare le norme della logica formale, accettate nella società.
  • Il processo di pensiero soddisfa le leggi della regolamentazione sistemica.
  • Il pensiero è complesso. Se la maggior parte dei giudizi di una persona sono di natura primitiva, allora questa circostanza può indicare la presenza di alcuni disturbi mentali.
  • È importante notare che questi criteri sono generali. Cioè, il mancato rispetto di uno di essi non può essere considerato una deviazione all'interno dei motivi empirici, logici e di altro tipo accettati..

    Ad esempio, mangiare dopo le 21:00 è risultato dannoso per la salute. Se la maggior parte delle persone si attiene a questa regola e alcune persone la rifiutano, il comportamento di quest'ultimo non è considerato un segno di disturbi mentali..


    Nella pratica medica, è consuetudine distinguere i seguenti tipi di disturbi del pensiero:

    • dinamiche di pensiero;
    • pensiero logico (personale);
    • pensiero associativo (operativo).

    A causa del fatto che il pensiero è un processo complesso che subisce cambiamenti sotto l'influenza di molti fattori, non è sempre possibile anche per uno specialista esperto determinare la presenza di violazioni..

    Disturbi in comorbilità

    La bradypsichia è il risultato di un danno al sistema nervoso centrale, responsabile dell'attività cerebrale. A seconda dell'elemento della lesione, si sviluppano diversi tipi di disturbi. Questi includono:

    • bradibasia: camminata lenta;
    • bradytimia: rallentando il cambiamento delle emozioni;
    • bradicinesia: ritmo inibito e mobilità limitata;
    • bradiprassia: focalizzazione dell'azione ritardata;
    • bradylexia: lettura lenta;
    • bradifasia, bradilalia sono un rallentamento della parola, allo stesso tempo è quasi sempre corretto, si osserva sia nell'età adulta che nell'infanzia (spesso si nota la comparsa di bradilalia nei pazienti in via di guarigione);
    • l'articolazione compromessa può anche svilupparsi, con una lunga conversazione, una persona si stanca.

    Quando la bradipsichia è una conseguenza della malattia di Parkinson, è necessario concentrarsi sui sintomi del processo patologico sottostante. Include sentimenti di stanchezza, ansia, disturbi del sonno, ecc..

    Caratteristiche delle violazioni delle dinamiche mentali

    La violazione delle dinamiche del pensiero si manifesta sotto forma dei seguenti processi.

    Aumentare la velocità del processo di pensiero

    Questo disturbo del pensiero è caratterizzato da salti di idee. Una persona non può fermarsi e le produce costantemente attraverso la parola, diffondendo un enorme flusso di associazioni nel mondo circostante. Inoltre, il discorso stesso rimane incoerente e spasmodico. Qualsiasi conclusione sorge inaspettatamente sotto l'influenza di uno stimolo esterno o interno. I giudizi sugli oggetti sono superficiali. A causa del flusso infinito di informazioni, una persona con questo tipo di violazione spesso si siede..

    Questi sintomi sono integrati dai seguenti sintomi:

  • comportamento espressivo;
  • mantenere la capacità di analizzare la realtà attuale;
  • elevata distraibilità.
  • Una caratteristica importante di questo tipo di disturbo è che nelle affermazioni del paziente, nonostante la loro superficie, un certo significato è nascosto. Una persona con una violazione del pensiero dinamico è consapevole delle sue azioni e comprende gli errori che commette. Mantiene la capacità di eliminarli.

    Inerzia del pensiero

    Questo tipo di disturbo del pensiero è caratterizzato dai seguenti sintomi:

    • lento processo di formazione delle associazioni;
    • la presenza di inibizione;
    • mancanza di capacità di formare i propri pensieri.

    La persona mantiene la capacità di parlare, ma le risposte alle domande saranno brevi e monosillabiche. Il paziente con gravi difficoltà passa a un nuovo argomento di conversazione..

    Mancanza di coerenza nel giudizio

    Con una tale deviazione, si osserva una natura instabile di giudizi e associazioni. Tuttavia, il paziente può analizzare abbastanza bene la situazione attuale, percepire e generalizzare le informazioni ricevute. La violazione del pensiero di questo tipo si verifica sullo sfondo di disturbi mentali, nonché con patologie del cervello (traumi, malattie vascolari).

    L'emergere della reattività

    La reattività è intesa come comportamento insolito per una persona sana, in cui il paziente include costantemente e incoerentemente oggetti visibili nel suo discorso. Inoltre, i pazienti sono disorientati nello spazio e nel tempo e possono dimenticare determinate date, nomi ed eventi. Il discorso del paziente diventa incoerente.

    Fondamentalmente, la reattività viene diagnosticata nelle persone con patologie vascolari del cervello..

    Scivolando

    Questo effetto si manifesta sotto forma di un inaspettato allontanamento dall'attuale argomento di discussione. Inoltre, una persona scivola in associazioni incoerenti. Nel tempo, il paziente torna all'argomento iniziale. Lo scivolamento avviene sporadicamente e improvvisamente. Questo effetto è più spesso visto nei disturbi schizofrenici..

    Come trattare e cosa succederà se non trattato

    In primo luogo, gli specialisti della clinica diagnosticano il grado del disturbo e determinano qual è il problema, quindi svolgono un lavoro di logopedia: eseguono esercizi con le dita, articolatori e respiratori in modo che la parola sia sincronizzata con la respirazione, correggono e consolidano la corretta pronuncia dei suoni, lavorano sull'espressività della parola.

    Come con l'afasia, è importante iniziare a correggere la disartria il prima possibile. I difetti del linguaggio diventano abituali, quindi più tardi andrai in clinica, più difficile e lungo sarà ripristinare l'articolazione, e questo è un processo difficile - ricorda gli adulti che balbettano o non pronunciano la lettera "r" dall'infanzia.

    Disturbi del pensiero personale

    I disturbi del pensiero logico includono i seguenti fenomeni.

    Incapacità di generalizzare i pensieri

    La diversità del pensiero è caratterizzata da una mancanza di determinazione nelle azioni del paziente. Quest'ultimo semplicemente non è in grado di generalizzare più oggetti, evidenziandone una o più caratteristiche in essi. Allo stesso tempo, il paziente conserva la capacità di classificare gli oggetti, ma esegue tali azioni in base alle preferenze personali: abitudine, gusto e altro. Non vi è alcun giudizio obiettivo nelle conclusioni del paziente.

    Risonanza

    Un segno caratteristico di ragionevolezza è il ragionamento incoerente e lungo, che viene condotto senza uno scopo specifico. La logica dei giudizi nel discorso è completamente o parzialmente assente. Le parole e le frasi non hanno alcuna connessione apparente tra loro. Una persona nel momento in cui pronuncia un discorso non ha bisogno di un ascoltatore. Non gli importa se qualcuno risponde ai pensieri da lui espressi. Il paziente ha bisogno di parlare. La risonanza è comune nelle persone con schizofrenia.

    Delirio

    Uno stato delirante è una violazione del processo di pensiero, in cui le informazioni espresse dal paziente sono astratte..


    Cioè, nelle parole e nelle frasi pronunciate non c'è connessione visibile con la realtà oggettiva e l'ambiente. Inoltre, la persona stessa è pienamente sicura che le sue conclusioni siano vere. Non è possibile convincerlo del contrario. Come esempio di tali fenomeni, possiamo citare lo stato di anoressia. Una persona "vede" il peso in eccesso e cerca di sbarazzarsene in tutti i modi possibili.

    Mancanza di pensiero critico e ossessione

    La mancanza di percezione critica porta al fatto che la determinazione nelle azioni del paziente scompare. Il paziente non è in grado di regolare le sue azioni..

    Le fobie sono segni comuni di compulsioni ossessive..

    Man mano che si sviluppa, il problema porta a un graduale disturbo della personalità..

    Prevenzione

    Sfortunatamente, non esistono metodi di prevenzione specifici. È necessario osservare il regime di riposo e lavoro, proteggersi da esperienze nervose e stress, iniziare il trattamento di tutte le malattie in modo tempestivo.

    Alcuni sono così inibiti che morire è per loro svegliarsi.

    Inibizione come tratto della personalità - una tendenza a mostrare uno stato mentale inferiore e ignorante, a dimostrare un linguaggio lento e pigro, una reazione motoria, un rallentamento del ritmo del pensiero e della parola, combinato con il loro impoverimento e monotonia; essere aspro, inibito, indifferente, privo di vivacità e attività.

    Disturbi del pensiero associativo

    I disturbi del pensiero associativo si manifestano sotto forma di:

      Incapacità di generalizzare. Il paziente perde parzialmente la capacità di generalizzare, cioè di identificare i segni caratteristici di diversi oggetti. Il paziente, invece, classifica questi ultimi secondo relazioni specifiche e distinte. Tali problemi si riscontrano in pazienti con epilessia, encefalite, oligofrenia..


    Generalizzazioni distorte. Le generalizzazioni vengono effettuate sulla base delle caratteristiche individuali dell'oggetto. Ad esempio, una persona che vede una ruota determina che è rotonda. Allo stesso tempo, il paziente non è in grado di determinare lo scopo funzionale di questo oggetto. Generalizzazioni distorte riscontrate in pazienti con schizofrenia e psicopatia.

    È stato già notato sopra che le violazioni del processo di pensiero sorgono per molte ragioni. Inoltre, oggi non c'è consenso sulla relazione tra singole malattie e cambiamenti patologici. Le violazioni in questione sorgono spesso a causa dei seguenti problemi:

    1. Disturbi cognitivi. Una diminuzione delle capacità intellettuali si verifica sullo sfondo dello sviluppo di demenza, morbo di Alzheimer, schizofrenia. Con tali violazioni, una persona non è sempre e non completamente consapevole di ciò che sta accadendo, perde la capacità di controllare le sue azioni. A seconda dell'area del danno cerebrale, esiste la possibilità che il paziente inizi a percepire la realtà circostante in una forma distorta.
    2. Psicosi. Le psicosi influenzano negativamente i processi di pensiero di una persona, a seguito della quale quest'ultima cessa di reagire adeguatamente e percepire il mondo che lo circonda. I suoi giudizi spesso non corrispondono alla logica generalmente accettata. Il paziente esprime pensieri incoerenti.

    Il quadro generale di ciò che sta accadendo

    Il paziente ha difficoltà con il pensiero associativo, non può passare arbitrariamente a un nuovo pensiero, comprendere il significato delle domande poste e formulare giudizi.

    Anche se capisce la domanda, la risposta viene espressa con un ritardo..

    In un turbine di pensieri, il significato generale di ciò che sta accadendo si perde.

    Quindi, i segni del mentismo sono:

    • uno stato di tensione, accompagnato da un flusso continuo di pensieri che il paziente non può controllare, sembrano essere costretti nella sua testa;
    • i pensieri sono spesso pretenziosi o paradossali, distraggono dalle faccende quotidiane e dalla comunicazione con i propri cari, c'è viscosità del pensiero;
    • la durata di tale stato è imprevedibile, può variare da pochi secondi a diversi giorni;
    • qualsiasi oggetto che ha attirato l'attenzione del paziente può diventare un oggetto di pensiero, di conseguenza, si sviluppa il pensiero paralogico, che perde la stabilità e la coerenza necessarie, i salti di pensiero si sostituiscono a vicenda, cambiando costantemente direzione;
    • l'inizio e la fine di questo stato possono essere improvvisi.

    Riassumendo

    La prognosi è relativamente favorevole con un inizio precoce della correzione e la presenza di cause psicologiche di disturbi dell'attività motoria e motilità del linguaggio. Tuttavia, dopo il ripristino delle abilità, dovresti essere osservato dai medici per molto tempo, controllare costantemente in modo indipendente i tuoi movimenti e la linea di pensiero..

    Come misura preventiva, si dovrebbero prevenire danni al sistema nervoso centrale, si dovrebbero evitare lesioni alla testa, la sindrome astenica dovrebbe essere rilevata in tempo.

    L'inibizione patologica del pensiero suggerisce vari disturbi mentali e fisiopatologici. Questo fenomeno dovrebbe essere classificato come una sintomatologia, nella maggior parte delle situazioni, che si sviluppa negli anziani. Ma in alcuni casi, un problema simile può manifestarsi durante l'infanzia e nei giovani..

    Se trovi un ritardo mentale, dovresti consultare immediatamente un medico. È probabile che questa condizione sia il risultato di pericolosi fallimenti nel lavoro del sistema nervoso centrale e necessiti di una correzione speciale..

    Come appare?

    L'immagine di un paziente "inibito" rientra nelle caratteristiche tipiche di un malinconico: debolezza, lentezza, linguaggio lungo, ogni parola viene pronunciata con sforzo.

    Potrebbe esserci la sensazione che il processo del pensiero richieda una grande quantità di forza ed energia da una persona che non ha il tempo di reagire alle informazioni o che precipita completamente in uno stato di torpore.

    Oltre a una diminuzione della velocità della parola e dei processi di pensiero, si osserva l'attenuazione delle parole pronunciate: una voce molto calma e calma, a volte rompendo il silenzio. La debolezza è visibile nel movimento e nelle espressioni facciali, la postura è spesso troppo rilassata.

    Una persona ha sempre il desiderio di trovare supporto o sdraiarsi.

    Non tutti i sintomi sono sempre osservati. Solo uno è sufficiente per consigliare a una persona di cercare aiuto medico da specialisti.

    Cosa offre la medicina moderna?

    Per eseguire la corretta terapia della malattia, è necessario prima consultare uno specialista. Raccomanderà un trattamento efficace, nonché avvertirà della presenza di controindicazioni all'uso di determinati metodi di terapia o di qualsiasi farmaco.

    Più spesso di altri vengono utilizzati i seguenti metodi di azione terapeutica e preventiva:

    1. Attivazione dei processi di pensiero. A tal fine, è necessario leggere nuovi libri, imparare lingue straniere, impegnarsi nel processo creativo o risolvere vari enigmi. Questa tecnica aiuta ad allenare il cervello, attivare il pensiero..
    2. Sono prescritti agenti neuroprotettivi e nootropi. Terapia farmacologica che mira a ripristinare e rafforzare le cellule nervose e i tessuti.
    3. Trattamento delle patologie vascolari. Vengono utilizzati mezzi che consentono di pulire le pareti vascolari, necessaria per il pieno funzionamento del cervello. Di conseguenza, viene attivata l'attività mentale e motoria..
    4. Psicoterapia. Agisce come terapia farmacologica adiuvante. Le moderne tecniche terapeutiche aiutano a contrastare le conseguenze dello stress, adattare la valutazione della personalità e formare i modelli necessari di risposta a situazioni specifiche..
    5. Attività sportive e passeggiate all'aria aperta. Uno sforzo fisico moderato e le passeggiate danno al cervello l'opportunità di riposare e le cellule nervose di riprendersi grazie al flusso di ossigeno.

    Se il ritardo emotivo e mentale è causato da tranquillanti, è necessario il ritiro di qualsiasi farmaco. Nella maggior parte dei casi, le reazioni si riprendono nel tempo..

    Diagnostica

    Per identificare il quadro completo della malattia, sarà necessario sottoporsi a molti test e studi mentali.

    Affinché il trattamento della schizofrenia porti risultati positivi, dovresti consultare uno psichiatra il prima possibile. Solo uno specialista sarà in grado di determinare quali sintomi e disturbi indicano un disturbo. I pazienti spesso confondono la schizofrenia con una semplice nevrosi sorta sullo sfondo di stress, sovraccarico emotivo e fisico o altre patologie mentali.

    Per fare una diagnosi, determinare la forma e lo stadio della malattia, è necessario sottoporsi a un esame completo, che include i seguenti punti:

    • raccolta dell'anamnesi, determinazione del quadro clinico;
    • conversazione con familiari del paziente, amici intimi;
    • analisi: include diversi tipi di esami del sangue, analisi delle urine, esame del cervello e sue reazioni agli stimoli.

    La diagnostica deve essere eseguita in modo completo: è impossibile fare una diagnosi corretta da uno o un paio di studi.